TROPPI GALLI A CANTARE - "LA VARIANTE INGLESE PIÙ INFETTIVA, IL METRO E MEZZO DI DISTANZA POTREBBE NON BASTARE" - L'INFETTIVOLOGO DELL’OSPEDALE SACCO DI MILANO: "LA VARIANTE PROVENIENTE DALLA GRAN BRETAGNA SI DIFFONDE DI PIÙ TRA I GIOVANI MA NON PROVOCA UNA MALATTIA PIÙ GRAVE. È DESTINATA A DIVENTARE PREVALENTE IN ITALIA. SUI NAVIGLI COMPORTAMENTI SCIAGURATI…" - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Da https://www.huffingtonpost.it/

 

 

La variante inglese ha una capacità infettiva del 40% superiore rispetto al virus originario. Così, la distanza di un metro e mezzo, raccomandata tra le persone, potrebbe non bastare. A dirlo è primario dell’Unità di Malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli, intervenuto ad Agorà su Rai3.

galli galli

 

“Sono ipotesi che hanno una loro logica e che ci spaventano in modo particolare”, spiega l’esperto, soprattutto perché la variante inglese è destinata a diventare presto prevalente in Italia “se non lo è già - precisa Galli - come mi era già capitato di dire qualche giorno fa, essendo abbastanza curiosamente smentito anche sulla realtà materiale che invece si è confermata nei giorni immediatamente successivi”.

 

GALLI 1 GALLI 1

La maggiore trasmissibilità del mutante significa che “probabilmente una concentrazione magari anche inferiore delle goccioline che vengono emesse” respirando e che “riesce ad arrivare ugualmente qualche centimetro più in là e a infettare semplicemente, perché la maggiore affinità di questa variante per i nostri recettori cellulari fa sì che probabilmente cariche inferiori siano ugualmente in grado di infettare”, chiarisce l’infettivologo. Il risultato, quindi, è che la variante proveniente dalla Gran Bretagna è in grado di infettare di più, anche “giovani e bambini” (anche se in questi ultimi “non abbiamo trovato prove di malattie più gravi durante la seconda ondata”). Non a caso, “la media dell’età dei pazienti che abbiamo è un pò più bassa rispetto al solito”.

 

massimo galli massimo galli

Alla fine, però, non cambia il bersaglio finale. Dai giovani si passa “a quelli di mezza età” e poi “anche agli anziani. Ed ecco che di nuovo avremo un quantitativo importante di fragili a rischio. Lo avremo se non riusciremo a completare in tempi brevi e realmente con efficacia la campagna vaccinale. Abbiamo regioni in cui vediamo focolai che rappresentano motivi di preoccupazione, perché molti di questi sono dovuti alla circolazione di varianti che corrono di più.

 

Dobbiamo tenere molto alta la guardia e intervenire, dove serve, tempestivamente e anche duramente. Quindi direi che la strategia è: contieni e vaccina. Dobbiamo mitigare l’andamento per esempio della variante inglese: sappiamo che diventerà dominante nel giro di pochissimo tempo, ma sappiamo che possiamo contrastarla con il vaccino e con un’opera costante di mitigazione: su questo dobbiamo essere molto attenti e pronti”, conclude l’infettivologo.

massimo galli massimo galli tamponi ai bambini tamponi ai bambini variante inglese a bollate variante inglese a bollate

 

Condividi questo articolo

media e tv

“IL POLITICAMENTE CORRETTO? IL TUMORE MALIGNO DELLA CULTURA OCCIDENTALE” - LUCA BARBARESCHI PRONTO A FAR INCAZZARE TUTTI CON IL PROGRAMMA SU RAI 3 “IN BARBA A TUTTO”: “OLTRE AL COVID ESISTE UN ALTRO VIRUS, PER IL QUALE NON C'È ANCORA VACCINO: LA STUPIDITÀ. INTERNET? IN ALTRI PAESI VIENE CHIAMATO RUTTO LIBERO, NOI LO ABBIAMO CONFUSO CON UN LUOGO DI INFORMAZIONE" - "LE NUOVE GENERAZIONI SONO MOLTO PIÙ SERENAMENTE BISESSUALI MA BISOGNA DISTINGUERE TRA SCELTE PERSONALI E GENETICA: PUOI ANCHE METTERTI LE TETTE O RIFARTI, MA GENETICAMENTE RESTI UN UOMO…”

politica

IL CASO SALVINI - PERCHÉ LA PROCURA DI CATANIA CHIEDE L'ARCHIVIAZIONE, MENTRE QUELLA DI PALERMO LO RINVIA A PROCESSO, SU CASI CHE MAGARI NON SONO MA APPAIONO SIMILI? IL CASO OPEN ARMS NON SI PUÒ ADDEBITARE SOLO AL TRUCE, VISTO CHE È STATO DECISO ANCHE DA CONTE E TONTINELLI - PER SALVINI IL PROCESSO SARÀ UN PROBLEMA PERSONALE E INSIEME UN'OPPORTUNITÀ POLITICA PER TENERE A BADA L’EMERGEMTE MELONI: QUELLA DI ERGERSI A DIFENSORE UNICO DELL'ITALIA CONTRO L'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute