E’ STATA PROFANATA LA TOMBA DI FRANCO CALIFANO A ARDEA, VICINO ROMA - RUBATO L’AUTOGRAFO IN BRONZO DEL “CALIFFO” CHE SI TROVAVA ACCANTO ALLA SCRITTA "NON ESCLUDO IL RITORNO", VOLUTA DAL CANTANTE IN SUO RICORDO. LA DENUNCIA SUI SOCIAL DEGLI AMMIRATORI E DELL’ATTORE MAURIZIO MATTIOLI – “UN ATTO VANDALICO DI UNA GRAVITÀ ASSOLUTA E CHE DOVREBBE ESSERE PUNITO. L'AUTORE DEL GESTO SI DOVREBBE PENTIRE E…”

-

Condividi questo articolo


Da repubblica.it

 

 

franco califano franco califano

Profanata la tomba di Franco Califano. Il Califfo è sepolto nel cimitero di Ardea, cittadina in provincia di Roma. Alcuni vandali hanno rubato la riproduzione in bronzo dell'autografo dell'artista che si trovava accanto alla scritta "Non escludo il ritorno", voluta dal cantante in suo ricordo.

 

Più di un visitatore ha denunciato l’accaduto notando la mancanza dell’autografo. Il tutto è poi stato segnalato sui social, anche dall’attore Maurizio Mattioli: "È una cosa assurda che neanche le tombe dei nostri cari possano stare tranquille nel cimitero – scrive –.

 

 

Aver ascoltato le canzoni di Califano, averlo seguito per tutta la sua lunga carriera, raccolte di dischi nelle proprie case con le canzoni cantate dal grande cantautore romano, non è difficile pensare che qualcuno, volesse tenere per sé un cimelio da tenere nella propria casa. Però è un atto vandalico di una gravità assoluta e che dovrebbe essere punito. L'autore del gesto si dovrebbe pentire e è restituire la scritta".

 

 

franco califano tomba franco califano tomba

Il Califfo è sepolto nel cimitero di Ardea dal 2013. La sua tomba è meta di pellegrinaggi dei fan che vengono da ogni angolo d’Italia a tributargli un omaggio. In un lato della tomba c’è infatti uno spazio dedicato ai pensieri dei visitatori.

franco califano franco califano

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – RISIKO BESTIALE A BRUXELLES! URSULA VON DER LEYEN, NONOSTANTE I VETI DEL TRIO TUSK-MACRON-SCHOLZ, S’ALLISCIA LA MELONI PER BLOCCARE I FRANCHI TIRATORI TRA POPOLARI E SOCIALISTI. MA L’INCIUCIONE SARÀ RIVELATO DOPO IL VOTO: SE L’ITALIA INCASSERÀ UN COMMISSARIO DI PESO, FRATELLI D’ITALIA SI SARÀ APPECORONATO ALLA COFANA TEDESCA (E ALLORA SÌ CHE SALVINI E LE PEN INIZIERANNO A CECCHINARE LA “TRADITRICE” GIORGIA) – OCCHIO A MACRON: ANCHE SE INDEBOLITO PER L’AVANZATA DELLE DESTRE IN FRANCIA, DA “ANIMALE FERITO” PUÒ DIVENTARE UNA MINA VAGANTE

FLASH! - COSA PUOI FARE PER DENUNCIARE LE GUERRE NEL MONDO? PER NON SBAGLIARE, VAI A CASA E ARRUOLA TUA MOGLIE! - È QUELLO CHE DEVE AVER PENSATO IL PRESIDENTE DEL CENTRO SPERIMENTALE DI CINEMATOGRAFIA SERGIO CASTELLITTO QUANDO SI È INVENTATO “DIASPORA DEGLI ARTISTI IN GUERRA”. AL CENTRO DELL’EVENTO, FINANZIATO DAL PNRR, BRILLA IL LONGANESIANO “TENGO FAMIGLIA”: LA SCRITTRICE MARGARET MAZZANTINI, MOGLIE DI CASTELLITTO, CONVERSERÀ CON DAVID GROSSMAN – A SANGIULIANO, CUI DIPENDE IL CSC, PARE OPPORTUNO CHE TRA TANTI LETTERATI IN CIRCOLAZIONE, SI VA A SCEGLIERE LA PROPRIA CONIUGE? 

STREGA CONTRO STREGA – SOSPINTA DAI QUEI SALOTTI ROMANI ALL’INSEGNA DELLA ‘’FROCIAGGINE’’, COME DIREBBE IL PAPA, CHIARA VALERIO STA INSEGUENDO LA FAVORITISSIMA DONATELLA DI PIETRANTONIO - ALL’INIZIO LA VALERIO SOSTENEVA CHE LEI MAI E POI MAI AVREBBE PARTECIPATO ALLO STREGA E CHE CON IL SUO ROMANZO AMBIVA AL PREMIO CAMPIELLO. INVECE, MISTERO DEI MISTERI, AL CAMPIELLO PRESIEDUTO DA VELTRONI IL NOME VALERIO NON È MAI APPARSO TRA I CANDIDATI. COME MAI? UN DISSAPORE CON VELTRONI DA PARTE DI CHIARA MOLTO LEGATA A ELLY SCHLEIN CHE NON AMA WALTER-EGO? AH, SAPERLO…