TU CHIAMALE, SE VUOI, RESURREZIONI – IN INDIA UN 45ENNE TRASCORRE SEI ORE IN UNA CELLA FRIGORIFERA DOPO ESSERE STATO DICHIARATO MORTO PER ERRORE DAI MEDICI: L’UOMO E' STATO INVESTITO DA UN MOTO E, UNA VOLTA IN OSPEDALE, I DOTTORI NE HANNO DICHIARATO IL DECESSO. MA QUANDO SONO ARRIVATI I PARENTI…

-

Condividi questo articolo


Da www.liberoquotidiano.it

 

cadavere 4 cadavere 4

Un episodio di cronaca che ricorda i migliori o peggiori film horror è accaduto in India. Un uomo dichiarato morto dopo un incidente stradale, ma è stato poi trovato vivo dopo aver trascorso una notte in una cella frigorifera dell'obitorio di un ospedale. E' accaduto al  45enne, Srikesh Kuma che è stato scoperto ancora in vita dalla polizia e dai parenti, presenti in obitorio per avviare le procedure amministrative per l'autopsia.

 

cadavere cadavere

Kumar era stato ricoverato in medicina d'urgenza presso una clinica privata dopo essere stato investito da una moto a Moradabad,  a est di New Delhi. Dichiarato morto da un medico al suo arrivo nella struttura, è stato trasportato in un ospedale pubblico per l'autopsia. Da lì si entra poi nel mistero o nel magico mondo dell'immaginazione. Forse più semplicemente nella sciatteria di chi lavora nell'ospedale indiano.

cadavere 2 cadavere 2

 

"Il medico lo ha esaminato e, non riscontrando alcun segno di vita, ne ha constatato il decesso", ha detto il direttore sanitario dell'ospedale Rajendra Kumar. Il cadavere è stato quindi messo in una cella frigorifera in attesa dei familiari, che sono arrivati sei ore dopo.

 

cadavere 3 cadavere 3

"Quando la polizia e i parenti sono giunti per disporre i documenti in merito all'autopsia, hanno scoperto che era ancora vivo", ha proseguito. Il giovane è in coma. "Si tratta di un miracolo", ha aggiunto il direttore sanitario come nel più classico dei colpi di scena al cinema. Ma forse era soltanto un modo per scagionarsi. Infatti sulla vicenda è stata aperta un'inchiesta.

cadavere 1 cadavere 1 cadavere 5 cadavere 5

 

cadavere 6 cadavere 6

 

Condividi questo articolo

media e tv

UBI MAJOR, JALISSE CESSANT! ECCO COSA C’E’ DIETRO LA 25ESIMA ESCLUSIONE AL FESTIVAL DELLA COPPIA – “SIAMO NATI INDIPENDENTI, ABBIAMO APERTO LA NOSTRA PICCOLA CASA DISCOGRAFICA NEL 1992, QUANDO LE MAJOR NON ERANO INTERESSATE. ABBIAMO VINTO E SONO VENUTI TUTTI A BUSSARE ALLA NOSTRA PORTA, NOI PERÒ ABBIAMO SEMPRE VOLUTO MANTENERE IL NOSTRO PROFILO INDIPENDENTE E ANCHE QUEST'ANNO È STATO COSÌ. NON VOGLIO PENSARE PERÒ CHE SIA PER QUESTO, PERCHÉ…" - L'AUTO-IRONIA DEL PIDDINO GIANNI CUPERLO CHE SI PARAGONA AI JALISSE

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute