UNA REPUBBLICA FONDATA SUL LAVORO (PRECARIO) – ALLA FACCIA DELLA MELONI CHE SI VANTAVA DI AVER STABILIZZATO IL “PRECARIATO AI MINIMI TERMINI”: SECONDO LA RELAZIONE ANNUALE DELLA BANCA D’ITALIA NON SOLO QUEST’ANNO I CONTRATTI A TEMPO DETERMINATO SI ATTESTANO AL 15%, MA L'80% DI CHI NON HA UN POSTO FISSO NON VIENE STABILIZZATO - DOPO I PRIMI DUE ANNI, IL 30% RIMANE OCCUPATO CON UN ALTRO CONTRATTO A TERMINE E IL RESTANTE 50 PERDE PROPRIO L'IMPIEGO…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Luca Monticelli per “la Stampa”

 

lavoratori precari proteste lavoratori precari proteste

Nell'ultimo anno si è parlato spesso dei "record" dell'occupazione, addirittura il governo si è vantato di aver stabilizzato «il precariato ai minimi», ma analizzando i freddi numeri si nota che la dinamica del mercato del lavoro resta asfittica e diseguale, in cui i giovani, i precari e le donne continuano a fare fatica. Anche gli ultimi dati Istat registrano più persone al lavoro, soprattutto fra gli over 50, ad eccezione tuttavia della classe tra i 25 e i 34 anni, che è la più colpita dal precariato.

giorgia meloni dopo le europee giorgia meloni dopo le europee

 

Nella relazione annuale della Banca d'Italia emerge chiaramente il problema degli "eterni precari", quei lavoratori che passano da un impiego all'altro senza mai essere assunti. Il primo rapporto firmato dal governatore Fabio Panetta riporta un dato che testimonia la mancata valorizzazione del capitale umano: l'80% dei lavoratori con un contratto a tempo determinato non viene stabilizzato.

lavoratori lavoratori

 

Dopo i primi due anni, il 30% rimane occupato con un altro contratto a termine e il restante 50 perde proprio l'impiego.

 

[…] A marzo di quest'anno, la percentuale dei dipendenti con un contratto a tempo determinato era pari al 15%, circa 2,8 milioni di lavoratori. Fino ai primi mesi del 2017 la percentuale era sempre inferiore al 15%, addirittura nei primi anni Duemila si attestava attorno al 10%.

lavoratori precari proteste lavoratori precari proteste

 

È solo negli ultimi sette-otto anni che i contratti temporanei sono aumentati con picchi anche del 17% nel 2018 e nel 2022. Infatti, la Banca d'Italia sottolinea proprio come l'incidenza del lavoro a termine sia molto più alta adesso rispetto all'inizio del Duemila nella fascia d'età tra 15 e 34 anni. […]

lavoratori precari proteste lavoratori precari proteste lavoratori precari proteste lavoratori precari proteste lavoro precario 6 lavoro precario 6 lavoro precario 2 lavoro precario 2 lavoratori precari proteste lavoratori precari proteste

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! - VIKTOR ORBÁN ASSUMERÀ IL 1° LUGLIO LA PRESIDENZA DI TURNO AL CONSIGLIO EUROPEO MA HA GIÀ FATTO INCAZZARE MEZZO CONTINENTE: IL MOTTO SCELTO DAL PREMIER UNGHERESE È MEGA (‘’MAKE EUROPE GREAT AGAIN’’). UN'EVIDENTE RIFERIMENTO AL MANTRA MAGA (‘’MAKE AMERICA GREAT AGAIN’’) CHE DA ANNI MARCHIA LE CAMPAGNE ELETTORALI DI DONALD TRUMP – NON BASTA: SFANCULATA LA DUCETTA PRO-KIEV, IL FILO PUTINIANO ORBAN MINACCIA DI ENTRARE NEL GRUPPO DI LE PEN-SALVINI – ASPETTANDO IL CAOS-ORBAN A PARTIRE DA LUGLIO, MACRON-SCHOLZ-TUSK VOGLIONO CHIUDERE LE NOMINE DELLA COMMISSIONE EU ENTRO IL 28 GIUGNO…

DAGOREPORT – COM’È STATO POSSIBILE IDENTIFICARE UNO DEI DUE UOMINI DEI SERVIZI CHE LA SERA DEL 30 NOVEMBRE 2023, UN MESE DOPO LA ROTTURA TRA MELONI E GIAMBRUNO, TENTAVA DI PIAZZARE “CIMICI” NELLA PORSCHE DEL VISPO ANDREA, PARCHEGGIATA DAVANTI CASA DELLA DUCETTA? - LA POLIZIOTTA, DI GUARDIA ALLA CASA DI GIORGIA, HA CHIESTO LORO DI IDENTIFICARSI, E VISTO I DISTINTIVI DEGLI 007 COL SIMBOLO DI PALAZZO CHIGI, HA ANNOTATO NOMI E COGNOMI - PER GLI ADDETTI AI LIVORI, UN “CONFLITTO” INTERNO AI SERVIZI HA FATTO ESPLODERE IL FATTACCIO: UNA PARTE DELL’AISI NON HA GRADITO L’OPERAZIONE “DEVIATA” (LO SCOOP DEL "DOMANI" ARRIVA 20 GIORNI DOPO LA NOMINA DI BRUNO VALENSISE AL VERTICE DELL’AISI)

C’EST FINI: DALLA CASA DI MONTECARLO ALLA SEPARAZIONE IN CASA - LA VICENDA MONEGASCA È STATA LA MINA CHE HA FATTO SALTARE IL MATRIMONIO DI GIANFRANCO FINI ED ELISABETTA TULLIANI - NON C’È NULLA DI UFFICIALE MA CHI ERA AMICO DELLA COPPIA DICE: “SI SONO LASCIATI DA UN BEL PO'” – GIÀ, A VEDERLI INSIEME NELL’AULA DEL PROCESSO SULLA CASA DI MONTECARLO, LONTANI E SENZA MAI INTRECCIARE UNO SGUARDO, ERANO LA RAPPRESENTAZIONE DI DUE CHE NON STANNO PIÙ INSIEME – NEGLI ULTIMI TEMPI, ALLA CENE IN CASA DEGLI AMICI, FINI SI PRESENTA SOLO, IL VOLTO SEMPRE PIÙ SOLCATO DA RUGHE E DAL DOLORE DI AVER BUTTATO VIA UNA CARRIERA POLITICA PER AMORE…

LE LODI A GIORNALI UNIFICATI PER ELISABETTA BELLONI, SHERPA AL G7, HANNO MANDATO IN TILT GLI OTOLITI FRAGILI DI GIORGIA MELONI - DELLA SERIE: MA ‘STA BELLONI LAVORA PER LO STATO O PER SE STESSA? - LA DUCETTA NON VUOLE NESSUNO A FARLE OMBRA, TANTOMENO UNA “SERVITRICE DELLO STATO” DALLE AMICIZIE TRASVERSALI CHE HA IL QUIRINALE NEL MIRINO - IL “DINAMISMO DI POTERE” DI ELISABETTA BELLONI, CHE HA APPESANTITO IL FEGATO DELLA MELONI, E’ DILAGATO SUI MEDIA GRAZIE ALL’OPERA DEL SUO CAPO DELLA COMUNICAZIONE AL DIS, LUCREZIA PAGANO - IL DAGOREPORT SU VITA, MIRACOLI E SUCCESSI DI LADY BELLONI, SEMPRE ABILE A DESTREGGIARSI NEL MARE AGITATO DELLA POLITICA ITALIANA