TE LO DO IO IL TOPLESS - L’INTERVISTA A UN SINDACO CANADESE ANTI-ZINNE IN SPIAGGIA SI TRASFORMA IN UNO STRIP DELLA PROCACE GIORNALISTA (VIDEO)

«Che cosa c'è di male se una donna si mostra in topless?», dice la giornalista mentre si spoglia. «La differenza probabilmente è che il seno di una donna provoca una distrazione», risponde con il massimo del self control il sindaco Gray….

Condividi questo articolo

http://www.youtube.com/watch?v=jOmgouk_U20

Lori WelbourneLori Welbourne Lori WelbourneLori Welbourne

Si è tolta la maglietta, rimanendo a seno nudo durante un'intervista. Protagonista del gesto la reporter canadese Lori Welbourne che, parlando con Walter Gray, sindaco della piccola cittadina di Kelowna, ha deciso di mostrarsi senza veli alle telecamere. Un gesto non di esibizionismo ma di protesta. Il tema affrontato nell'intervista era infatti quello della parità tra i due sessi e delle leggi che in Usa e Canada vietano il topless. «Che cosa c'è di male se una donna si mostra in topless?», dice la giornalista mentre si spoglia. «La differenza probabilmente è che il seno di una donna provoca una distrazione», risponde con il massimo del self control il sindaco Gray.

Lori Welbourne jpegLori Welbourne jpegLori WelbourneLori Welbourne Lori Welbourne jpegLori Welbourne jpeg

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

AVERE LA FACCIA COME IL CONTE CASALINO - A FURIA DI SENTIRLO RIPETERE A RETI ED EDICOLE UNIFICATE CHE “LA DELEGA AI SERVIZI È RESPONSABILITÀ DEL PREMIER”, PENSAVAMO CHE IL CAZZARO CON LA POCHETTE, MAI E POI MAI AVREBBE CEDUTO ALLA RICHIESTA DI RENZI E PD DI MOLLARE LA DELEGA. INVECE OGGI SIAMO A BENASSI – UN BEL “MA MI FACCIA IL PIACERE!’’ SE LO MERITA ANCHE TRAVAGLIO: "QUELLA SUI SERVIZI È STATA L’ENNESIMA TEMPESTA NEL BICCHIERE D’ACQUA, UN’ALTRA SCUSA DEI RENZIANI" - PAZIENZA, RAGAZZI, DÀI: PENSAVATE FOSSE UNA PASSEGGIATA, INVECE ERA UNA VIA TRUCIS

business

cronache

sport

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute