GO GO DOLLS! – IL CONCESSIONARIO ROMANO DELLE SEX DOLLS IN SILICONE A “LA ZANZARA” LANCIA LA PROVOCAZIONE: “DIAMO AI CARCERATI LE BAMBOLE PER FARE SESSO, MA SOLO A QUELLI A FINE PENA E CHE NON HANNO COMMESSO REATI CONTRO LA PERSONA” – IL PROGETTO È STATO INOLTRATI AI RADICALI: LA SPERIMENTAZIONE SAREBBE A TITOLO GRATUITO E…

-

Condividi questo articolo



Mario Fabbroni per www.leggo.it

 

dorothy sexy doll dorothy sexy doll

Sesso dietro le sbarre. Impossibile, almeno finora. Perché invece il Parlamento presto si troverà a discutere una proposta dei Radicali che punta a offrire momenti di intimità a coloro che, in carcere, proprio non possono più permettersela. Poco importa se, invece di una donna oppure di un maschietto in carme e ossa, in cella potrebbero entrare avvenenti “sexy doll”, le bambole hot in silicone, che l’industria a luci rosse ha reso oramai così simili agli umani da sembrare quasi reali.

lumidolls lumidolls

 

A Radio 24, durante la trasmissione “La Zanzara”, non ci hanno pensato più di un attimo prima di sponsorizzare l’idea del sesso “non virtuale” in carcere da consumare con modelli artificiali di femmine e maschi virtuali. L’intervento del concessionario romano delle bambole e dei sex toys in silicone ha infatti lanciato la provocazione: «Sesso in carcere con le doll ma solo per i carcerati che non hanno commesso reati contro la persona e che sono a fine pena. Vorrei fare una sperimentazione con l’aiuto dei Radicali Italiani».

Detto, fatto. I Radicali che hanno raccolto l’invito e stanno studiando il progetto mettendo a punto uno speciale pacchetto legislativo da far votare a Camera e Senato. D’altronde questa pratica è già in uso nelle carceri americane dell’Arizona.

 

Basta navigare su internet per rendersi conto che il fenomeno delle bambole hard è in forte ascesa. La fabbrica più importante in Europa si trova a Duppigheim, in Alsazia: produce le cosiddette “dream doll”, in grado di muovere perfino gli occhi per essere quasi come le donne vere.

 

 

trans in carcere 1 trans in carcere 1 carcere duro 41 bis 3 carcere duro 41 bis 3 carcere duro 41 bis 4 carcere duro 41 bis 4 DIGISESSUALI DIGISESSUALI carcere duro 41 bis 2 carcere duro 41 bis 2 lumidolls sex doll lumidolls sex doll sex dolls 6 sex dolls 6 DIGISESSUALI DIGISESSUALI il pene del sex doll maschio indistinguibile da uno vero il pene del sex doll maschio indistinguibile da uno vero sex doll in costruzione sex doll in costruzione samantha samantha fanny sex doll del bordello austriaco fanny sex doll del bordello austriaco IL BORDELLO DELLE SEXDOLL IN GERMANIA IL BORDELLO DELLE SEXDOLL IN GERMANIA bambola gonfiabile 5 bambola gonfiabile 5

 

Condividi questo articolo



media e tv

politica

business

IL VACCINO ALLA VACCINARA – IL DUPLEX ITALO-SVIZZERO SPALLANZANI-REITHERA È CONVINTISSIMO CHE L’ANTI-COVID POSSA CREARSI CON COMUNICATI STAMPA E BALLE ASSORTITE – SONO INDIETRO NELLA PRODUZIONE? CERTO: LE ALTRE 8 MULTINAZIONALI (PFIZER, ASTROZENECA, MODERNA, ETC) NON SONO PRUDENTI COME NOI (SIC!) – POI ARRIVA IL CENTRO CLINICO DI VERONA, CHE HA PRESO IN CARICO LA SPERIMENTAZIONE SPALLANZANI-REITHERA, E PRECISA: “IL VACCINO SARÀ PRONTO PER NATALE 2021” - (NON AVETE LETTO MALE: NATALE 2021!)

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute