“BIDEN HA GESTITO MOLTO MALE IL RITIRO, NON HA CONSULTATO GLI ALLEATI” - IL POLITOLOGO IAN BREMMER MENA “BANANA JOE” PER IL DISASTRO IN AFGHANISTAN: “L'ERRORE PIÙ GRANDE È STATO LASCIARE LA BASE AEREA DI BAGRAM A LUGLIO. POI CE NE SONO STATI TANTI ALTRI: MANCANZA DI PIANIFICAZIONE, INFORMAZIONI ERRATE, UNILATERALISMO, UNA CONFUSA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE”- “IL FALLIMENTO DELLA GUERRA NON È COLPA DI BIDEN, MA DATO CHE È LUI CHE STA GESTENDO COSÌ MALE QUESTA EVACUAZIONE E LO STA FACENDO DA SOLO, INVECE DI FARLO CON GLI ALLEATI, QUESTO SARÀ UN GROSSO PROBLEMA PER LUI…”

-

Condividi questo articolo


 

Marilisa Palumbo per il “Corriere della Sera”

 

IAN BREMMER IAN BREMMER

«Con la notizia delle vittime americane aumenta la possibilità che gli Usa si impegnino in rappresaglie, che siano bombardamenti o attacchi con i droni. Sarà molto più difficile mantenere le operazioni di evacuazione fino al 31 e cresce il pericolo di una escalation. I rapporti con i talebani si deterioreranno molto in fretta», dice Ian Bremmer, politologo, fondatore e presidente del centro studi Eurasia Group.

joe biden piange dopo l attentato all aeroporto di kabul joe biden piange dopo l attentato all aeroporto di kabul

 

L'attacco all'aeroporto era una tragedia annunciata.

«Questo dimostra il motivo dell'urgenza che Biden esprimeva in questi giorni quando diceva che ogni ora in più aumentava i rischi per le truppe Usa. La Casa Bianca aveva avvertito che i terroristi stavano pianificando attacchi all'aeroporto, e solo poche ore prima che colpissero, il dipartimento di Stato aveva ordinato agli americani di evacuarlo».

attentato all aeroporto di kabul 9 attentato all aeroporto di kabul 9

 

Biden può dire che questa volta l'intelligence aveva informazioni accurate, ma in fin dei conti è il modo in cui è stato gestito il ritiro che ha permesso il crearsi di quest' occasione per i terroristi.

attentato all aeroporto di kabul attentato all aeroporto di kabul

«L'errore più grande è stato lasciare la base aerea di Bagram a luglio: per evacuare tutte queste persone serviva un'area nella quale poter controllare la sicurezza, e non è il caso dell'aeroporto di Kabul.

 

IAN BREMMER IAN BREMMER

Poi ci sono stati tanti altri errori: mancanza di pianificazione, informazioni errate, unilateralismo, una confusa strategia di comunicazione. Il fallimento della guerra non è colpa di Biden, i suoi predecessori hanno una responsabilità maggiore, ma dato che è lui che sta gestendo così male questa evacuazione e lo sta facendo da solo, invece di farlo con gli alleati, questo sarà un grosso problema per lui».

 

Perché secondo lei tutti questi errori di giudizio?

«Evidentemente pensavano che il governo afghano sarebbe rimasto in piedi e che la Difesa afghana avrebbe combattuto. Quando hanno lasciato Bagram, l'intelligence parlava di un governo che sarebbe durato due o tre anni.

attentato all aeroporto di kabul 10 attentato all aeroporto di kabul 10

 

Ora, se l'intelligence dice questo, ma ammette che potrebbe essere molto peggio, e però tutti sanno che Biden vuole andarsene a ogni costo, è plausibile che le persone che lo consigliano possano aver edulcorato i rapporti. O semplicemente è stato lui a non voler ascoltare. Certo ora ci saranno molte dita puntate».

 

E ora Biden dovrà spostare in avanti la fine delle operazioni di evacuazione?

 «Sarà difficile mantenere il passo, e man mano che gli americani riducono le loro truppe diventa più difficile e pericoloso operare. Significa che un enorme numero di afghani che avrebbero avuto il diritto di partire verrà lasciato indietro.

 

attentato suicida all aeroporto di kabul 1 attentato suicida all aeroporto di kabul 1

E questo sarà un problema per Biden, soprattutto sul palcoscenico internazionale davanti agli alleati europei già estremamente scontenti di come è stata gestita l'uscita dal Paese.

 

Ma la data non verrà posticipata, al contrario, sarà probabilmente anticipata perché accelereranno sul ritiro delle truppe in modo da poter eventualmente colpire con una rappresaglia».

 

attentato suicida all aeroporto di kabul attentato suicida all aeroporto di kabul

 I rifugiati saranno un problema politico per Biden?

«No, lo saranno per la Turchia, il Pakistan, l'Iran, e per gli europei, anche se non ai livelli della crisi siriana»

JOE BIDEN DONALD TRUMP BY PAT LUDO JOE BIDEN DONALD TRUMP BY PAT LUDO trump biden trump biden aeroporto di kabul 2 aeroporto di kabul 2 talebani nella base aerea di bagram talebani nella base aerea di bagram joe biden dopo l attentato di kabul joe biden dopo l attentato di kabul base di bagram base di bagram attentato all aeroporto di kabul 4 attentato all aeroporto di kabul 4 attentato all aeroporto di kabul 5 attentato all aeroporto di kabul 5 IAN BREMMER IAN BREMMER attentato all aeroporto di kabul attentato all aeroporto di kabul attentato all aeroporto di kabul 11 attentato all aeroporto di kabul 11 attentato all aeroporto di kabul 3 attentato all aeroporto di kabul 3 biden trump biden trump

 

Condividi questo articolo

politica

MOVIMENTO “MARI-STELLI” - IL PORTAVOCE DI LUIGI DI MAIO, PEPPE MARICI, CHE DOMENICA SPOSA LA VICE-MINISTRA ALL’ECONOMIA LAURA CASTELLI, SI CONFIDA CON TELESE: “IL NOSTRO È UNA SORTA DI ‘AMORE A CINQUE STELLE’, MA NON È UN FILM DEI VANZINA” - “PER VEDERCI DI PIÙ ABBIAMO DOVUTO OCCUPARCI DI INTERNAZIONALIZZARE IL MADE IN ITALY ALLA FARNESINA. LAURA È UNA GRANDE CUOCA. È LA REGINA DELLO SVUOTAFRIGO. QUALSIASI COSA TROVI NE TRAE UN GRANDE PIATTO. HO DOVUTO FARE UN SERIO ACCORDO POLITICO CON LEI. PUÒ STARE ANCHE FINO ALLE TRE SUL DIVANO, A STUDIARE UN DOSSIER, MA IL LETTO È SACRO. QUANDO VIENE A DORMIRE…”