IL CERVELLO CHE HA SCONFITTO IL CODICE "ENIGMA" – SE NE VA A 97 ANNI ANN MITCHELL, LA MATEMATICA CHE CAMBIÒ IL CORSO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE DECIFRANDO I CODICI DEI NAZISTI - FINO AGLI ANNI 70 NESSUNO SAPEVA DEL SUO PASSATO, NEMMENO IL MARITO, NEL RISPETTO DELL'ATTO UFFICIALE DI SEGRETEZZA FIRMATO NEL 1943. LA ‘RAGAZZA DI BLETCHLEY PARK’ DIVENTO’ CONSULENTE MATRIMONIALE E SI OCCUPO’ DI DIVORZI…

-

Condividi questo articolo

Paola De Carolis per il “Corriere della Sera”

 

ann mitchell ann mitchell

La passione per numeri e formule (nonostante i tentativi della preside di indirizzarla verso una materia «più adatta a una giovane lady»), la laurea in matematica a Oxford, i codici dei tedeschi da decifrare, la macchina Enigma, i turni massacranti, l' atmosfera elettrizzante di Bletchley Park. Dietro il sorriso tranquillo Ann Mitchell, morta di Covid a 97 anni in una casa di riposo di Edinburgo, nascondeva una vita avvincente che sino agli anni 70 aveva celato a tutti, anche al marito Angus, nel rispetto dall' Atto ufficiale di segretezza firmato nel 1943. Solo nel 2009 aveva ottenuto un riconoscimento pubblico dai servizi britannici con l' assegnazione di «una medaglia piccola ma significativa».

 

ann mitchell ann mitchell

Il figlio Andy, 61 anni, ricorda una madre brillante e affettuosa che solo ultimamente aveva cominciato ad accusare i problemi dell' età, ma stando agli studiosi della Seconda guerra mondiale, e in particolare delle attività della Scuola governativa di codici e cifrature di Bletchley, Mitchell ebbe un ruolo fondamentale nell' ultima fase del conflitto. James Turing, pronipote del genio matematico Alan, assicura che i diari di Mitchell nonché la poca documentazione rimasta sulle attività di Bletchley mostrano che le mansioni di Ann e le sue esperienze furono «molto simili» a quelle del prozio. Il suo ruolo e la sua bravura «aiutarono inoltre a superare pregiudizi tipici di quei tempi e a permettere a tutti, donne e uomini, di raggiungere ciò di cui erano capaci».

 

the bletchey girls cover the bletchey girls cover

Tessa Dunlop, autrice del libro «The Bletchley Girls», parte di una lunga serie di opere letterarie, cinematografiche e televisive sulle menti reclutate su espresso desiderio di Winston Churchill per decifrare le comunicazioni dei tedeschi, ha ricordato che Ann era stata immediatamente assegnata alla «baracca sei», ovvero alla squadra che si occupava dei messaggi dell' aeronautica e dell' esercito tedeschi (la marina, invece, veniva «ascoltata» nella «baracca 8»). «Il suo era un talento raro», ha precisato Dunlop, che per il libro l' aveva ripetutamente intervistata. «Era dotata di grande empatia e allo stesso tempo di straordinaria acutezza».

 

La seconda qualità è quella che le permise di ottenere risultati importanti a Bletchley. La prima è quella che ricordano i quattro figli e che le permise di seguire un nuovo iter professionale, come consulente matrimoniale. I suoi due volumi sull' effetto della separazione sui bambini hanno plasmato la legge scozzese sul divorzio, che ora consiglia dove possibile la mediazione invece del ricorso ai tribunali.

ann mitchell ann mitchell

ann mitchell 3 ann mitchell 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

BYE BYE RAITRE, ARRIVA “LA CASALESE” - IL NUOVO ASTRO NASCENTE DELLA RAITRE CHE FU DI ANGELO GUGLIELMI E OGGI GUIDATA DAL PARAGRILLINO FRANCO DI MARE È TALE NOEMI GHERRERO, NAPOLETANA COME IL DIRETTORE, UFFICIALMENTE ATTRICE. L’UNICO FILM DA PROTAGONISTA AGLI ATTI SI CHIAMA  ‘OPERAZIONE SPARTACUS, LA CASALESE’ - DOVRÀ AIUTARE I TELESPETTATORI AD ARRICCHIRE IL LORO ITALIANO IN UN PROGRAMMA ISPIRATO AL VECCHIO MAESTRO MANZI. MA BASTA DARE UN'OCCHIATA AL SUO PROFILO FACEBOOK PER CAPIRE CHE FORSE ANCHE LEI AVREBBE BISOGNO DI UN RIPASSO...

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

UNA MINCHIATA RESTA SEMPRE UNA MINCHIATA. O NO? - OTTAVIO CAPPELLANI: ''IN AEREO CI SI PUÒ SEDERE ATTACCATI MA LE CAPPELLIERE SONO VIETATE. NIENTE BAGAGLI. LA REGOLA FA VACILLARE LA MENTE.  IN PIEDI, CON LE BRACCIA ALZATE E UNO ZAINETTO IN MANO L’ESSERE UMANO E' PIÙ SENSIBILE AL CORONAVIRUS? SI TRASMETTE ATTRAVERSO LE ASCELLE? - REGOLE RIGIDE PER GLI SPETTACOLI ALL'APERTO, POI SALI SU UN AUTOBUS E ADDIO DISTANZIAMENTO. E POI PERCHÉ I MIGRANTI VENGONO TAMPONATI E QUARANTENATI MA I TURISTI NO? LA POVERTÀ AIUTA IL CONTAGIO?''