“MI SONO SENTITA DIVERSA COME POCHE VOLTE NELLA MIA VITA” – LA STORIA DI VALERIA ROBERTA VETRANO, LASCIATA A TERRA DA RYANAIR, DOPO CHE GLI ADDETTI DELLA COMPAGNIA LE HANNO VIETATO DI IMBARCARE LA SEDIA A ROTELLE: “MI HANNO DETTO CHE LA BATTERIA NON ERA ORIGINALE. HO SUBITO PRESENTATO LA DOCUMENTAZIONE DELL'AZIENDA PRODUTTRICE, MA NEPPURE QUELLA LI HA CONVINTI. HO CHIESTO DI ANDARE A LASCIARE LA SEDIA IN AUTO, MA MI HA DETTO CHE AVREI DOVUTO CORRERE PER PRENDERE L’AEREO…”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Lucia Landoni per www.repubblica.it

 

Valeria Roberta Vetrano disabile lasciata a terra da ryanair Valeria Roberta Vetrano disabile lasciata a terra da ryanair

Doveva essere l'inizio di una vacanza di Sant'Ambrogio a Bordeaux lungamente attesa, invece si è trasformata in "un'esperienza disumanizzante, che mi ha fatto sentire 'diversa' come poche volte è accaduto in vita mia": Valeria Roberta Vetrano - pugliese di nascita e milanese d'adozione, da nove anni si muove con una sedia a rotelle elettrica perché ha problemi di deambulazione - ieri sera si è presentata all'aeroporto bergamasco di Orio al Serio alle 20.15 insieme a un'amica per imbarcarsi sul volo Ryanair delle 21.50, ma non è riuscita a salire su quell'aereo.

 

La denuncia di Valeria Vetrano: che cosa è successo al check-in a Orio al Serio

I problemi sono sorti al banco del check-in, dove gli addetti le hanno vietato di imbarcare la sua sedia a rotelle, come aveva invece fatto decine di volte in passato, anche su voli della stessa compagnia aerea. "Mi hanno detto che la batteria non era originale, che nessuno garantiva loro che non avessi assemblato io il mezzo - racconta la donna - Per dimostrare che stavano dicendo delle assurdità, ho subito presentato la documentazione dell'azienda produttrice, ma neppure quella li ha convinti".

sedia a rotelle sedia a rotelle

 

Il personale di terra di Ryanair pretendeva prima che Vetrano smontasse la sedia a rotelle, staccando il motore - "cosa che non sono assolutamente in grado di fare, appunto perché non ho assemblato io la carrozzina" - e poi che la lasciasse in aeroporto, salendo sull'aereo con le sue gambe: "Io l'avrei anche fatto pur di partire, ma mi hanno detto di non avere un deposito e la mia sedia a rotelle costa circa ottomila euro - continua - Non potevo semplicemente lasciarla lì.

 

boeing ryanair boeing ryanair

A quel punto ho detto che la mia amica sarebbe potuta tornare nel parcheggio dello scalo per caricare il mio mezzo in auto, ma io poi avrei avuto bisogno di assistenza e soprattutto di tempo per raggiungere il gate, perché da sola mi muovo molto lentamente. Insomma, mi sono ritrovata io a cercare con ogni mezzo di andare incontro a loro".

sedia a rotelle 1 sedia a rotelle 1

 

La disabile lasciata a terra e i problemi con la sedia a rotelle

Anche questa soluzione però è stata respinta dagli addetti di Ryanair: "Mi sembrava di essere di fronte a un muro d'acciaio, impenetrabile nonostante tutti i miei sforzi - prosegue Valeria Roberta Vetrano - Mi hanno detto che l'aereo non poteva certo aspettare me e che avrei dovuto fare il tragitto di corsa o niente, dato che non ci avevo pensato prima. Hanno usato proprio queste parole, come se io fossi in grado di correre. Nel frattempo lo staff dell'assistenza disabili, presente e disponibile al nostro arrivo in aeroporto, si era ormai dileguato". (…)

RYANAIR RYANAIR

 

Solo una volta che il volo era stato perso, gli addetti si sono decisi a inviare delle foto della sedia a rotelle alla sede centrale di Ryanair a Dublino per avere indicazioni (…)

Alla fine Valeria Roberta Vetrano e la sua accompagnatrice hanno lasciato lo scalo bergamasco ben oltre la mezzanotte, "senza rimborso né scuse per l'accaduto. (…)

ryanair 1 ryanair 1 ryanair 2 ryanair 2 sedia a rotelle 2 sedia a rotelle 2 ryanair ryanair ryanair 3 ryanair 3

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE

DAGOREPORT – DOPO LE EUROPEE, NULLA SARÀ COME PRIMA! LA LEGA VANNACCIZZATA FA PARTIRE IL PROCESSO A SALVINI: GOVERNATORI E CAPIGRUPPO ESCONO ALLO SCOPERTO E CHIEDONO LA DATA DEL CONGRESSO – CARFAGNA E GELMINI VOGLIONO TORNARE ALL’OVILE DI FORZA ITALIA MA TAJANI DICE NO – CALENDA VORREBBE TORNARE NEL CAMPO LARGO, MA ORMAI SI È BRUCIATO (COME RENZI) – A ELLY NON VA GIÙ RUTELLI: MA LA VITTORIA DEL PD È MERITO DEI RIFORMISTI DECARO,BONACCINI, GORI, RICCI, CHE ORA CONTERANNO DI PIÙ – CONTE NON SI DIMETTE MA PATUANELLI VUOLE ACCOMPAGNARLO ALL’USCITA

VOTI A PERDERE - NELL’ITALIA DEI SONDAGGI TAROCCHI ANCHE I VOTI (REALI) SI PESANO E NON SI CONTANO - ALLE EUROPEE LA MELONI HA PERSO 700 MILA ELETTORI (-10%) RISPETTO ALLE POLITICHE 2022 – LA SCHLEIN (PD) NE HA GUADAGNATI 160 MILA RIDUCENDO LA DISTANZA TRA I DUE PARTITI AL 5% (CIRCA UN MILIONE DI CONSENSI) -  E’ LA LEGGE DELL’ASTENSIONISMO: GIU’ I VOTANTI E SU LE PERCENTUALI (EFFIMERE) – ALTRO CHE “SVOLTA A DESTRA” O LEADERSHIP RAFFORZATA DELLA DUCETTA DELLA GARBATELLA…

DAGOREPORT - NON HA VINTO FRATELLI D’ITALIA, HA STRAVINTO LA MELONA. LA CAMPAGNA ELETTORALE L’HA FATTA SOLO LEI, COL SUO PIGLIO COATTO E COL SUO MODO KITSCH DI APPARIRE TRA BANCHI DI CILIEGIE E CORRENDO CON I BERSAGLIERI. UNA NARRAZIONE RINFORZATA DALLO SVENTOLIO DEL TRICOLORE NEL MONDO: AHO', CON GIORGIA LA ''NAZIONE'' (NON IL PAESE) CONTA - CHI DICE CHE ELLY SCHLEIN HA VINTO, SPARA UNA CAZZATA. GLI ELETTI DEM SONO IN GRAN PARTE RIFORMISTI, LONTANI DALLE SUPERCAZZOLE DELLA MULTIGENDER CON TRE PASSAPORTI - SEPPELLITO RDC, A BAGNOMARIA IL SUPERBONUS, IL PAVONE CONTE E' STATO SPENNATO. I GRILLINI NON SI IDENTIFICANO NEI CONTIANI IN SALSA CASALINO E/O IN MODALITÀ TRAVAGLIO - LA SORPRESA AVS NON VA ACCREDITATA UNICAMENTE ALLA SALIS: IL BUM È AVVENUTO GRAZIE A UNA TRASMIGRAZIONE DI VOTI DA ELETTORI 5STELLE CHE NON SE LA SENTIVANO DI VOTARE PD - SALVINI: L’UNICO FATTORE CHE PUÒ MANTENERE IN PIEDI LA SUA LEADERSHIP È L’AUTONOMIA - DA QUI AL 2027, LA DUCETTA AVRÀ TRE GATTE DA PELARE: PREMIERATO, AUTONOMIA E GIUSTIZIA. MA IL VERO ICEBERG DELLA NAVIGAZIONE DEL GOVERNO DUCIONI SARANNO L’ECONOMIA E IL PATTO DI STABILITÀ