GIÙ LE MANI DA GRACELAND LA CASA MUSEO DI ELVIS PRESLEY A MEMPHIS NON ANDRÀ ALL'ASTA: UN GIUDICE BLOCCA LA MESSA IN VENDITA DELLA DIMORA DA PARTE DI UN FONDO CHE L’AVEVA FATTA PIGNORARE DOPO LA MORTE DELLA FIGLIA DI “THE PELVIS” - LISA MARIE PRESLEY ERA IN DIFFICOLTA' ECONOMICA E SI SAREBBE RIVOLTA AL FONDO PER UN FINANZIAMENTO. MA SECONDO IL GIUDICE NON HA… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Francesco Prisco per www.ilsole24ore.com

 

villa graceland 1 villa graceland 1

Graceland, la casa museo che appartenne a Elvis Presley e ispirò Paul Simon, non andrà in vendita. Almeno per ora: un giudice del Tennessee ha infatti bloccato la messa all’asta della sontuosa dimora, punto di riferimento dell’immaginario collettivo americano, da parte del fondo Naussany Investments che la aveva fatta pignorare dopo la morte della figlia di «The Pelvis» Lisa Marie Presley.

elvis presley a graceland 5 elvis presley a graceland 5

 

Quest’ultima, come è noto, non versava in condizioni economiche eccellenti e si sarebbe rivolta al fondo per un finanziamento, offrendo in pegno proprio Graceland. Il cespite è passato in eredità a Riley Keough, figlia di Lisa Marie e nipote per parte di madre del Re del Rock and Roll che in sede giudiziaria sostiene che la madre non avrebbe mai acceso finanziamenti con Naussany Investments.

 

priscilla presley lisa marie presley 7 priscilla presley lisa marie presley 7

Il primo round va effettivamente a lei: il giudice ha infatti accolto la richiesta di blocco della cessione effettuata dalla Keough, secondo cui la mossa del fondo sarebbe stata «fraudolenta».

 

Ma andiamo con ordine. A inizio maggio è uscito un avviso pubblico per la vendita pignoratizia della tenuta di 13 acri secondo cui Promenade Trust - il fondo della famiglia Presley che controlla Graceland - deve 3,8 milioni di dollari a Naussany Investments per il mancato rimborso di un prestito del 2018. Secondo Naussany Investments, Lisa Marie Presley avrebbe usato Graceland come garanzia per il prestito. Nella causa intentata la scorsa settimana dalla Keough, si sostiene che Naussany abbia presentato documenti fraudolenti relativi al prestito.

elvis, la moglie priscilla e la figlia lisa marie elvis, la moglie priscilla e la figlia lisa marie

 

[…] Graceland è stata aperta come museo e attrazione turistica nel 1982 come tributo a Elvis Presley, morto nell’agosto del 1977 all’età di 42 anni. Ogni anno attira centinaia di migliaia di visitatori. «Graceland continuerà a funzionare come ha fatto negli ultimi 42 anni, permettendo che i fan di Elvis di tutto il mondo possano continuare a vivere la migliore esperienza possibile quando visitano la sua iconica casa», ha dichiarato la Elvis Presley Enterprises in un comunicato.

 

elvis presley a graceland 6 elvis presley a graceland 6

Nella decisione del giudice di Memphis, in ogni caso, ha pesato anche il fatto che «Graceland fa parte di questa comunità, è molto amata da questa comunità e da tutto il mondo». […]

riley keough riley keough matrimonio elvis e priscilla presley matrimonio elvis e priscilla presley elvis presley a graceland 3 elvis presley a graceland 3 elvis presley a graceland 1 elvis presley a graceland 1 lisa marie presley golden globes 20233 lisa marie presley golden globes 20233 LISA MARIE PRESLEY ELVIS LISA MARIE PRESLEY ELVIS lisa marie presley elvis lisa marie presley elvis elvis e lisa marie elvis e lisa marie elvis presley a graceland 2 elvis presley a graceland 2 elvis presley a graceland 4 elvis presley a graceland 4

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE

DAGOREPORT – DOPO LE EUROPEE, NULLA SARÀ COME PRIMA! LA LEGA VANNACCIZZATA FA PARTIRE IL PROCESSO A SALVINI: GOVERNATORI E CAPIGRUPPO ESCONO ALLO SCOPERTO E CHIEDONO LA DATA DEL CONGRESSO – CARFAGNA E GELMINI VOGLIONO TORNARE ALL’OVILE DI FORZA ITALIA MA TAJANI DICE NO – CALENDA VORREBBE TORNARE NEL CAMPO LARGO, MA ORMAI SI È BRUCIATO (COME RENZI) – A ELLY NON VA GIÙ RUTELLI: MA LA VITTORIA DEL PD È MERITO DEI RIFORMISTI DECARO,BONACCINI, GORI, RICCI, CHE ORA CONTERANNO DI PIÙ – CONTE NON SI DIMETTE MA PATUANELLI VUOLE ACCOMPAGNARLO ALL’USCITA

VOTI A PERDERE - NELL’ITALIA DEI SONDAGGI TAROCCHI ANCHE I VOTI (REALI) SI PESANO E NON SI CONTANO - ALLE EUROPEE LA MELONI HA PERSO 700 MILA ELETTORI (-10%) RISPETTO ALLE POLITICHE 2022 – LA SCHLEIN (PD) NE HA GUADAGNATI 160 MILA RIDUCENDO LA DISTANZA TRA I DUE PARTITI AL 5% (CIRCA UN MILIONE DI CONSENSI) -  E’ LA LEGGE DELL’ASTENSIONISMO: GIU’ I VOTANTI E SU LE PERCENTUALI (EFFIMERE) – ALTRO CHE “SVOLTA A DESTRA” O LEADERSHIP RAFFORZATA DELLA DUCETTA DELLA GARBATELLA…

DAGOREPORT - NON HA VINTO FRATELLI D’ITALIA, HA STRAVINTO LA MELONA. LA CAMPAGNA ELETTORALE L’HA FATTA SOLO LEI, COL SUO PIGLIO COATTO E COL SUO MODO KITSCH DI APPARIRE TRA BANCHI DI CILIEGIE E CORRENDO CON I BERSAGLIERI. UNA NARRAZIONE RINFORZATA DALLO SVENTOLIO DEL TRICOLORE NEL MONDO: AHO', CON GIORGIA LA ''NAZIONE'' (NON IL PAESE) CONTA - CHI DICE CHE ELLY SCHLEIN HA VINTO, SPARA UNA CAZZATA. GLI ELETTI DEM SONO IN GRAN PARTE RIFORMISTI, LONTANI DALLE SUPERCAZZOLE DELLA MULTIGENDER CON TRE PASSAPORTI - SEPPELLITO RDC, A BAGNOMARIA IL SUPERBONUS, IL PAVONE CONTE E' STATO SPENNATO. I GRILLINI NON SI IDENTIFICANO NEI CONTIANI IN SALSA CASALINO E/O IN MODALITÀ TRAVAGLIO - LA SORPRESA AVS NON VA ACCREDITATA UNICAMENTE ALLA SALIS: IL BUM È AVVENUTO GRAZIE A UNA TRASMIGRAZIONE DI VOTI DA ELETTORI 5STELLE CHE NON SE LA SENTIVANO DI VOTARE PD - SALVINI: L’UNICO FATTORE CHE PUÒ MANTENERE IN PIEDI LA SUA LEADERSHIP È L’AUTONOMIA - DA QUI AL 2027, LA DUCETTA AVRÀ TRE GATTE DA PELARE: PREMIERATO, AUTONOMIA E GIUSTIZIA. MA IL VERO ICEBERG DELLA NAVIGAZIONE DEL GOVERNO DUCIONI SARANNO L’ECONOMIA E IL PATTO DI STABILITÀ