E ANCHE L'EROE MARXISTA CADDE SUL FOTOROMANZO-POP - VAROUFAKIS SI FA IMMORTALARE SU "PARIS MATCH", CON MOGLIE BONA, VISTA SU PARTENONE E BICIPITE GUIZZANTE - SU TWITTER LA RABBIA DEI GRECI: "TU CENI IN TERRAZZA, NOI MORIAMO DI FAME" - A CERNOBBIO LO STRANO TRIO CON TREMONTI E LATOUCHE

Il ministro scamiciato cercava di mandare un messaggio rassicurante agli europei, ma la mossa gli si ritorce contro: in politica le terrazze non portano bene - Anche a Cernobbio si porta la moglie, stufa dell'attenzione erotica generata dal marito palestrato, e si fa ritrarre con Tremonti e Latouche...

Condividi questo articolo


 

1. VAROUFAKIS POSA PER PARIS MATCH, È POLEMICA SU TWITTER

varoufakis suona il piano su paris match varoufakis suona il piano su paris match

(askanews) - Si sta rivelando uno scomodo autogol, l'ultima impresa mediatica del ministro delle Finanze greco Yanis Varoufakis. Stavolta si è prestato ad una sorta di "fotostoria" con il settimanale francese Paris Match. Si è fatto ritrarre in pose "glamour" assieme alla moglie Danae Stratou, prima e durante una cena romantica, con diversi scatti sul terrazzo della loro casa con vista Partenone.

 

varoufakis e moglie su paris match varoufakis e moglie su paris match

Successivamente ha pensato bene di dare lui stesso diffusione al tutto postando il servizio sul suo profilo Twitter. I social network si sono scatenati, a cominciare proprio da quello dei cinguettii. Soprattutto a finire nel mirino è il dichiarato "marxismo" del ministro, sommerso da una pioggia di commenti tra il sarcastico e l'indignato mentre circolano ipotesi di interventi sui fondi pensione greci. Reazioni a cui probabilmente hanno contribuito anche i toni trionfalistici da fotoromanzo utilizzati dal settimanale nel descrivere la coppia.

 

varoufakis e moglie su paris match varoufakis e moglie su paris match

"Prima della battaglia", titola il servizio, in riferimento al persistente braccio di ferro che Atene e Varoufakis, ministro del governo di Syriza guidato da Alexis Tsipras, stanno portando avanti per cercare di ottenere nuovi aiuti dall'Ue. "Danae pensava di aver sposato un intellettuale appassionato di estetica. Oggi si ritrova tra le braccia di un nuovo ero greco". Il tutto mentre Varoufakis è giunto in Italia, a Cernobbio, dove partecipa al Workshop Ambrosetti.

 

 

2. LA POP-POLITICA HA CONTAGIATO ANCHE I RADICAL

Massimiliano Panarari per "La Stampa"

 

varoufakis e moglie su paris match varoufakis e moglie su paris match

Niente da fare, la politica pop è irresistibile, e macina tutto e tutti. Perfino i più «trinariciuti» e duri e puri che, a rigor di logica, dovrebbero esserle allergici, come i leader delle formazioni della sinistra radical (e postmoderna) vincente. C’è la versione soft, quella della coppia formata dal capo di Podemos Pablo Iglesias e da Tania Sánchez, sulla cui comune passione per le serie tv Usa (dal Trono di spade a House of Cards) ormai tutto sappiamo.

 

varoufakis bambino varoufakis bambino

E c’è quella hard che, in queste ore, vede ancora una volta al centro il ministro greco delle Finanze Yanis Varoufakis. Non per le sue schermaglie con la Germania o la Commissione europea, dunque, ma nella versione glam di un patinatissimo servizio della famosa rivista di mondanità «Paris Match», che lo ritrae insieme alla moglie Danae Stratou sulla loggia della loro dimora ateniese con vista mozzafiato sull’Acropoli (e in politica, si sa, le terrazze non portano proprio bene…).

 

Un’autentica fotostoria, dove lo si ritrova in varie situazioni – dalla cena romantica alla lettura di un libro di Rational choice economica (con i muscoli guizzanti da sotto la maglietta) –, che fa il paio con la sua passeggiata di ieri, anch’essa in compagnia della consorte, e ambedue in jeans, sul lungolago di Cernobbio. Varoufakis sempre più star, quindi, secondo il format, ormai di vecchia data, della cultura della celebrità, che trasforma il politico in vip.

varoufakis e moglie varoufakis e moglie

 

E che trova un catalizzatore potentissimo nel fenomeno della peoplisation (da people, l’espressione con cui in francese si indicano i rotocalchi di gossip e scandalistici), in virtù del quale i politici, nelle nostre democrazie del pubblico, ostentano la propria vita privata alla ricerca di una popolarità che dovrebbe tradursi in consenso elettorale. L’economista greco, di sicuro, è un personaggio: scravattato nel look e descamisado nei toni, generatore su scala continentale di tempeste ormonali (si dice), oltre che valutarie (si vede), e innamorato delle Harley-Davidson.

 

varoufakis e moglie a cernobbio varoufakis e moglie a cernobbio

Ma anche, stando sempre ai rumors, ormai un po’ caduto in disgrazia, cosa che spiegherebbe parzialmente quella che potrebbe anche essere un’aggressiva strategia di immagine volta a mostrare il volto umano (troppo umano…) del castigamatti della Trojka.

 

Con un quesito che rimane, però, insoluto: cosa c’entra un marxista (auto) dichiarato e titolare del dicastero più delicato per un Paese prostrato dall’austerità con la life politics e la politica pop? Alla popolazione ellenica, che si sta infatti scatenando furibonda sui social, l’ardua sentenza…

@MPanarari

 

 

3. TREMONTI, VAROUFAKIS E LATOUCHE. A CERNOBBIO UNO STRANO TERZETTO

Francesco Manacorda per "La Stampa"

 

varoufakis e moglie a cernobbio varoufakis e moglie a cernobbio

Quando i dibattiti finiscono e dalle tavole rotonde si passa alle tavole imbandite per la cena succede anche questo al Workshop Ambrosetti di Cernobbio. Succede appunto di veder posare l’uno accanto all’altro, sorridenti, due miti della sinistra no global come il ministro delle Finanze greco Yannis Varoufakis e il teorico della decrescita felice Serge Latouche, assieme all’ex ministro dell’Economia Giulio Tremonti, già al governo con Silvio Berlusconi. 

 

A Cernobbio sono arrivati tutti e tre ieri: Latouche per portare il suo messaggio secondo cui solo la frugalità salverà il mondo, il ministro greco per spiegare a una platea assai lontana da lui - lo farà questa mattina -perché Atene ritiene di potere e dovere cambiare le regole europee. 

varoufakis e moglie a cernobbio varoufakis e moglie a cernobbio

 

Tremonti non è questa volta tra gli oratori dell’incontro e pare assai interessato dalle posizioni dei due iconoclasti, che spiccano per la loro diversità in una platea fatta di industriali e uomini della finanza. Così già ieri l’ex ministro italiano ha assistito interessato a una torrenziale conferenza stampa del suo collega greco - esponente di primo piano del partito di estrema sinistra Syriza - prima di conversare a lungo con lui a cena. Ad avvicinarli, per l’appunto, una posizione critica nei confronti dei vincoli di bilancio che oggi sono imposti ai Paesi dell’euro. 

 

 

varoufakis a cernobbio con tremonti e latouche foto manacorda varoufakis a cernobbio con tremonti e latouche foto manacorda

 

Condividi questo articolo

politica

PERCHÉ RENZI SI È TRASFORMATO IN UN ARIETE LANCIATO CONTRO I SERVIZI SEGRETI? - IL LEGALE DEL “PATRIOTA DI RIGNANO”, LUIGI PANELLA, GIÀ DIFENSORE DELLO 007 MARCO MANCINI SINO AL 2014, STA PROVANDO A IMBASTIRE UN PROCESSO PER LA NOSTRA INTELLIGENCE, “COLPEVOLE” DI AVER PREPENSIONATO NEL 2021 IL DIRIGENTE DEL DIS PROPRIO A CAUSA DI QUELL’INCONTRO ALL’AUTOGRILL PROBABILMENTE NON SUFFICIENTEMENTE MOTIVATO TRA UN LEADER DI PARTITO E UN CAPO REPARTO DEL DIS - PARLA L’UOMO CHE A “REPORT” HA CONFERMATO L’IDENTITÀ DI MANCINI: “LE SUE AMBIZIONI ERANO NOTE..”

“I SERVIZI ITALIANI AVEVANO OFFERTO UNA SOFFIATA ESPLOSIVA, CHE COLLEGAVA TRUMP AD ALCUNI SOSPETTI CRIMINI FINANZIARI” – PRESTO, CHIAMATE CONTE E VECCHIONE: IL “NEW YORK TIMES” RIAPRE IL CASO DELLE VISITE DI WILLIAM BARR E JOHN DURHAM A ROMA, NELLA CALDA ESTATE DEL 2019. L'ALLORA SEGRETARIO ALLA GIUSTIZIA E IL PROCURATORE CERCAVANO DETTAGLI SUL “RUSSIAGATE”, CHE TRUMP RITENEVA FOSSE PARTITO DALL’ITALIA (REMEMBER MIFSUD?). INVECE, DAI SERVIZI ITALIANI AVREBBERO RICEVUTO "SOFFIATE" PER SALVARE DA EVENTUALI REATI IL LORO DONALD, QUELLO CHE CHIAMAVA CONTE "GIUSEPPI" AUGURANDOGLI DI RESTARE A PALAZZO CHIGI...

FERMI TUTTI: IL PROGRESSISTA MICHELE SERRA È D’ACCORDO CON IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA NORDIO SULLE INTERCETTAZIONI – “DAI TEMPI DI TANGENTOPOLI LA SINISTRA HA SPOSATO UNA SPECIE DI SCORCIATOIA GIUDIZIARIA. CIÒ CHE NON POTEVA ESSERE AFFRONTATO POLITICAMENTE TROVAVA UNA INSPERATA SOLUZIONE GIUDIZIARIA” – LA STOCCATA AI COLLEGHI GIORNALISTI ACCUSATI DI VOYEURISMO: “LE INTERCETTAZIONI SONO UNO STRUMENTO DI VIOLENZA MEDIATICA. SE IL COLPEVOLE FINISCE IN GALERA O SPUTTANATO SUI GIORNALI, PER LUI QUELLO È RISCHIO D'IMPRESA. MA SE SUCCEDE ALL'INNOCENTE, QUELLO È UN UOMO MORTO…”

COME MAI TUTTA ‘STA PREMURA PER L’ALGERIA? – IN UN ANNO CI SONO STATE BEN QUATTRO CERIMONIE IN ONORE DELL’AMICIZIA TRA L’ITALIA E IL PAESE AFRICANO: DRAGHI, MELONI E MATTARELLA SONO STATI BEN ATTENTI A INCENSARE IL PRESIDENTE TEBBOUNE. LA CONVENIENZA È RECIPROCA. NOI ABBIAMO UN DRAMMATICO BISOGNO DI GAS E LORO DI ARMI - DITE A MELONI & C. CHE LA GEOPOLITICA EUROPEA VUOLE CHE IL PRIMO ACCORDO DEBBA ESSERE FATTO CON LA FRANCIA E L'ALGERIA NON E' BEN VISTA DALLE PARTI DELL'ELISEO...