OGNI SCARRAFONE È BELL'A MAMMA SOJA – LE MADRI SONO “ACCECATE” DALL’AMORE PER I LORO BIMBI TANTO DA NON RENDERSI CONTO SE I LORO FIGLI SONO OBESI – UNA RICERCA DELL’UNIVERSITÀ DI PADOVA SOTTOLINEA COME L’80% DELLE MAMME CON BAMBINI SOVRAPPESO HA LA PERCEZIONE CHE I LORO PICCOLI SIANO IN FORMA – E DIVENTANO UNA PALLA DI LARDO

-

Condividi questo articolo


Da "www.corriere.it"

 

OBESITA INFANTILE OBESITA INFANTILE

“L’amore rende ciechi?” è la frase iniziale (“Does Love Really Make Mothers Blind? A Large Transcontinental Study on Mothers’ Awareness About Their Children’s Weight”) che dà il titolo a una ricerca condotta dall’Università di Padova e pubblicata da poco sulla rivista internazionale Obesity che indaga sulla percezione della forma fisica che hanno le genitrici in vari Paesi del mondo.

 

Pessima percezione e consapevolezza, pare, rispetto al sovrappeso o obesità dei propri figli.

BAMBINI OBESI BAMBINI OBESI

 

La ricerca

Il team di ricercatori padovani guidato da Dario Gregori dell’Unità di Biostatistica, Epidemiologia e Sanità pubblica del Dipartimento di Scienze cardiologiche, toraci e vascolari, ha preso in esame 2.720 bambini (di età compresa tra i 3 e gli 11 anni) in 10 nazioni in tutto il mondo (Cile, Messico, Argentina, Brasile, Germania, Francia, Italia, Regno Unito, Georgia, e India).

 

OBESI OBESI

Di questi, 774 bambini sono risultati in sovrappeso-obesi. In Italia, in linea con le altre nazioni europee, è stata identificata una minore proporzione di bambini sovrappeso-obesi (30 su 774, pari al 4% del totale dei bambini sovrappeso-obesi).

 

La proporzione maggiore di bambini sovrappeso-obesi è stata identificata in India (49%) e America Latina (16%), in Brasile (7%), in Cile (6%), in Argentina (6%) e Messico (6%).

 

ADOLESCENTI OBESI ADOLESCENTI OBESI

Italia quasi maglia nera

Per quanto riguarda la percezione delle madri di bambini obesi o sovrappeso, questa risulta sfasata nella quasi totalità dei casi: 89% per i bambini fuori forma e 52% per quelli obesi con una leggera variabilità tra i Paesi considerati nello studio (dal 50% del Cile all’89% della Francia).

obesita bambini obesita bambini

 

L’Italia rappresenta uno dei Paesi con la proporzione più elevata di poco corretta percezione (80%). 24 piccoli (sovrappeso-obesi) su 30 sono stati percepiti dalle proprie madri come “in forma”. Peggio di noi in Europa, appunto, la Francia e la Gran Bretagna (83%).

 

BAMBINO OBESO BAMBINO OBESO

Correggere l’alimentazione? Perché?

Questa errata valutazione si è anche rivelata essere un fattore che influenza la scelta di adottare o meno azioni valide a perdere peso (i bambini sovrappeso-obesi che non venivano correttamente percepiti come tali dalle proprie madri sono risultati avere una minore probabilità di essere coinvolti in un program

campo per obesi a pechino campo per obesi a pechino Santiago viveva confinato in casa con la mamma Santiago viveva confinato in casa con la mamma Lu Hao a tre anni pesava sessanta chili Lu Hao a tre anni pesava sessanta chili Dzhambik Khatokhov a nove anni pesava oltre cento chili Dzhambik Khatokhov a nove anni pesava oltre cento chili Santiago Mendoz pesa come un bimbo di sei anni Santiago Mendoz pesa come un bimbo di sei anni yogita, harsh e anisha yogita, harsh e anisha

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - PRIMA DI RISPOLVERARE SECCHIELLI E PALETTE, SLIP E TANGA, IL GOVERNO DUCIONI DEVE SBROGLIARE QUEL CUBO DI RUBIK CATODICO CHE SI CHIAMA RAI. LA FIAMMA TRAGICA È TUTTA D’ACCORDO DI METTERE L’EX “GABBIANO” GIAMPAOLO ROSSI SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO, AL POSTO DI ROBERTO SERGIO CHE NON CE L’HA FATTA A VINCERE LA DIFFIDENZA TOTALE VERSO GLI “ESTRANEI” DI VIA DELLA SCROFA - MA IL VERO ROMPICOJONI DI GIORGIA È SEMPRE LUI: MATTEO SALVINI CHE TEME DI RESTARE FUORI DALLA SPARTIZIONE TRA FDI, CON ROSSI SULLA POLTRONA DI AD, E FORZA ITALIA CON SIMONA AGNES ALLA PRESIDENZA. OVVIAMENTE NON HANNO NESSUNA INTENZIONE DI DARE AL CARROCCIO LA POLTRONA DI DIRETTORE GENERALE, SULLA QUALE STA SEDUTO ORA ROSSI...

DAGOREPORT - LUGLIO SI CONFERMA IL MESE PIÙ CRUDELE PER IL FASCISMO DI IERI (25 LUGLIO, LA CADUTA DEL DUCE) E PER IL POST-FASCISMO DI OGGI (18 LUGLIO, L’EURO-CAPITOMBOLO DELLA DUCETTA) - IL "NO" A URSULA VON DER LEYEN SEGNA LO SPARTIACQUE DEL GOVERNO MELONI NON SOLO IN EUROPA MA ANCHE IN CASA: SI TROVERÀ CONFICCATA NEL FIANCO NON UNA BENSÌ DUE SPINE. OLTRE ALL'ULTRA' SALVINI, S'AVANZA UNA FORZA ITALIA CON VOLTI NUOVI, NON PIÙ SUPINA MA D’ATTACCO, CHE ''TORNI AD ESSERE RIFERIMENTO DEI TANTI MODERATI DEL PAESE” (PIER SILVIO) - ORA I PALAZZI ROMANI SI DOMANDANO: CON DUE ALLEATI DI OPPOSIZIONE, COSA POTRÀ SUCCEDERE AL GOVERNO DELLA UNDERDOG DELLA GARBATELLA? NELLA MENTE DELLA DUCETTA SI FA STRADA L’IDEA DI ANDARE AL VOTO ANTICIPATO (COLLE PERMETTENDO), ALLA RICERCA DI UN PLEBISCITO CHE LA INCORONI “DONNA DELLA PROVVIDENZA” A PIAZZA VENEZIA - MA CI STA TUTTA ANCHE L’IDEA DI UNA NUOVA FORZA ITALIA CHE RIGETTI L'AUTORITARISMO DI FDI PER ALLEARSI CON IL PARTITO DEMOCRATICO E INSIEME PROPORSI ALL’ELETTORATO ITALIANO COME ALTERNATIVA AL FALLIMENTO DEL MELONISMO DEL “QUI COMANDO IO!”

DAGOREPORT - ANZICHÉ OCCUPARSI DI UN MONDO SOTTOSOPRA, I NOSTRI SERVIZI SEGRETI CONTINUANO LE LORO LOTTE DI POTERE - C’È MARETTA AL SERVIZIO ESTERO DELL’AISE, IL VICE DIRETTORE NICOLA BOERI VA IN PENSIONE. CARAVELLI PUNTA ALLA NOMINA DEL SUO CAPO DI GABINETTO, LEONARDO BIANCHI, CHE È CONTRASTATA DA CHI HA IN MENTE UN ESTERNO – ACQUE AGITATE ANCHE PER IL CAPO DELL’AISI, BRUNO VALENSISE: IL SUO FEDELE VICE DIRETTORE CARLO DE DONNO VA IN PENSIONE, MENTRE L’ALTRO VICE, GIUSEPPE DEL DEO, USCITO SCONFITTO DALLA CORSA PER LA DIREZIONE, SCALPITA – MENTRE I RAPPORTI CON PALAZZO CHIGI DELLA DIRETTORA DEL DIS, ELISABETTA BELLONI, SI SONO RAFFREDDATI…

DAGOREPORT – GIORGIA VOTA NO E URSULA GODE – VON DER LEYEN È DESCRITTA DAI FEDELISSIMI COME “MOLTO SOLLEVATA” PER IL VOTO DI GIOVEDÌ, SOPRATTUTTO PERCHÉ ORA NON È IN DEBITO IN NESSUN MODO CON LA DUCETTA – LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE ERA DETERMINATA A METTERSI NELLE CONDIZIONI DI NON CHIEDERE L'APPOGGIO DI FDI E AVEVA DATO DISPOSIZIONI DI CALCOLARE IN ANTICIPO IL NUMERO DEI FRANCHI TIRATORI – I DUE CONTATTI TELEFONICI CON MELONI PRIMA DEL VOTO E IL TIMORE CHE, SOTTO LA SPINTA DI TAJANI, LA SORA GIORGIA AVREBBE GIOCATO LA CARTA DEL VOTO FAVOREVOLE DI FDI PER INCASTRARLA POLITICAMENTE…

FLASH! - ALLA DIARCHIA DEI BERLUSCONI NON INTERESSA ASSOLUTAMENTE AVERE UN RUOLO POLITICO (MARINA HA IMPOSTO IL VETO A PIER SILVIO). MOLTO MEGLIO AVERE UN PESO POLITICO - DI QUI L'IDEA DI COMPRARE UN QUOTIDIANO GIA' IN EDICOLA ( "IL GIORNO" DI RIFFESER?), VISTO CHE "IL GIORNALE" DI SALLUSTI E ANGELUCCI SERVE ED APPARECCHIA SOLO PER GIORGIA MELONI - IMPOSSIBILITATI PER RAGIONI DI ANTI-TRUST, L'OPERAZIONE DI MARINA E PIER SILVIO VERREBBE PORTATA A TERMINE DA UN IMPRENDITORE AMICO, FIANCHEGGIATORE DI FORZA ITALIA...