“MI SONO SENTITA DIVERSA COME POCHE VOLTE NELLA MIA VITA” – LA STORIA DI VALERIA ROBERTA VETRANO, LASCIATA A TERRA DA RYANAIR, DOPO CHE GLI ADDETTI DELLA COMPAGNIA LE HANNO VIETATO DI IMBARCARE LA SEDIA A ROTELLE: “MI HANNO DETTO CHE LA BATTERIA NON ERA ORIGINALE. HO SUBITO PRESENTATO LA DOCUMENTAZIONE DELL'AZIENDA PRODUTTRICE, MA NEPPURE QUELLA LI HA CONVINTI. HO CHIESTO DI ANDARE A LASCIARE LA SEDIA IN AUTO, MA MI HA DETTO CHE AVREI DOVUTO CORRERE PER PRENDERE L’AEREO…”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Lucia Landoni per www.repubblica.it

 

Valeria Roberta Vetrano disabile lasciata a terra da ryanair Valeria Roberta Vetrano disabile lasciata a terra da ryanair

Doveva essere l'inizio di una vacanza di Sant'Ambrogio a Bordeaux lungamente attesa, invece si è trasformata in "un'esperienza disumanizzante, che mi ha fatto sentire 'diversa' come poche volte è accaduto in vita mia": Valeria Roberta Vetrano - pugliese di nascita e milanese d'adozione, da nove anni si muove con una sedia a rotelle elettrica perché ha problemi di deambulazione - ieri sera si è presentata all'aeroporto bergamasco di Orio al Serio alle 20.15 insieme a un'amica per imbarcarsi sul volo Ryanair delle 21.50, ma non è riuscita a salire su quell'aereo.

 

La denuncia di Valeria Vetrano: che cosa è successo al check-in a Orio al Serio

I problemi sono sorti al banco del check-in, dove gli addetti le hanno vietato di imbarcare la sua sedia a rotelle, come aveva invece fatto decine di volte in passato, anche su voli della stessa compagnia aerea. "Mi hanno detto che la batteria non era originale, che nessuno garantiva loro che non avessi assemblato io il mezzo - racconta la donna - Per dimostrare che stavano dicendo delle assurdità, ho subito presentato la documentazione dell'azienda produttrice, ma neppure quella li ha convinti".

sedia a rotelle sedia a rotelle

 

Il personale di terra di Ryanair pretendeva prima che Vetrano smontasse la sedia a rotelle, staccando il motore - "cosa che non sono assolutamente in grado di fare, appunto perché non ho assemblato io la carrozzina" - e poi che la lasciasse in aeroporto, salendo sull'aereo con le sue gambe: "Io l'avrei anche fatto pur di partire, ma mi hanno detto di non avere un deposito e la mia sedia a rotelle costa circa ottomila euro - continua - Non potevo semplicemente lasciarla lì.

 

boeing ryanair boeing ryanair

A quel punto ho detto che la mia amica sarebbe potuta tornare nel parcheggio dello scalo per caricare il mio mezzo in auto, ma io poi avrei avuto bisogno di assistenza e soprattutto di tempo per raggiungere il gate, perché da sola mi muovo molto lentamente. Insomma, mi sono ritrovata io a cercare con ogni mezzo di andare incontro a loro".

sedia a rotelle 1 sedia a rotelle 1

 

La disabile lasciata a terra e i problemi con la sedia a rotelle

Anche questa soluzione però è stata respinta dagli addetti di Ryanair: "Mi sembrava di essere di fronte a un muro d'acciaio, impenetrabile nonostante tutti i miei sforzi - prosegue Valeria Roberta Vetrano - Mi hanno detto che l'aereo non poteva certo aspettare me e che avrei dovuto fare il tragitto di corsa o niente, dato che non ci avevo pensato prima. Hanno usato proprio queste parole, come se io fossi in grado di correre. Nel frattempo lo staff dell'assistenza disabili, presente e disponibile al nostro arrivo in aeroporto, si era ormai dileguato". (…)

RYANAIR RYANAIR

 

Solo una volta che il volo era stato perso, gli addetti si sono decisi a inviare delle foto della sedia a rotelle alla sede centrale di Ryanair a Dublino per avere indicazioni (…)

Alla fine Valeria Roberta Vetrano e la sua accompagnatrice hanno lasciato lo scalo bergamasco ben oltre la mezzanotte, "senza rimborso né scuse per l'accaduto. (…)

ryanair 1 ryanair 1 ryanair 2 ryanair 2 sedia a rotelle 2 sedia a rotelle 2 ryanair ryanair ryanair 3 ryanair 3

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

PERCHÉ RENZI SI È TRASFORMATO IN UN ARIETE LANCIATO CONTRO I SERVIZI SEGRETI? - IL LEGALE DEL “PATRIOTA DI RIGNANO”, LUIGI PANELLA, GIÀ DIFENSORE DELLO 007 MARCO MANCINI SINO AL 2014, STA PROVANDO A IMBASTIRE UN PROCESSO PER LA NOSTRA INTELLIGENCE, “COLPEVOLE” DI AVER PREPENSIONATO NEL 2021 IL DIRIGENTE DEL DIS PROPRIO A CAUSA DI QUELL’INCONTRO ALL’AUTOGRILL PROBABILMENTE NON SUFFICIENTEMENTE MOTIVATO TRA UN LEADER DI PARTITO E UN CAPO REPARTO DEL DIS - PARLA L’UOMO CHE A “REPORT” HA CONFERMATO L’IDENTITÀ DI MANCINI: “LE SUE AMBIZIONI ERANO NOTE..”

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALISSIMO A MISURA DUOMO - PORTALUPPI CHIAMA, MILANO RISPONDE! IN CINQUECENTO SI SONO SCAPICOLLATI PER FESTEGGIARE L’USCITA DEL LIBRO ‘’PIERO PORTALUPPI’’, L’ARCHITETTO CHE HA CAMBIATO CON I SUOI LAVORI LA FACCIA DELLA CAPITALE LOMBARDA - IN CASA DEGLI ATELLANI, IL GIOIELLO RINASCIMENTALE TRASFORMATO UN SECOLO FA DA PORTALUPPI, PIERO MARANGHI, CURATORE DELL’OPERA, HA ACCOLTO GIBERTO ARRIVABENE E BIANCA D’AOSTA, TOMMASO SACCHI E CHIARA BAZOLI, NICOLA PORRO E STEFANO BARTEZZAGHI, VERONICA ETRO E MARCO BALICH, BARNABA FORNASETTI E MICHELA MORO…

viaggi

salute