COME STA JERRY CALÀ? DOPO L’INFARTO, IL RICOVERO E L’OPERAZIONE, L’ATTORE HA RECUPERATO LE FORZE E VUOLE TORNARE AL LAVORO – IL MANAGER DELL’ATTORE 71ENNE, ALEX INTERMITE: “SI È SPAVENTATO, È STATA UNA COSA INASPETTATA, PERCHÉ LUI È UN LEONE” – “HA AVUTO UN MALORE MENTRE DORMIVA, ORA STA BENE, NON DICO CHE SIA GIÀ IN PIEDI, MA PARLA E DISCUTE, E CHIEDE ‘QUANDO TORNO’, PERCHÉ STAVAMO GIRANDO UN FILM. È DISPIACIUTO: MANCANO SOLO DUE GIORNI DI RIPRESE. MA FRA UNA SETTIMANA…” - IL POST DI MARA VENIER SU INSTAGRAM

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell’articolo di Barbara Visentin per www.corriere.it

 

jerry cala arena verona jerry cala arena verona

«Sta bene, è sereno e sta già organizzando il suo ritorno al lavoro». Alex Intermite, manager di Jerry Calà, è appena sceso dalla camera della Clinica mediterranea di Napoli dove l’attore e showman , 71 anni, è ricoverato a causa dell’infarto avuto la scorsa notte: «Ho passato la mattina con lui in ospedale, non è già più in terapia intensiva, ha avuto un piccolo infarto e gli hanno messo uno stent - rassicura Intermite -.

 

jerry cala jerry cala

Sta bene, non dico che sia già in piedi, ma parla e discute, chiede “quando torno e quando non torno”, perché stavamo girando un film» […], «Chi ha rapito Jerry Calà» […] di cui è regista e protagonista: «È dispiaciuto perché mancano solo due giorni di riprese per finire. Ma fra una settimana o dieci giorni conta di ritornare già sul set. Poi, dopo il film, vedremo di lasciargli un periodo di pausa».

 

[…] Nei giorni scorsi, nessuna avvisaglia né segnali particolari di stanchezza, dice Intermite: «Si è spaventato, ci siamo tutti spaventati, certo. È stata una cosa inaspettata anche perché lui è un leone, anche mentre lavora al film continua a fare serate in giro. Ha avvertito un malore mentre dormiva, abbiamo chiamato il 118 […]  e per fortuna l’hanno portato subito in ospedale, quindi l’abbiamo preso in tempissimo. Ora lo lasciamo un po’ tranquillo»

JERRY CALA' fratelli d'italia JERRY CALA' fratelli d'italia jerry cala parola copia jerry cala parola copia jerry cala parola jerry cala parola jerry calà sabrina salerno fratelli d'italia jerry calà sabrina salerno fratelli d'italia jerry calà sabrina salerno fratelli d'italia jerry calà sabrina salerno fratelli d'italia mara venier e jerry cala' mara venier e jerry cala' jerry cala vacanze in america jerry cala vacanze in america

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE