COME MAI MPS NON HA DENUNCIATO MUSSARI E COMPANY, ACCUSATI SOLO DI "OSTACOLO ALLA VIGILANZA", PER APPROPRIAZIONE INDEBITA E TRUFFA?

I reati più ovvi (e provati) senza denuncia non sono perseguibili - Viola dice di aver trovato i documenti riguardanti i derivati in una cassaforte mentre Baladassarri, Vigni e Mussari sostengono di aver subito informato Viola e la Banca d'Italia…

Condividi questo articolo


Superbonus per Dagospia

monte dei paschi di sienamonte dei paschi di sienaMUSSARIMUSSARI

Oggi tutti i giornali hanno riportato che ci sarà un giudizio immediato per Baldassarri, Mussari e Vigni accusati di "ostacolo alla vigilanza". Ed appropriazione indebita e truffa? Niente! Perché a quanto pare Monte dei Paschi (vecchia e nuova gestione) non ha presentato nessuna denuncia.

La magistratura si sarebbe potuta attivare se Profumo e Viola avessero presentato denuncia contro Baldassari, ma in mancanza di querela i reati più ovvi (e provati) non sono perseguibili. Il Direttore Generale dice di aver trovato i documenti riguardanti i derivati in una cassaforte mentre Baladassarri, Vigni e Mussari sostengono di aver subito informato Viola e la Banca d'Italia!

Persino i consiglieri ed i sindaci colpiti dalle sanzioni amministrative della Banca Centrale si sono rivolti al TAR sostenendo che Bankitalia sapeva tutto come provato dalle relazione degli ispettori del 2011. Quindi nasce il fondato sospetto che vertici di MPS, Fondazione e il neo sindaco Valentini al di là degli altisonanti proclami non vogliano stimolare più di tanto la memoria degli imputati con una denuncia per truffa.

VIGNI MUSSARIVIGNI MUSSARI MPS LINGRESSO DI ROCCA SALIMBENI SEDE DEL MONTE DEI PASCHI DI SIENAMPS LINGRESSO DI ROCCA SALIMBENI SEDE DEL MONTE DEI PASCHI DI SIENA

In un sistema del genere c'è ancora qualcuno che si meraviglia se gli atti dell'inchiesta Lutifin che ha battezzato la banda del 5% siano rimasti nel cassetto per 5 anni.

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

L’ULTIMO REGALO DELLA MERKEL AI TEDESCHI - PRIMA DI LASCIARE LA CANCELLERIA, ANGELONA MERKEL METTE IN LOCKDOWN I NO VAX E LANCIA LA VACCINAZIONE OBBLIGATORIA DA FEBBRAIO - I TEDESCHI SONO IN GROSSA DIFFICOLTÀ PER IL COVID, AL PUNTO CHE LA MERKEL HA DETTO DI INVIDIARE L’ITALIA - GRAMELLINI: “IL SUO ELOGIO NON È ESTESO ALL'INTERO SCIBILE ITALICO E SARÀ STATO CONDIZIONATO DAL PRESTIGIO DI DRAGHI, MA RESTA IL FATTO CHE QUESTO SGANGHERATO PAESE SE L'È CAVATA MEGLIO DI QUASI TUTTI, NONOSTANTE ABBIA LA CLASSE POLITICA CHE HA E NONOSTANTE GLI ITALIANI SIANO..."

ALTRO CHE ULIVO, QUESTA E' CICUTA! - DOPO IL SILURO DI MARIA ELENA BOSCHI ("PRODI È ACCECATO DAL RISENTIMENTO PERCHÉ NEL 2015 RENZI GLI HA PREFERITO MATTARELLA AL COLLE"), ARRIVA LA REPLICA DI ROMANO PRODI: "NON SAPEVO CHE NEL 2015 ERO CANDIDATO. UNA CANDIDATURA SEGRETISSIMA. ERO RIMASTO AI 101…" - L'AMAZZONE PRODIANA, SANDRA ZAMPA SENTE PUZZA DI PARACULISMO: "BOSCHI NON FA CHE RIPETERE QUESTA STORIA DEL RISENTIMENTO, GIÀ ESPOSTA DA RENZI: QUESTO ANTI-PRODISMO NON SARÀ PER CASO UNA PATENTE PER ESSERE ACCETTATI IN AREE POLITICHE CHE DETESTANO IL PROFESSORE?"