LUI DI SQUALI SE NE INTENDE - STEFANIA CRAXI A DAGOSPIA: ''SOROS DAL FORUM DI DAVOS, NOTORIAMENTE UNA 'PIAZZA' ASSAI ATTENTA AI DIRITTI DEI POPOLI, LANCIA LA SUA CAMPAGNA GLOBALE. DALLA PRESIDENZA USA ALL'EMILIA-ROMAGNA È TUTTO UN PROFERIRE DISINTERESSATO. 'LE SARDINE SONO PIÙ DEGLI SQUALI E SONO DESTINATE A VINCERE'. C'È DA CREDERCI, SPECIE SE DETTO DA UNO SQUALO CHE DI SARDINE, ANCHE NOSTRANE, NE HA MANGIATE TANTE''

-

Condividi questo articolo

Stefania Craxi Stefania Craxi

Riceviamo e pubblichiamo:

 

Caro Dago,

dal World Economic Forum di Davos, notoriamente una ‘piazza’ assai attenta alle questioni sociali e ai diritti dei popoli, Soros lancia la sua campagna globale: dalla presidenza USA all’Emilia Romagna è tutto un proferire disinteressato, così come nel ’92, di idee e suggerimenti.

 

 

E, tra un anatema e l’altro, formulato contro i novelli dittatori nazionalistici dal campione della democrazia e del consenso, nonché noto nemico delle lobby, ecco che arriva l’endorsement al Movimento nato a Bologna in Piazza Grande: “le sardine sono più degli squali e sono destinate a vincere".

 

 

C’è da crederci. Specie se detto da uno "squalo" che di "sardine", anche nostrane, ne ha mangiate davvero tante….

 

 

GEORGE SOROS A DAVOS GEORGE SOROS A DAVOS

Stefania Craxi

GEORGE SOROS A DAVOS GEORGE SOROS A DAVOS SARDINE A BIBBIANO SARDINE A BIBBIANO mattia santori con sergio echamanov mattia santori con sergio echamanov MATTIA SANTORI MATTIA SANTORI

 

Condividi questo articolo

politica

#HASTATOLOHACKER! IL PASTICCIACCIO DEL FINTO HACKER INVENTATO DA PALAZZO CHIGI RISCHIA DI DIVENTARE UNA VALANGA E TRAVOLGERE LA "SQUADRETTA" DI TA-ROCCO CASALINO: TUTTE LE STRADE PORTANO A PIERRE CANTAGALLO, BRACCIO DESTRO DI DARIO ADAMO (RESPONSABILE SOCIAL DI PALAZZO CHIGI) CHE LAVORA AL GRUPPO M5S ALLA CAMERA - IL DEBUNKING DI PUENTE: "DOPO L'ERRORE, SONO STATI RIPULITI TUTTI I SITI COLLEGATI AL GRUPPO FACEBOOK PRO CONTE" - RENZI: "UNA PAGINA FATTA DA FUNZIONARI PAGATI DALLE ISTITUZIONI? O E' UNA COSA ENORME O UNA MENZOGNA". ANZALDI CHIEDE L'INTERVENTO ALLA MINISTRA LAMORGESE DI ATTIVARE LA POLIZIA POSTALE...

COME DAGORIVELATO, I MANDANTI DEGLI ASSALTI DI RENZI A CONTE ERANO I VERTICI DEL PD - VERDERAMI CONFERMA: “L'ACCORDO PREVEDEVA CHE ITALIA VIVA AVREBBE SÌ RITIRATO I SUOI MINISTRI DAL GOVERNO, MA CHE IL GESTO SAREBBE STATO ACCOMPAGNATO DA UNA RICHIESTA DI ‘CHIARIMENTO’ PER IMPOSTARE UN NUOVO ‘PATTO DI FINE LEGISLATURA’. SI SAREBBE EVITATA UNA CRISI AL BUIO E SI SAREBBE RIDOTTO LO STRAPOTERE DEL PREMIER. INVECE RENZI HA SPARATO A ZERO SUL CAPO DEL GOVERNO, E ORA IL PD DEVE TROVARE IL MODO DI RESPINGERE L'OFFENSIVA SENZA FINIRE INGHIOTTITO NELL'ORBITA POLITICO-MEDIATICA DI CONTE”