ALLA FINE E' LO STESSO LUCA BERNARDO A BOCCIARE LA SUA CANDIDATURA: "ALBERTINI CANDIDATO PIU' FORTE? ERA SICURAMENTE UNA PERSONA PIÙ CONOSCIUTA DI ME, MI PIACE MOLTO. AVEVA AVUTO QUALCHE VETO, CREDO DA LUPI, ED È UN PECCATO: È UNA PERSONA PERBENE, CONOSCIUTA, BRILLANTE - HO CIRCA CINQUANTA TATUAGGI: HO LA CROCE DI GERUSALEMME, IL MIO SEGNO ZODIACALE, IL LEONE, E SU TUTTO L'AVAMBRACCIO SINISTRO UN 'MAORI'. L'UNICO DI CUI FORSE MI SONO PENTITO È STATO UN DELFINO CHE MI SONO FATTO TATUARE DA RAGAZZO SUL GLUTEO DESTRO...”

-

Condividi questo articolo


LUCA BERNARDO LUCA BERNARDO

Da "Un giorno da pecora"

 

Il 'Corriere della Sera' ha scritto che lei ha ricevuto i finanziamenti da parte di Lega ed FdI ma non da Fi e dal partito di Lupi. E' vero? “Confermo, chiedere è lecito ed è nella normalità. Loro avevano da sostenere la loro campagna, ma non sono dispiaciuto. Io non ho guardato mai il conto tranne che alla fine”. A rispondere, ospite di Rai Radio1 a Un Giorno da Pecora, è l'ex candidato a sindaco di Milano Luca Bernardo. Il conto alla fine l'ha solo pagato...”In parte sì”.

 

LUCA BERNARDO E MATTEO SALVINI LUCA BERNARDO E MATTEO SALVINI

Ha sentito Berlusconi dopo la sua sconfitta? “Ancora no”. Crede che Gabriele Albertini potesse esser un candidato più forte di lei? ”Albertini era sicuramente una persona più conosciuta di me, mi piace molto. Aveva avuto qualche veto, credo da Lupi, ed è un peccato: è una persona perbene, conosciuta, brillante”.

 

Tra cinque anni si ricandiderà? “Potrebbe essere, intanto farò il consigliere comunale”. Usciamo un attimo dalla politica: è vero che lei ama molto i tatuaggi? “Si, ne ho circa cinquanta. Ho la croce di Gerusalemme, il mio segno zodiacale, il leone, e su tutto l'avambraccio sinistro un 'maori'. L'unico di cui forse mi sono pentito è stato un delfino - ha raccontato a Un Giorno da Pecora - che mi sono fatto tatuare da ragazzo sul gluteo destro...”

gabriele albertini gabriele albertini

 

Condividi questo articolo

politica