SCEMO PIÙ SCEMA – CON UN BACIO PASSA UN SACCHETTO DI METANFETAMINE AL FIDANZATO CARCERATO, LUI LO INGOIA E MUORE. BELLA FINE, LUI SAREBBE USCITO NEL 2029 (LA PENA, MANCO A DIRLO, ERA PER SPACCIO DI DROGA) MENTRE ORA INVECE È LEI CHE RISCHIA UNA CONDANNA PER OMICIDIO DAI 15 AI 60 ANNI…

-

Condividi questo articolo


Alessia Strinati per www.leggo.it

 

joshua brown joshua brown

Bacia il fidanzato per passargli la droga e lui muore. Rachel Dollard, 33 anni, è accusata di omicidio dopo che il compagno, Joshua Brown di 30 anni, è morto poco dopo la sua visita. Il 30enne stava scontando una condanna a 11 anni con l'accusa di spaccio di droga, nella prigione del Turney Center Industrial Complex a Only, nel Tennessee, negli Usa, ed è deceduto per overdose.

 

La visita

 

Durante la visita in carcere i due sono stati visti mentre si baciavano. Probabilmente, secondo la ricostruzione dei fatti, la donna gli avrebbe passato con la bocca un involucro contenente metanfetamine che il giovane ha ingoiato con l'intento di recuperare in un secondo momento. Poco dopo la visita però il 30enne ha iniziato a stare molto male ed è stato portato in ospedale dove è morto a causa di un'overdose di metanfetamina.

 

Accusata di omicidio

 

rachel dollard rachel dollard

Rachal Dollard è stata presa in custodia questo fine settimana dagli agenti speciali del Tennessee Department of Correction e dal dipartimento dello sceriffo della contea di Dickson su mandato della contea di Hickman. Ora è accusata di omicidio e rischia una condanna dai 15 ai 60 anni. Joshua Brown, invece, avrebbe scontato la sua condanna nel 2029.

 

I fatti risalgono allo scorso febbraio, ma solo in queste ore la stampa locale ha diffuso la notizia. Non è la prima volta che succede un simile episodio nelle carceri americane: già nel 2017 Melissa Ann Blair dell'Oregon è stata condannata a due anni di reclusione dopo che il suo fidanzato, Anthony Powell, all'epoca detenuto, è morto per overdose dopo che lei gli aveva passato la droga con un bacio.

prigione di only, tennessee prigione di only, tennessee

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“ORA IL COVID È PARAGONABILE ALL'INFLUENZA" - MATTEO BASSETTI: “DUE ANNI FA NON AVEVAMO IN CIRCOLAZIONE UN ANTICORPO. OGGI È CAMBIATO IL GRADO DI PROTEZIONE DELLA COLLETTIVITÀ: IL 100% DELLA POPOLAZIONE È ORMAI PROTETTO, O DALLA VACCINAZIONE, O DALLA MALATTIA OPPURE DA ENTRAMBE LE COSE. DOBBIAMO PROTEGGERE SOLO LE CATEGORIE PIÙ A RISCHIO. SOLO AI FRAGILI E AGLI ANZIANI RACCOMANDATO L'USO DELLA MASCHERINA, SUI TRASPORTI E ANCHE AL SUPERMERCATO” - IO MINISTRO? NON MI HA CHIAMATO. SE LO FARÀ, VEDREMO…”