GLI IRANIANI HANNO POCO DA FESTEGGIARE, CON L'ATTACCO DI IERI SI SONO DATI LA ZAPPA SUI PIEDI - MENTRE I MISSILI RAGGIUNGEVANO IL TERRITORIO ISRAELIANO (PER ESSERE POI INTERCETTATI), A PROTEZIONE DELLO STATO EBRAICO SI È CREATA UNA COALIZIONE INEDITA: GLI STATI UNITI HANNO CONTRIBUITO ALL’OPERAZIONE DI DIFESA, ASSIEME ALLA GRAN BRETAGNA, ALLA GIORDANIA E L’ARABIA SAUDITA - "L'ALLEANZA" PUÒ ESSERE LA BASE PER ESERCITARE UNA FORTE PRESSIONE ANCHE SU HAMAS E FAR FINIRE LA GUERRA A GAZA... - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Estratto dell’articolo di Micol Flammini per www.ilfoglio.it

 

netanyahu e il gabinetto di guerra israeliano netanyahu e il gabinetto di guerra israeliano

Nella notte tra sabato e domenica, l’Iran ha lanciato centinaia di droni, missili balistici, missili da crociera contro Israele segnando la storia del primo attacco diretto di Teheran contro lo stato ebraico per rispondere all’uccisione del comandante iraninano Mohammad Reza Zahedi, morto mentre si trovava nel consolato di Damasco. L’Iran aveva giurato una vendetta, l'aveva ripetuta e annunciata, e ha deciso di lanciare un attacco diretto. […]  

 

Mentre i missili raggiungevano il territorio israeliano, a protezione dello stato ebraico si è creata una coalizione inedita. Gli Stati Uniti hanno contribuito all’operazione di difesa, assieme alla Gran Bretagna, alla Giordania e l’Arabia saudita. E’ un’infrastruttura di difesa totalmente nuova che è stata significativa in funzione anti iraniana e può esserlo per il futuro della regione.

lancio missile iran lancio missile iran

 

Le conseguenze dell’attacco sono state limitate, un bambino è stato gravemente ferito da una scheggia, una base militare nel sud di Israele ha subìto leggeri danni, ma in una notte la storia è cambiata: gli israeliani hanno trascorso ore nei rifugi a causa di un attacco iraniano per mettersi al riparo dai missili che non sono arrivati soltanto a Tel Aviv, abituata agli attacchi, ma anche a Gerusalemme, una linea rossa. Le immagini sono forti, impressionanti, l’Iran non è più nell’ombra.

missili di difesa israele iron dome missili di difesa israele iron dome

 

Israele vuole reagire, il ministro della Difesa Yoav Gallant ha detto che l’allerta rimane alta. In una conversazione avvenuta tra il presidente americano Joe Biden e il primo ministro Benjamin Netanyahu, gli Stati Uniti hanno detto che non sosterranno la reazione israeliana. Secondo il giornalista americano Barak Ravid, Biden avrebbe detto: “Oggi hai ottenuto una vittoria, accontentati”.

iraniani festeggiano attacco a israele iraniani festeggiano attacco a israele

 

Secondo i commentatori israeliani più cauti, la coalizione di difesa che durante la notte è intervenuta per aiutare Israele, può essere la base solida per esercitare una forte pressione anche su Hamas e far finire la guerra a Gaza: ieri il gruppo di terroristi della Striscia, mentre i missili iraniani raggiungevano le città israeliane, ha detto ancora una volta no alla proposta di un accordo sul cessate il fuoco e la liberazione degli ostaggi che tiene in prigionia da più di sei mesi.

iraniani festeggiano attacco a israele 11 iraniani festeggiano attacco a israele 11 missili e droni iraniani intercettati nei cieli israeliani missili e droni iraniani intercettati nei cieli israeliani

 

attacco iran a israele 2 attacco iran a israele 2 attacco iran a israele attacco iran a israele biden e blinken biden e blinken iran attacca israele 77 iran attacca israele 77 iraniani festeggiano attacco iraniani festeggiano attacco

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - CHE SUCCEDE SE IL 10 GIUGNO, APERTE LE URNE, IL DIVARIO TRA M5S E PD RISULTASSE MOLTO FORTE, O ADDIRITTURA ELLY SCHLEIN RIUSCISSE A DOPPIARE LA PERCENTUALE DEI 5STELLE? - I SOGNI DI GLORIA DI CONTE "LEADER DELLA SINISTRA” FINIREBBERO NEL CESTINO DELLE AMBIZIONI SBAGLIATE MA SOPRATTUTTO COMINCEREBBE LA GUERRA CIVILE NEL MOVIMENTO - CONTE HA CONTRO LA NOMENKLATURA CHE È STATA TAGLIATA FUORI DALLA NORMA DEL DOPPIO MANDATO: FICO, FRACCARO, BONAFEDE, BUFFAGNI, TAVERNA, RAGGI, DI BATTISTA, TUTTI MIRACOLATI CHE SI ERANO ABITUATI ALLA CUCCAGNA PARLAMENTARE DEI 15 MILA EURO AL MESE - ALL’OSTILITÀ DEI REDUCI E COMBATTENTI DEL GRILLISMO CON AUTO BLU, AGGIUNGERE LA FRONDA DEI PENTASTELLATI CHE NON HANNO PER NULLA DIGERITO L’AUTORITARISMO DI CONTE QUANDO HA SCELTO I SUOI FEDELISSIMI DA PIAZZARE IN LISTA PER LE EUROPEE, SENZA PASSARE DALLE SELEZIONI ONLINE E FACENDOLI VOTARE DAGLI ATTIVISTI IN UN ELENCO BLOCCATO... 

"NELLA CHIESA C'È TROPPA ARIA DI FROCIAGGINE" - IERI DAGOSPIA HA SANTIFICATO LA SANTA DOMENICA CON UNO SCOOP SU BERGOGLIO COATTO CHE OGGI IMPAZZA SU TUTTI I SITI (A PARTE ''REPUBBLICA'') - PAPALE PAPALE: I VESCOVI DEVONO SEMPRE   "METTERE FUORI DAI SEMINARI TUTTE LE CHECCHE, ANCHE QUELLE SOLO SEMI ORIENTATE"  - LO RIFERISCONO PARECCHI VESCOVI ITALIANI INTERVENUTI ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CEI, DOVE PAPA FRANCESCO HA RIBADITO PUBBLICAMENTE, MA A PORTE CHIUSE, LA SUA NOTA CONTRARIETÀ AD AMMETTERE AL SACERDOZIO CANDIDATI CON TENDENZE OMO - BERGOGLIO NON È NUOVO A UN LINGUAGGIO SBOCCATO. DURANTE LA RECENTE VISITA A VERONA, HA RACCONTATO UNA STORIELLA… - VIDEO