IMANE CAZZATE – ANSA: ‘’DALLE PRIME ANALISI SUI CAMPIONI DEI TESSUTI DEGLI ORGANI PRELEVATI A FADIL, NON È EMERSA ALCUNA EVIDENZA MACROSCOPICA DI RADIOATTIVITÀ’’ – CHISSÀ ORA COSA SCRIVERANNO CORRIERE E STAMPA, REPUBBLICA E FATTO CHE HANNO ALLUSO A BERLUSCONI COME IL MANDANTE DI UN PRESUNTO OMICIDIO PER AVVELENAMENTO O DI ‘’QUALCUNO CHE VOLEVA FARGLI UN FAVORE’’ (TRAVAGLIO)

-

Condividi questo articolo

Lettere al “Foglio”

imane fadil 4 imane fadil 4

Al direttore - Sul caso Imane Fadil, ho sentito con le mie orecchie il pm Tiziana Siciliano dire: “Per noi all’80 per cento si tratta di morte naturale”. Queste parole non le trovate su nessun giornale in nessun sito in nessun tg. Ai media piace da morire tenere in piedi la tesi dell’omicidio e spesso indicano anche il mandante. Poi si lamentano perché perdono sempre più copie.

 

Frank Cimini

 

Ansa.it

Dalle prime analisi sui campioni dei tessuti degli organi prelevati a Fadil, una delle testimoni del processo Ruby, non è emersa alcuna evidenza macroscopica di radioattività. E' quanto riferiscono fonti qualificate.

berlusconi meme berlusconi meme

 

Da quanto si è appreso i prelievi sono stati effettuati sul fegato e su un rene ieri pomeriggio tra le 14 e le 17.30. Già dalle prime analisi non sono emerse macroscopiche evidenze di radioattività.

 

Dopo i prelievi i campioni sono stati messi in appositi contenitori e inviati sia all'Arpa di Milano sia all'Istituto di Fisica dell'Università Statale. In base all'esito delle analisi -si apprende- appare "sempre più improbabile" che Fadil sia stata contaminata da sostanze radiottive.

MARCO TRAVAGLIO MARCO TRAVAGLIO

 

L'ultima parola però spetta al Centro ricerche Casaccia dell'Enea vicino a Roma. Inizialmente i sospetti sulla presunta presenza di sostanze radioattive nel corpo della giovane erano dovuti al risultato parziale di analisi effettate sulle urine.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute