1. LA MERAVIGLIOSA STORIA DI SUSANNA, PROSTITUTA 50ENNE CHE MANTIENE DUE FIGLI E LA MADRE, NON HA PAPPONI E BATTE LA SALARIA IN BICICLETTA: “MI SONO FATTA MEZZA SKY” 
2. “SCELGO IO CON CHI ANDARE, SONO UNA DONNA LIBERA” – ANCORA: “SONO LIBERA DI FARMI SCOPARE DA CHI MI PIACE” – DI PIÙ: “BACIO I CLIENTI IN BOCCA, QUALE PUTTANA LO FA?” (VIDEO)
3. “HO LAVORATO IN BAR E RISTORANTI COME UNA MATTA E A UN CERTO PUNTO HO DETTO: MA SAI CHE C’È, VAFFANCULO. ADESSO MI RIMETTO IN PISTA. HO PRESO UNA BICICLETTINA, PRIMA ANDAVO A BATTERE AL CENTRO PERCHÉ PARLAVO INGLESE E FRANCESE. A UN CERTO PUNTO MI HANNO MINACCIATO I PAPPONI: MI SONO MESSA PAURA E ME NE SONO ANDATA. E SONO ANDATA SULLA SALARIA. DUE POSTI ALL’APERTO ACCANTO A SKY E IL LAVORO VA ALLA GRANDE”

Susanna è ormai un vero e proprio personaggio: si racconta a Radio 24. “Ho 50 anni ma sono un pezzo di figa che nemmeno immaginate. Lavoro più o meno all’altezza di Sky, infatti tutti quelli che lavorano a Sky sono passati da me…”

Condividi questo articolo


Susanna prostituta 50enne che batte la Salaria in bicicletta

Da “La Zanzara - Radio 24

 

“Non ho niente da nascondere, nella vita ho conosciuto dei bastardi, ho fatto due figli all’estero, mi hanno lasciato da sola e sono tornata in Italia. Mi sono messa a lavorare, bar, ristoranti. Ho lavorato come una matta e a un certo punto ho detto: ma sai che c’è , vaffanculo. Adesso mi rimetto in pista. Ho preso una biciclettina, prima andavo a battere al centro perché parlavo inglese e francese e andavo negli alberghi con gli uomini d’affari.

 

Susanna prostituta 50enne che batte la Salaria in bicicletta Susanna prostituta 50enne che batte la Salaria in bicicletta

A un certo punto mi hanno minacciato i papponi: sei richiesta, mi hanno detto, te ne devi andare. Mi sono messa paura e me ne sono andata. E sono andata sulla Salaria. Ho trovato due posticini all’aperto proprio accanto a Sky e il lavoro va alla grande”. A la Zanzara su Radio 24 racconta la sua storia Susanna, una donna di 50 anni diventata molto conosciuta sulla Salaria, a Roma. Una prostituta. Una donna senza papponi, non è schiavizzata e ha deciso di fare la puttana (anche lei si chiama così) per mantenere due figli ormai grandi e la madre.

 

“Prima sulla Salaria – dice Susanna - avevo un pò paura, invece mi si è aperto un mondo. Sono  sola, faccio tutto di mia libera iniziativa. Sono libera e felice di farmi scopare da chi mi piace. E sto bene così”. E ancora:  “Ho 50 anni ma sono un pezzo di figa che nemmeno immaginate. Lavoro più o meno all’altezza di Sky, infatti tutti quelli che lavorano a Sky sono passati da me”. A un certo punto arriva un cliente in macchina: “Volevi venire, all’aperto o in albergo? In albergo.

 

Fai retromarcia, e vai in quell’hotel con le bandiere vicino all’aeroporto dell’Urbe. Ok ci vediamoli  tra dieci minuti”. Poi riprende l’intervista:  “Non vado con tutti. Dipende se puzzano, se sono profumati. Se si presentano bene. Questo è un posto di passaggio. Vado dai 30-50 euro, ai 100-200 in albergo. Dipende dalla prestazione. Posso fare dai 5 ai 10 clienti al giorno”.

Susanna prostituta 50enne che batte la Salaria in bicicletta Susanna prostituta 50enne che batte la Salaria in bicicletta

 

“Vado in giro con il pantaloncino dentro al culo – dice ancora - adoro andare in bicicletta. Orami mi conoscono tutti, non mi dice niente nessuno. Nemmeno carabinieri e poliziotti. Non mi aspettavo questo successo a 50 anni, ma ne dimostro 35-40. Mi alleno tutti i giorni”. Racconta ancora della sua vita, Susanna: “Ho due figli, uno di 19 l’altro di 16. Facendo la puttana li mantengo.

 

Susanna prostituta 50enne che batte la Salaria in bicicletta Susanna prostituta 50enne che batte la Salaria in bicicletta

Loro soffrono che faccio questa vita, ma non faccio mancare nulla. Né a loro né a mia madre. Mantengo tre persone”. “Sono felicissima – continua - di farmi scopare, lo farei anche se non facessi la puttana. Da me tornano perché trovano una donna che gode. Faccio dei pompini incredibili. E poi io sono vera, bacio sulle labbra. Quale puttana bacia?”.

 

“Mando via un sacco di gente – ripete - panzoni, grassoni, gente sporca. Potrei fare il triplo dei soldi. Vado solo con persone pulite, di tutte le classi sociali”. Arriva un secondo cliente: “Ciao tesorino, come stai? Allora, andiamo? Ragazzi, ora vi devo lasciare, vado in albergo. Un bacio”

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

LA VEDO NERA - UN SONDAGGIO TRA 750 CEO AMERICANI NON LASCIA SCAMPO: IL 60% VEDE UNA RECESSIONE IN ARRIVO ENTRO 18 MESI E IL 15% RITIENE CHE SIA GIÀ IN ATTO NELLA PRINCIPALE AREA DOVE OPERANO - IL FONDO MONETARIO RIVEDE AL RIBASSO LE STIME DI CRESCITA DEL PIL USA (DAL 3,7 AL 2,9%) DOPO CHE IL PRESIDENTE DELLA FED POWELL AL CONGRESSO AVEVA DEFINITO LA FRENATA ECONOMICA “UNA POSSIBILITÀ” – NEGLI USA CALANO I PERMESSI PER LE NUOVE ABITAZIONI, LE VENDITE AL DETTAGLIO ARRETRANO, LE FAMIGLIE PAGANO I DEBITI CON DIFFICOLTA’, AUMENTANO LE RICHIESTE DI SUSSIDI DI DISOCCUPAZIONE E SI SUSSEGUONO GLI ANNUNCI DI LICENZIAMENTI DAI GRANDI GRUPPI

cronache

sport

“I RAPPORTI CON LA VEZZALI? NON POTREMMO MAI SALIRE IN ASCENSORE INSIEME! FAREI PASSARE LEI, CHE COME SOTTOSEGRETARIO ALLO SPORT È PIÙ IMPORTANTE E VA SEMPRE DI FRETTA…” – LA STOCCATA DI ELISA DI FRANCISCA ALLA RIVALE – “CON LA VITA DA ATLETA HO CHIUSO: E’ STATA UNA DECISIONE SOFFERTA. VORREI ESSERE LA PRIMA DONNA CT DELLA SCHERMA" – E POI RACCONTA DI QUELL’AMORE VIOLENTO A 18 ANNI: “INSULTI, BESTEMMIE, MINACCE E, ALLA FINE, UNO SCHIAFFONE CHE MI HA AIUTATO A SVEGLIARMI. OGGI HO SEMINATO I MOSTRI CHE MI INSEGUIVANO" - VIDEO

cafonal

CAFONALINO D'ARGENTO - LA LUNGA NOTTE DEI NASTRI D'ARGENTO CONSEGNATI AL MAXXI DI ROMA: GRANDE RESSA NEL GIARDINO DEL RISTORANTE MEDITERRANEO, PER INGOZZARSI CON L'APERITIVO PRIMA DEL VIA ALLA CONSEGNA DEI PREMI ASSEGNATI DAL SINDACATO NAZIONALE GIORNALISTI CINEMATOGRAFICI ITALIANI - OLTRE ALLA PADRONA DI CASA, GIOVANNA MELANDRI, HANNO SFILATO UNA DRUSILLA FOER IN GRANDE FORMA, PAOLO SORRENTINO, EDOARDO LEO, MIRIAM LEONE, TERESA SAPONANGELO, L'ASSESSORE ALLA CULTURA DI ROMA MIGUEL GOTOR E… - FOTO

viaggi

salute

“I CASI CRESCERANNO ANCORA COME GIÀ AVVIENE IN EUROPA. LASCIAR CORRERE IL VIRUS? È SBAGLIATO SOTTOVALUTARLO” – IL PRESIDENTE DELL’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’, BRUSAFERRO: “LA QUARTA DOSE E’ NECESSARIA PER I FRAGILI. LE REINFEZIONI SUPERANO L'8%. SAPPIAMO CHE OGGI CHI, PUR ESSENDOSI VACCINATO E AVENDO AVUTO L'INFEZIONE, POTREBBE CONTRARRE UNA SECONDA VOLTA IL VIRUS CHE PERÒ COLPISCE IN MODO MENO GRAVE DAL PUNTO DI VISTA CLINICO – IL TRACCIAMENTO IN QUESTA FASE È MOLTO DIFFICILE. IL NUMERO DEI CASI È TROPPO ELEVATO E PRESUMIBILMENTE QUELLI NOTIFICATI SONO INFERIORI AI REALI…”