REPRESSIONE A TUTTA FORCA – IN IRAN GLI AYATOLLAH CONTINUANO A GIUSTIZIARE I DISSIDENTI: STAMATTINA DUE UOMINI, SADROLLAH FAZELI ZARI E YOUSSEF MEHRDAD, SONO STATI IMPICCATI PER “AVER INSULTATO IL PROFETA MAOMETTO E BRUCIATO IL CORANO” - DUE ANNI FA, UNO DEGLI ACCUSATI AVEVA “AMMESSO” GLI INSULTI CHE GLI VENIVANO IMPUTATI. TE CREDO: L’AVEVANO TORTURATO…

-

Condividi questo articolo


Estratto da www.lastampa.it

impiccagioni in iran impiccagioni in iran

 

In Iran sono state eseguite le condanne a morte di due uomini, Sadrollah Fazeli Zarei e Youssef Mehrdad, impiccati stamattina per «aver insultato il Profeta Maometto e... bruciato il Corano», ha riferito il sito web della magistratura.

 

Nel marzo di due anni fa, uno degli accusati avrebbe confessato di aver pubblicato un contenuto sul suo account di social media in cui ammetteva gli insulti commessi, ha aggiunto Mizan.

 

impiccagioni in iran impiccagioni in iran

Si tratta di confessioni che i gruppi di difesa dei diritti umani in Iran definiscono «forzate» in quanto spesso ottenute sotto costrizione. Almeno 582 persone sono state giustiziate in Iran lo scorso anno [...]

impiccagioni in iran impiccagioni in iran

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…

DAGOREPORT - DOVE VA IL PD, SENZA LA BANANA DELLA LEADERSHIP? IL FALLIMENTO DI ELLY SCHLEIN È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI. GENTILONI È UNA “SAPONETTA” SCIVOLATA DA RUTELLI A RENZI, PRIVO DI PERSONALITÀ E DI CARISMA. QUALITÀ ASSENTI ANCHE NEL DNA DI FRANCESCHINI, ORLANDO E GUERINI, PER NON PARLARE DI BONACCINI, CHE HA LO STESSO APPEAL DI UNA POMPA DI BENZINA - ECCO PERCHÉ, IN TALE SCENARIO DI NANI E BALLERINI, SOSTENUTO DAI MAGHI DELL’ULIVO BAZOLI E PRODI, BEPPE SALA POTREBBE FARCELA A RAGGRUPPARE LA SINISTRA E IL CENTRO E GUIDARE LE ANIME DIVERSE E CONTRADDITTORIE DEL PD. NELLO STESSO TEMPO TROVARE, ESSENDO UN TIPINO PRAGMATICO, UN EQUILIBRIO CON L’EGO ESPANSO DI GIUSEPPE CONTE E SQUADERNARE COSÌ UNA VERA OPPOSIZIONE AL GOVERNO MELONI IN CUI SCHLEIN HA FALLITO