LE CHIACCHERE STANNO AZERO: L’ITALIA STA CONTRIBUENDO AL MASSACRO DI ARMENI IN NAGORNO KARABAKH FORNENDO ARMI ALL'AUTOCRATE DELL’AZERBAIGIAN, ILHAM ALIYEV – LE COMMESSE SONO MILIONARIE E RIGUARDANO IN PARTICOLARE LEONARDO, CHE HA STRETTO ACCORDI PER FORNIRE A BAKU AEREI, SOTTOMARINI E MISSILI – IL PD CHIEDE CHIARIMENTI A CROSETTO, CHE A GENNAIO ERA VOLATO IN AZERBAIJAN PER INCONTRARE ALIYEV E IL MINISTRO DELLA DIFESA HASANOV…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Roberto Travan per www.lastampa.it

 

ilham aliyev. ilham aliyev.

L'Italia potrebbe essere coinvolta nella repressione della popolazione armena che si sta consumando in questi giorni in Nagorno Karabakh, nel Caucaso meridionale. Il nostro Paese, infatti, risulterebbe tra i principali fornitori di mezzi militari utilizzati dall'Azerbaijan nell'offensiva che ha già causato oltre 400 vittime (almeno un migliaio secondo fonti indipendenti), oltre 40.000 sfollati e interi villaggi rasi al suolo.

 

La notizia del nostro coinvolgimento al fianco del dittatore azero Aliyev è trapelata negli scorsi giorni: sotto i riflettori sono finite le commesse milionarie in particolare di Leonardo, l'azienda italiana partecipata dal Ministero della Difesa, che avrebbe stretto accordi per fornire all'Azerbaijan nuovi aerei militari. Nel piatto anche la vendita di sottomarini e missili. Uno scenario su cui ora il Pd chiede urgenti chiarimenti al ministro Guido Crosetto, titolare della Difesa.

 

guido crosetto a baku in azerbaigian guido crosetto a baku in azerbaigian

«E' vero, come riferiscono fonti di stampa, che le industrie italiane hanno fornito apparati militari all'Azerbaijan, Paese da anni coinvolto in operazioni militari nei territori armeni del Nagorno Karabakh?», domanda Piero Fassino, […] nell'interrogazione firmata con i deputati dem Stefano Graziano, Andrea De Maria e Giuseppe Provenzano.

 

I buoni rapporti tra il nostro governo e l'Azerbaijan sono noti: il 12 gennaio 2023 il ministro Crosetto ha incontrato a Baku l’autocrate Aliyev per discutere «temi di comune interesse nel settore della Difesa ed energetico, obiettivi condivisi anche dal Presidente del Consiglio Giorgia Meloni» riferisce il Ministero della Difesa.

 

armeni in fuga dal nagorno karabakh armeni in fuga dal nagorno karabakh

Non solo. Nella capitale azera il ministro Crosetto ha incontrato anche il suo omologo Zakir Hasanov con il quale ha firmato un protocollo d’intenti sulla cooperazione nel campo della formazione e dell’istruzione delle Forze Armate. Poi […] ha reso omaggio ai Caduti deponendo una corona al Monumento dei Martiri, cioè dei militari responsabili della repressione dell’exclave armena del Karabakh. E così il Pd attacca.

 

[…] La vendita di mezzi militari all'Azerbaijan è confermata dalla stessa Leonardo. Infatti, l'8 giugno 2023, l'azienda italiana dichiara di aver «firmato un contratto per la fornitura del C-27J Spartan nell’ambito della visita di una delegazione azera in Italia alla presenza di rappresentanti dei Ministri della Difesa dei due Paesi». Accordo raggiunto «grazie al prezioso contributo offerto dal gruppo di lavoro del Ministero della Difesa italiano» sottolinea Leonardo.

 

guido crosetto a baku in azerbaigian guido crosetto a baku in azerbaigian

Nel frattempo il dramma degli armeni in fuga dal Nagorno Karabakh prosegue: sono decine di migliaia i civili che in queste ore stanno cercando di abbandonare il Paese, intrappolati nell'unica strada verso l'Armenia e la salvezza. La repressione dei 120.000 armeni del Karabakh è purtroppo un fatto compiuto […]

SITUAZIONE NEL NAGORNO KARABAKH SITUAZIONE NEL NAGORNO KARABAKH giudo crosetto incontra ilham aliyev a baku giudo crosetto incontra ilham aliyev a baku ilham aliyev ilham aliyev ilham aliyev. ilham aliyev. armeni in fuga dal nagorno karabakh 3 armeni in fuga dal nagorno karabakh 3 armeni in fuga dal nagorno karabakh 2 armeni in fuga dal nagorno karabakh 2 armeni in fuga dal nagorno karabakh 1 armeni in fuga dal nagorno karabakh 1 nagorno karabakh nagorno karabakh guido crosetto con il capo dei servizi dell azerbaigian ali naghiyev guido crosetto con il capo dei servizi dell azerbaigian ali naghiyev

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - COME MAI I QUOTIDIANI DEGLI ANGELUCCI (“LIBERO” A FIRMA SECHI, “IL GIORNALE” CON MINZOLINI) HANNO SPARATO A PALLE INCATENATE CONTRO LA MELONA, DOPO LA SCONFITTA IN SARDEGNA, BEN EVIDENZIANDO I SUOI ERRORI E LA SUA ARROGANZA? - MAGARI L'ANGELUCCI FAMILY E’ SCONTENTA PER LE PROMESSE NON MANTENUTE DALLA DUCETTA? - O FORSE LE RASSICURAZIONI RICEVUTE, DOPO LA PRESA DEL SECONDO QUOTIDIANO A MILANO, SI SONO RIVELATE ARIA FRITTA? - LA CAUTELA DI SALLUSTI CHE, PER NON IRRITARE LA DUCETTA, HA LASCIATO SCRIVERE L'EDITORIALE A MINZOLINI…

DAGOREPORT - SUSSURRI MILANESI DI TERZO POLO TV: LA7 DI CAIRO, TV8 DI SKY E NOVE DEL GRUPPO WARNER BROS-DISCOVERY STANNO RAGIONANDO SULL’OPPORTUNITÀ DI CREARE UN “CARTELLO” PER ARRIVARE A PALINSESTI “RAGIONATI”, EVITANDO DI FARSI CONCORRENZA NELLE RISPETTIVE SERATE “FORTI” - FABIO FAZIO “PESCE PILOTA” PER PORTARE A NOVE ALTRI TELE-DIVI RAI (L’ARRIVO DEL DESTRISSIMO GIAMPAOLO ROSSI COME AD A VIALE MAZZINI DARÀ L’AVVIO ALLA DIASPORA DEI RANUCCI E COMPAGNI...)

DAGOREPORT! - LA SCONFITTA IN SARDEGNA AVVIA LA RESA DEI CONTI MELONI-SALVINI - DUCETTA-VENDETTA: VUOLE DISARCIONARE IL “CAPITONE” DALLA GUIDA DELLA LEGA, PER AVERE UN CARROCCIO MODERATO A TRAZIONE NORDISTA CON LA “SUPERVISIONE” DI ZAIA, FEDRIGA E GIORGETTI -  MA PER “CONQUISTARE” IL DOGE, TOCCA RISOLVERE LA GRANA DEL TERZO MANDATO: CON UNA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ENTI LOCALI: LE REGIONI DECIDERANNO SUL NUMERO DEI MANDATI - LA ''CONCESSIONE'' CHE SI MATERIALIZZERÀ PER ZAIA SOLTANTO DOPO LA DETRONIZZAZIONE DI SALVINI DALLA GUIDA DELLA LEGA. DELLA SERIE: FRIGGERE IL “CAPITONE”, VEDERE CAMMELLO - LA CONTROMOSSA DI SALVINI: CHIEDERE AL CONSIGLIO FEDERALE DELLA LEGA UN MANDATO PER CHIARIRE LO STATO DI SALUTE DELL'ALLENZA PER POI TOGLIERE L'APPOGGIO  AL GOVERNO - QUANDO LA MELONA SI AUTO-DEFINISCE “NANA” VUOLE FAR SAPERE A SALVINI CHE CONOSCE LO SFOTTÒ CHE LUI USA PER SBERTUCCIARLA (“NANA BIONDA”) – ABRUZZO, EFFETTO TODDE: CALA IL VANTAGGIO DEL MELONIANO MARSILIO SUL CANDIDATO DEL CAMPOLARGO, D'AMICO...

DAGOREPORT - LA FESTA APPENA COMINCIATA È GIÀ FINITA? NO: MA LA SARDEGNA SARÀ L’INIZIO DELLA FINE SE LA DUCETTA NON SI FICCA NELLA TESTOLINA CHE LA POLITICA NON È “QUI COMANDO IO!” - GRAZIE A SU POPULU SARDU, IL CENTROSINISTRA UNITO HA PIÙ NUMERI DEL CENTRODESTRA A PEZZI - FINO A IERI, ALLE AVVISAGLIE DI SALVINI DI TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO, LA MELONA GHIGNAVA MINACCIANDO DI RIPORTARE LA “NAZIONE” AL VOTO. E CON LA VITTORIA DI TRUZZU, AVREBBE CAPITALIZZATO LA SUA PREMIERSHIP DA EROE DEI DUE MONDI - CON LA DISFATTA SARDA E SALVINI AL MURO, DOVE VA “IO SO’ GIORGIA E VOI NON SIETE UN CAZZO”? - SENZA IL TERZO MANDATO, ZAIA PRONTO A SCENDERE DAL CARROCCIO E ADERIRE ALLA LIGA VENETA, LA LEGA SI SPACCA. PER LA DUCETTA INIZIANO GIORNI MOLTO, MOLTO DIFFICILI…