DAGOREPORT – GIUSEPPE CONTE VUOLE LA DIREZIONE DEL TG3 PER IL “SUO” GIUSEPPE CARBONI. IL DG RAI ROSSI NICCHIA, E PEPPINIELLO MINACCIA VENDETTA IN VIGILANZA: VI FAREMO VEDERE I SORCI VERDI – NEL PARTITO MONTA LA PROTESTA CONTRO LA SATRAPIA DEL FU AVVOCATO DEL POPOLO, CHE HA INFARCITO LE LISTE PER LE EUROPEE DI AMICHETTI - LA PRECISAZIONE DEL M5S: "RETROSCENA TOTALMENTE PRIVO DI FONDAMENTO. IN UN MOMENTO IN CUI IL SERVIZIO PUBBLICO SALE AGLI ONORI DELLE CRONACHE PER EPISODI DI CENSURA INACCETTABILI, IL MOVIMENTO 5 STELLE È IMPEGNATO NELLA PROMOZIONE DEGLI STATI GENERALI DELLA RAI..."

-

Condividi questo articolo


DAGOREPORT

giuseppe conte 4 giuseppe conte 4

Giuseppe Conte si è rotto i cabasisi dell’uno vale uno, e sta trasformando il Movimento 5 Stelle in una piccola satrapia dove lui comanda e gli altri obbediscono. La composizione delle liste elettorali, infarcite di suoi amichetti, ha infastidito i vertici e la base grillina. Irrita ancor di più il movimentismo furbetto di Peppiniello Appulo su Mamma Rai.

 

L’obiettivo dell’ex "avvocato del popolo" è piazzare uno dei suoi fedelissimi alla direzione del Tg3, al posto di Mario Orfeo (il giornalista, nominato in quota Pd e già soprannominato “pongo” per la sua duttilità nei confronti del potere, non ha mai fatto breccia nel cuore di Conte e non è riuscito a "sedurre"  neanche Elly Schlein).

giampaolo rossi foto di bacco (6) giampaolo rossi foto di bacco (6)

 

Mesi fa, Conte incontrò la triade Chiocci-Sergio-Vespa, all’epoca asse portante di Viale Mazzini, a cui consegnò l’idea di piazzare al Tg3 Giuseppe Carboni, che il M5s paracadutò alla guida del Tg1 ai bei tempi del governo gialloverde. Sciolta l’alleanza tra l’ad Rai e i due giornalisti, Conte è stato costretto a cambiare interlocutore e ha affidato a Giampaolo Rossi i propri desideri: oltre al Tg3, vorrebbe una direzione di fascia.

 

giuseppe carboni giuseppe carboni

Il direttore generale di Viale Mazzini, però, non si è mostrato accomodante nei confronti della pochette inamidata di Peppiniello, il quale, da gran “Camale-conte”, ha deposto il volto conciliante e ha mostrato gli artigli. Davanti alle ritrosie di Rossi, Conte ha agitato lo spauracchio. Della serie: ora vi faremo vedere i sorci verdi in Vigilanza (commissione presieduta dalla senatrice M5s, Barbara Floridia).

 

LA PRECISAZIONE DEL M5S

 

Il retroscena apparso sul sito Dagospia che descrive il presidente Giuseppe Conte impegnato in fantasiose richieste e incontri in merito alla direzione del Tg3 è totalmente privo di fondamento.

 

In un momento in cui il servizio pubblico sale agli onori delle cronache per episodi di censura inaccettabili, il Movimento 5 Stelle è impegnato nella promozione degli Stati generali della Rai, per superare l’attuale sistema di governance in linea con i principi del Media Freedom Act europeo.

 

Ufficio Stampa M5S

 

BARBARA FLORIDIA GIUSEPPE CONTE BARBARA FLORIDIA GIUSEPPE CONTE

 

 

giuseppe conte elly schlein foto di bacco (2) giuseppe conte elly schlein foto di bacco (2) sergio mattarella barbara floridia giuseppe conte sergio mattarella barbara floridia giuseppe conte ELLY SCHLEIN E GIUSEPPE CONTE ELLY SCHLEIN E GIUSEPPE CONTE giuseppe conte foto di bacco giuseppe conte foto di bacco giuseppe conte suona la chitarra in sardegna 7 giuseppe conte suona la chitarra in sardegna 7 olivia paladino giuseppe conte (2) olivia paladino giuseppe conte (2)

GIUSEPPE CONTE BARBARA FLORIDIA GIUSEPPE CONTE BARBARA FLORIDIA

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

INTER-ZHANG: GAME OVER? IL PRESIDENTE NON PUÒ LASCIARE LA CINA E STA COMBATTENDO IL WEEKEND PIÙ DURO DELLA SUA VITA PER NON PERDERE ANCHE L’INTER. BALLA IL PRESTITO DA 375 MILIONI CHE ZHANG DEVE RESTITUIRE A OAKTREE. IL FONDO PIMCO SI ALLONTANA - SE LA TRATTATIVA PER UN NUOVO FINANZIAMENTO NON SI SBLOCCA ENTRO LUNEDÌ, OAKTREE SI PRENDERA’ IL CLUB. UNA SOLUZIONE CHE SAREBBE MOLTO GRADITA AL DG MAROTTA. FORSE IL DIRIGENTE SPORTIVO PIÙ POTENTE D’ITALIA HA GIÀ UN ACQUIRENTE? O FORSE SA CHE...

DAGOREPORT - VANNACCI SARÀ LA CILIEGINA SULLA TORTA O LA PIETRA TOMBALE PER MATTEO SALVINI, CHE TANTO LO HA VOLUTO NELLE LISTE DELLA LEGA, IGNORANDO LE CRITICHE DEI SUOI? - LUCA ZAIA, A CUI IL “CAPITONE” HA MOLLATO UN CALCIONE (“DI NOMI PER IL DOPO ZAIA NE HO DIECI”), POTREBBE VENDICARSI LASCIANDO CHE LA BASE LEGHISTA ESPRIMA IL SUO DISSENSO ALLE EUROPEE (MAGARI SCEGLIENDO FORZA ITALIA) - E COSA ACCADREBBE SE ANCHE FEDRIGA IN FRIULI E FONTANA IN LOMBARDIA FACESSERO LO STESSO? E CHE RIPERCUSSIONI CI SAREBBERO SUL GOVERNO SE SALVINI SI RITROVASSE AZZOPPATO DOPO LE EUROPEE?

DAGOREPORT - COSÌ COME IL SESSO È LA PARODIA DEL DELITTO, LA “MILANESIANA”, RASSEGNA “IDEATA E DIRETTA DA ELISABETTA SGARBI” (SORELLA DI), È LA PARODIA DELLA CULTURA GLAMOUR, CHIC, RADICAL-COLTA, AMICHETTISTICA DEL NOSTRO PAESE - OGNI ANNO UN TEMA (QUEST’ANNO “TIMIDEZZA”), UNA PAROLA COSÌ OMNICOMPRENSIVA CHE CI CACCI DENTRO QUEL CHE TI PARE, DAL NOBEL ALL’AMICO, DAL GIORNALISTA UTILE PER LA RECENSIONE ALLO SCRITTORE INUTILE: OVVIAMENTE, PRIMUS NON INTER PARES SUO FRATELLO VITTORIONE - LEI SCEGLIE, LEI FA, PRESENTA, OBBLIGA GLI SPETTATORI, ANCHE SE HANNO PAGATO IL BIGLIETTO, AD ASCOLTARE LA SUA BAND EXTRALISCIO: “È INUTILE CHE FISCHIATE…” – L'EVENTO NON BASTA: CI AGGIUNGE I SUOI FILM. E SU TUTTE LE LOCANDINE DELLE SERATE (TUTTE), LA METÀ SINISTRA È OCCUPATA DALLA FOTO (SEMPRE LA STESSA) DELLA SGARBI; POI, IN PICCOLO, I NOMI DEGLI OSPITI...