“VADE RETRO SALVINI” – LA COPERTINA DI ''FAMIGLIA CRISTIANA'', DOMANI IN EDICOLA, SCOMUNICA IL MINISTRO DELL’INTERNO: “NIENTE DI PERSONALE O IDEOLOGICO. SI TRATTA DEL VANGELO” – FINALMENTE QUALCUNO CHE HA DECISO DI FARE OPPOSIZIONE: "CONTRO CERTI TONI SPREZZANTI E NON EVANGELICI"

-

Condividi questo articolo


Da www.huffingtonpost.it

 

LA COPERTINA DI FAMIGLIA CRISTIANA CONTRO SALVINI LA COPERTINA DI FAMIGLIA CRISTIANA CONTRO SALVINI

Una mano che si leva verso il volto di uno sconcertato ministro degli Interni; sotto, il titolo: "Vade retro Salvini".

 

È la copertina del prossimo numero di Famiglia Cristiana, domani in edicola. "Niente di personale o ideologico", precisa il settimanale, "si tratta di Vangelo".

 

Dopo l'ennesima tragedia di migranti morti in mare (le vittime, ricorda il settimanale, sono già 1.490 dal primo gennaio al 18 luglio), Famiglia Cristiana fa il punto sull'impegno della Chiesa italiana, "contro certi toni sprezzanti e non evangelici".

Saviano vs Salvini - migranti Saviano vs Salvini - migranti SALVINI FUCILE SALVINI FUCILE SALVINI MANGIA UN HAMBURGER A VILLA TAVERNA SALVINI MANGIA UN HAMBURGER A VILLA TAVERNA SALVINI MONDIALI SALVINI MONDIALI salvini bolzano salvini bolzano SALVINI MIGRANTI SALVINI MIGRANTI

 

Condividi questo articolo

politica

LA FURIA DI FURIO CONTRO I GRILLINI – COLOMBO SI TOGLIE I MACIGNI DAI MOCASSINI E VERGA UN DE PROFUNDIS VELENOSISSIMO DEL M5S: COME MAI SI SVEGLIA SOLO ORA, DOPO AVER FONDATO E SCRITTO PER 13 ANNI PER "IL FATTO QUOTIDIANO", HOUSE ORGAN DEL PARTITO DI GRILLO? - “BRAVE PERSONE MOBILITATE PER FARE IL NUOVO, SI SONO TROVATE NEL MECCANISMO STRAVAGANTE DI UNA MACCHINA IMMOBILE, E NON CI SARÀ URLO O SEDUZIONE DI GRILLO, ORMAI DESTINATO DEFINITIVAMENTE ALLO SPETTACOLO, CHE LA RIMETTERÀ IN MOTO” - “COME RACCONTEREMO CHE UN'INTERA EPOCA ITALIANA È COMINCIATA QUANDO FOLLE DI ITALIANI ADULTI SI SONO PRESTATI A DIRE INSIEME ‘VAFFANCULO’?” (PERCHÉ NON LO CHIEDE A TRAVAGLIO?)

DAGOREPORT! - LETTA NON HA VINTO UN CAZZO! NON C’È UNA VITTORIA DEL CENTRO-SINISTRA, MA UNA SCONFITTA DEL CENTRO-DESTRA (DA ALESSANDRIA A VERONA). DOV'È LA VITTORIA DEL ‘’CAMPO LARGO’’ DI LETTA-CONTE? LE COCENTI SCONFITTE AL PRIMO TURNO A PALERMO E A GENOVA (“CITTÀ TRE VOLTE PIÙ GRANDI DI VERONA”)? L’EX CALCIATORE DAMIANO TOMMASI CHE SI È TENUTO BEL LONTANO DAL PALCO DEL COMIZIO PRESIEDUTO A VERONA DA LETTA E CONTE? - AGGIUNGERE CHE IN MOLTE DELLE CITTÀ HA AVUTO UN RUOLO SOVENTE DECISIVO, CHE NESSUNO SI ASPETTAVA, "AZIONE" DI CARLO CALENDA. IL CHURCHILL DEI PARIOLI HA CHIARITO A LETTA CHE NON VUOLE TRA I PIEDI NÉ CONTE NÉ DI MAIO: “PREFERISCO CORRERE DA SOLO” - IL SUPER-SCONFITTO È SALVINI. NON HA TOCCATO PALLA AL NORD E NON L'HA TOCCATA AL SUD E AL CENTRO. CERTO, NON SI PUÒ IMMAGINARE UNA SCISSIONE ALLA DI MAIO, MA DI SICURO GIORGETTI E I GOVERNATORI POTREBBERO CHIEDERE UN CAMBIO DI LINEA SU TUTTO E UN COMITATO POLITICO PER COMMISSARIARE IL SEGRETARIO O ADDIRITTURA DETRONIZZARLO

“LETTA HA TROVATO UNA STRATEGIA CHE RITENGO GENIALE: RESTARE IMMOBILE, NELLA CONVINZIONE CHE SARANNO GLI ALTRI A FARSI MALE” – IL PROFESSOR GIOVANNI ORSINA COMMENTA LO STATO COMATOSO DELLA POLITICA ITALIANA: “NESSUNO È IN SALUTE. E NON LO È AFFATTO IL CENTRODESTRA, DIVISO DA FRATTURE PROGRAMMATICHE REALI, IN PARTICOLARE PER QUEL CHE RIGUARDA LA POLITICA INTERNAZIONALE. E POI C'È UN GROSSO PROBLEMA DI LEADERSHIP E LEGITTIMAZIONE” – “IL MOVIMENTO CINQUE STELLE NON HA PIÙ UN'IDENTITÀ, DI FATTO NON ESISTE PIÙ…”