CORONA-EXIT! BORIS JOHNSON METTE IN QUARANTENA OBBLIGATORIA CHIUNQUE ARRIVI DALL’ESTERO, ANCHE GLI EUROPEI, E MACRON SI INCAZZA: “LA FRANCIA DEPLORA LA DECISIONE. SIAMO PRONTI AD ADOTTARE MISURE DI RECIPROCITÀ”. LO STESSO VALE PER LA SPAGNA, CHE HA ADOTTATO MISURE SIMILI – IL TOYBOY DELL’ELISEO VOLEVA BLINDARE SOLO I CONFINI ESTERNI DELL’UE LASCIANDO LIBERA LA CIRCOLAZIONE INTERNA, MA…

-

Condividi questo articolo

 

Francesca Pierantozzi per “il Messaggero”

 

boris johnson emmanuel macron 1 boris johnson emmanuel macron 1

La libera circolazione sanitaria all' interno dello spazio europeo nella fase due del deconfinamento scricchiola prima ancora di cominciare. Dopo la Spagna, che continuerà a mettere in quarantena chiunque entri sul territorio nazionale, anche il Regno Unito di Boris Johnson ha annunciato un corona-exit: dall' 8 giugno ci sarà quarantena obbligatoria di 14 giorni per chiunque arriverà o rientrerà sull' isola, che siano europei, o extra-europei. Unici esentati: gli irlandesi. Per i contravventori si prevedono multe fino a mille sterline.

EMMANUEL MACRON BORIS JOHNSON EMMANUEL MACRON BORIS JOHNSON

 

Inascoltate anche le proteste delle compagnie e degli addetti al Turismo. La prima a reagire è stata la Francia. Macron ha dato a Londra la stessa risposta già data a Madrid: si applica il principio di reciprocità, dunque saranno sottoposti a quarantena in Francia sia gli spagnoli sia gli inglesi. Al contrario, frontiere aperte e nessun controllo per i cittadini dei paesi che rispetteranno il principio della libera circolazione all' interno dell' Europa.

pedro sanchez pedro sanchez

 

IL DISAPPUNTO

La Francia «prende atto della decisione del governo britannico e la deplora» ha fatto sapere il ministero dell' Interno, annunciando le immediate rappresaglie: «La Francia è pronta ad adottare misure di reciprocità non appena il dispositivo entrerà in vigore sul versante britannico». Si alza dunque un muro sulla Manica e i controlli scatteranno in particolare per i pendolari dell' Eurostar. Macron ha ripetuto più volte di auspicare una chiusura quasi ermetica delle frontiere esterne all' Europa includendo il Regno Unito nel continente, nonostante Brexit auspicando però una circolazione libera da qualsiasi quarantena all' interno.

la caduta del pil del regno unito per il coronavirus la peggiore dal 1709 la caduta del pil del regno unito per il coronavirus la peggiore dal 1709 fine del lockdown in spagna fine del lockdown in spagna

 

priti patel in auto priti patel in auto

La ministra dell' Interno britannica Priti Patel ha spiegato che si tratta di una precauzione temporanea, che sarà rivista ogni tre settimane, per evitare un' ondata di rientro del virus. Oltre agli irlandesi, potranno entrare senza obblighi sanitari solo gli autisti di camion, medici o infermieri e i lavoratori agricoli stagionali. Tutti gli altri dovranno lasciare al loro ingresso l' indirizzo del sito di quarantena e un recapito telefonico. In mancanza di un alloggio, il governo indicherà un albergo che andrà pagato regolarmente. Francesca Pierantozzi

boris johnson priti patel boris johnson priti patel inglesi si sbronzano prima del lockdown 9 inglesi si sbronzano prima del lockdown 9 GIUSEPPE CONTE PEDRO SANCHEZ GIUSEPPE CONTE PEDRO SANCHEZ PEDRO SANCHEZ GIUSEPPE CONTE PEDRO SANCHEZ GIUSEPPE CONTE

emmanuel macron boris johnson emmanuel macron boris johnson

 

Condividi questo articolo

politica