IL NULLA OLTRE IL GELO – LE IMPRESSIONANTI IMMAGINI DI UN PICCOLO INSEDIAMENTO A POCHI CHILOMETRI DA VORKUTA, LA CITTÀ RUSSA DOVE SORGEVA UN ENORME GULAG E DOVE SI RAGGIUNGONO I -50 GRADI: L’AGGLOMERATO DI CASE, ORMAI ABBANDONATO, È UN LUOGO SPETTRALE DOVE IL GHIACCIO SI È IMPOSSESSATO DELLE STANZE, DEI DIVANI E DEI LAMPADARI… - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

DAGONEWS

 

vorkuta 13 vorkuta 13

Le inquietanti immagini di un insediamento a 17 chilometri da Vorkuta: una piccola città fantasma nella regione russa di Sementnozavodsky, un tempo abitato da chi lavorava nel centro minerario.

 

La regione raggiunge temperature estremamente fredde fino a meno 50 gradi Celsius nei mesi invernali e le foto mostrano come la neve e il ghiaccio si siano appropriati degli spazi lasciati dall’uomo entrando dentro le case dove si sono formati enormi stalattiti.

vorkuta 12 vorkuta 12

La città mineraria di Vorkuta è conosciuta come la città più orientale e più fredda d'Europa, con estati brevi e fresche e inverni estremamente freddi e nevosi.

 

Ha una popolazione stimata di poco meno di 60mila abitanti. Tra il 1930 e il 1950 nei pressi della città c’era uno dei più grandi gulag voluti da Stalin. Il numero dei prigionieri che lavoravano nelle miniere di Vorkuta era di circa 73mila di persone. 

vorkuta 2 vorkuta 2 vorkuta 11 vorkuta 11 vorkuta 15 vorkuta 15 vorkuta 9 vorkuta 9 vorkuta 8 vorkuta 8 vorkuta 20 vorkuta 20 vorkuta 18 vorkuta 18 vorkuta 14 vorkuta 14 vorkuta 19 vorkuta 19 vorkuta 17 vorkuta 17 vorkuta 16 vorkuta 16 vorkuta 3 vorkuta 3 vorkuta 10 vorkuta 10 vorkuta 6 vorkuta 6 vorkuta 5 vorkuta 5 vorkuta 7 vorkuta 7 vorkuta 4 vorkuta 4

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

“HANNO AMMAZZATO PABLO, PABLO È VIVO” – ITALO CUCCI RICORDA PAOLO ROSSI A UN ANNO DALLA MORTE E LA COPERTINA DEL SUO GUERIN SPORTIVO DOPO IL CALCIOSCOMMESSE - “NON MANCARONO GLI IDIOTI, MOLTI NON CAPIRONO CHE PABLO NON SOLO ERA VIVO MA SAREBBE DIVENTATO UN GRANDE DEL MUNDIAL. UNA VOLTA LO STESSO BEARZOT SI DISSE SORPRESO DELLE MIE CERTEZZE, MA POI…" - DAMASCELLI: "MESI A PARLARE DI MARADONA (PIÙ UNO STADIO DEDICATO) E SOPRATTUTTO SILENZIO PER PAOLO CHE CI REGALÒ UN SOGNO"

cafonal

CAFONALISSIMO – SARÀ PERCHÉ LA SERATA ERA SPONSORIZZATA DA ARMANI, SARÀ PERCHÉ (FORSE) ERA L’ULTIMA "PRIMA" DI MATTARELLA, FATTO STA CHE IERI ALLA SCALA NON SI SONO VISTE SMANDRAPPATE NÉ SIGNORE IN CERCA DI VISIBILITÀ CONCIATE COME ABAT-JOUR: LA PAROLA D'ORDINE ERA SOBRIETÀ - GLI UOMINI ERANO TUTTI IN SMOKING, LE DONNE AL MASSIMO HANNO OSATO UN VERDE SPERANZA. LA PELLICCIA DI MANUEL AGNELLI, CRISTINA MARINO SCOLLATISSIMA, BARBARA PALVIN  E GRETA FERRO CASTIGATE, CREMONINI CON LA MAMMA E LAURA MATTARELLA: I MIGLIORI E I PEGGIORI

viaggi

salute

"NON MI SPIEGO PERCHE' 6,5 MILIONI DI OVER 60 ANCORA NON SI SONO PRESENTATI A FARE LA TERZA DOSE…" - IL MEMBRO DEL CTS, FABIO CICILIANO: "SI PENSAVA CHE CHI HA GIÀ ADERITO ALLA CAMPAGNA FOSSE ORMAI INSERITO IN UN PERCORSO, MA STIAMO VEDENDO CHE NON PER TUTTI È COSÌ. BISOGNA CHIARIRE ALLE PERSONE CHE LA CAPACITÀ IMMUNOLOGICA DEL VACCINO E LA VALIDITÀ AMMINISTRATIVA DEL GREEN PASS SONO DUE COSE MOLTO DIVERSE. SONO FAVOREVOLE A UNA NORMA CHE INTRODUCA L'OBBLIGO DI MASCHERINE ALL'APERTO…"