“SARA TOMMASI MI HA TRADITO” - PARLA DEBORA CATTONI, CHE È STATA MANAGER DI SARA TOMMASI DAL 2014 FINO A POCO TEMPO FA - “LE SONO STATA ACCANTO QUANDO NESSUNO LA VOLEVA, QUANDO LE TESTATE GIORNALISTICHE NON VOLEVANO PUBBLICARE NULLA SU DI LEI. NON HA AVUTO PAZIENZA, ED È PER QUESTO CHE SI È ROVINATA CON LE SUE STESSE MANI. HA PREFERITO SCEGLIERE IL PEGGIO AL MEGLIO. TUTTI MI DICEVANO…”

-

Condividi questo articolo

Comunicato stampa di Debora Cattoni, ex manager di Sara Tommasi:

 

debora cattoni 6 debora cattoni 6

“Con Sara ho avuto un rapporto speciale, le sono stata accanto quando nessuno la voleva, quando le testate giornalistiche non volevano pubblicare nulla su di lei. Non mi sono fatta conoscere ma c’ero. Dalla fine del 2014 a oggi non l’ho mai mollata. Mi sono sempre detta: “Ho scelto questo cavallo zoppo, ma che sicuramente tornerà a correre più  forte e veloce di prima”. Lei mi ha sempre tradita, mi ha fatto bypassare da tutti, non l’ho mai costretta a stare con me in amicizia e tutti mi riportavano cosa diceva di me in giro.

debora cattoni debora cattoni

 

Ha bloccato molti lavori che avevo per lei. Fui chiamata da Simona Ventura che voleva darle un’altra possibilità e uscì un importante intervista, grazie a Giovanni Terzi per Libero Quotidiano, testata nazionale cartacea, che chiamò me, e da lì avremmo potuto ripartire per rientrare nel mondo della TV. Sara non ha avuto fede, pazienza, ed è per questo che si è rovinata con le sue stesse mani. Ha preferito scegliere il peggio al meglio, chi lo sa perché.

 

Sono molto delusa da lei, non solo nel lavoro. Facendomi fare anche pessime figure, mi ha ferita umanamente. E lo ha fatto per sei anni. Sara tornerà, ne sono sicura, come ha sempre fatto. Ma io non voglio più sprecare energie inutili, non ci sarò più per lei. Non perderò la credibilità per lei, e già ne stavo perdendo. Tutti mi dicevano: “Stai lontana da lei”. Eppure sono sempre andata contro vento, cercavo di capire la sua anima. Purtroppo oggi debbo ammettere che Sara corre dietro alle illusioni e alle false promesse.

debora cattoni e sara tommasi debora cattoni e sara tommasi

 

Però voglio ringraziarla, perché ho capito cosa volevo fare da grande. Lei mi ha “scoperta”. Io la salvai dalla sua vita negativa e da un brutto giro che le era rimasto nella testa. Ho cercato di rimetterla in luce, ho fatto di tutto, perché credevo in lei. Sono molto fedele a Dio, credo nei suoi miracoli. Il perdono è ciò che ci eleva e ci rilascia pace. Ecco, io l’ho perdonata, ma non posso dimenticare...Ora voglio proseguire la mia vita, come già sto facendo con persone genuine e pulite”.

sara tommasi e debora cattoni sara tommasi e debora cattoni debora cattoni debora cattoni cattoni tommasi cattoni tommasi DEBORA CATTONI E VITTORIO SGARBI DEBORA CATTONI E VITTORIO SGARBI debora cattoni debora cattoni debora cattoni debora cattoni debora cattoni debora cattoni DEBORA CATTONI SARA TOMMASI DEBORA CATTONI SARA TOMMASI DEBORA CATTONI DEBORA CATTONI DEBORA CATTONI DEBORA CATTONI debora cattoni 3 debora cattoni 3 sara tommasi e debora cattoni sara tommasi e debora cattoni debora cattoni debora cattoni sara tommasi e debora cattoni sara tommasi e debora cattoni debora cattoni 4 debora cattoni 4 debora cattoni 5 debora cattoni 5

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

LA SECONDA ONDATA LA AFFRONTIAMO ALLA SVEDESE? - CRESCE LA RABBIA IN EUROPA PER LE MISURE ANTI-COVID. DALLA FRONDA MARSIGLIESE AI ''GIÙ LA MASCHERA'' SPAGNOLI, ANCHE IN GERMANIA C'È UN MOVIMENTO CHE VUOLE LIMITARE LE RESTRIZIONI, E I PRESIDENTI DI DUE LANDER SONO CONTRARI A UN INASPRIMENTO DELLE MISURE - NON SI TRATTA SOLO DI NO-VAX E NO-MASK, MA ANCHE DI PERSONE CHE VOGLIONO ADOTTARE IL MODELLO SVEDESE (MENO MORTI DELL'ITALIA IN RAPPORTO ALLA POPOLAZIONE PUR AVENDO EVITATO IL LOCKDOWN)