MONTI, L’INIZIO DELLA FINE - UN AGENDISTA STREGONE VISIBILMENTE SCOCCIATO CON I GIORNALISTI PRIMA DI COMINCIARE E' CALATO DALLA MONTAGNA PER PARTORIRE IL SUO TOPOLINO ELETTORALE AL PLAZA - LE LISTE SEPARATE ALLA CAMERA SONO UNA SCONFITTA DI MOSE' MONTI - IN EUROPA COSA DIRANNO, CHE MOSE' MONTI VALE IL 3 PER CENTO O POCO PIÙ? - ALLO STATO ATTUALE DELLE INTENZIONI DI VOTO IL SUO SCHIERAMENTO ARRIVA QUARTO, DOPO PD, PDL PIÙ LEGA E GRILLO….

Condividi questo articolo


DAGOREPORT
"Seduti...."! Un Agendista Stregone visibilmente scocciato con i giornalisti prima di cominciare e' calato dalla montagna per partorire il suo topolino elettorale al Plaza, l'albergo di via del Corso a Roma gia' quartier generale dell'"avanzo di balera" Gianni De Michelis (socialista, ma ministro e politico intelligente).

MONTEZEMOLO MONTIMONTEZEMOLO MONTI

Oltre al modesto "Scelta Civica" e all'obbligato "Monti per l'Italia", il premier in carica per gli affari correnti ha calato in pochi minuti le sue tavole, che poi e' una sola, quella dei "criteri di candidabilita' senza distinzione di lista".

Subito dopo tale e unica tavola della legge, Mose' Monti ha elogiato l'"entusiastico apporto di Italia Futura, Montezemolo, Casini, Fini e Riccardi". Subito dopo infilava un passaggio alle sue spalle, lasciando ai giornalisti le domande innescate.

E' opportuno quindi ricapitolare lo stato dell'arte:

SIMBOLO LISTA CON MONTI PER L'ITALIA SCELTA CIVICASIMBOLO LISTA CON MONTI PER L'ITALIA SCELTA CIVICA

1. Mose' Monti ha detto che ci saranno "criteri di candidabilita' senza distinzione di lista più esigenti rispetto alla normativa vigente, su condanne, conflitti d'interesse, antimafia secondo il codice deontologico della Commissione antimafia e limiti legati all' attivita' parlamentare pregressa con massimo due deroghe per lista".

La domanda e': si tratta di due deroghe per l'Udc (Cesa e Buttiglione, ad esempio, visto che Casini avrà il nome sulla lista e quindi ci dovrà essere) e due deroghe per Fini, che avrà anch'egli alla Camera il proprio nome sulla lista, oppure di due deroghe per ogni circoscrizione elettorale?

montimonti

In tal caso, poiché le circoscrizioni elettorali sono 21, le deroghe sarebbero 42 e Casini e Fini potrebbero imbarcare senza problemi tutti gli uscenti. E nella lista senza parlamentari, quella cosiddetta della "Societa' Civile che si sta scannando per entrare nella Societa' Politica", i conflitti d'interesse riguarderanno anche gli imprenditori della grande distribuzione e i titolari di concessioni pubbliche?

BERSANI MONTIBERSANI MONTI

In generale, imprenditori a parte, l'impressione e' che a Enrico Bondi il Censore stiano rifilando molta moneta cattiva: gli stanno vendendo come gente radicata sul territorio e molto perbene gente che magari non ha nessuna delle due caratteristiche e lui non ha il tempo e la possibilità reale di verificare.

monti e montezemolo b b c fef b f ab emonti e montezemolo b b c fef b f ab e

2. Le liste separate alla Camera sono una sconfitta di Mose' Monti, mentre da lontano Passera Corrado se la ride, avendo avuto suo malgrado la fortuna di non essere imbarcato nella zattera mentre, e' ormai certo, il Mar Rosso elettorale non si aprirà davanti all'Agenda e all'Agendista Stregone.

Nel momento stesso dell'ufficializzazione della Scelta Civica, appare chiaro che Monti per l'Italia da solo prenderà qualcosina compresa tra il 2 e, se va bene, il 4 per cento alla Camera, piazzandosi forse al secondo posto dopo Casini e, forse, prima di Fini. Si e' trattato dunque di un vero e proprio errore di tecnica politica, alla Bocconi della politica un errore da matita blu, aver messo il proprio nome su di una "cosina" che prenderà così poco.

MONTI CON PASSERA ALLA CONFERENZA STAMPAMONTI CON PASSERA ALLA CONFERENZA STAMPA

In Europa cosa diranno, che Mose' Monti vale il 3 per cento o poco più? Poco prima e poco dopo la finta conferenza stampa (i profeti del resto non ne hanno mai fatte, vedere Vecchio Testamento) infatti, sky tg 24 faceva passare e ripassare le intenzioni di voto aggiornate e le liste che fanno capo al premier dimissionario raggiungono poco più del 12 per cento: se Casini oggi ha un 6-7 per cento e Fini potrebbe quasi aspirare al 2' ecco dunque che al nome di Mose' Monti corrisponde poco di più. E non ditegli che Re Giorgio Napolitano l'aveva avvisato.

monti-grillomonti-grillo

3. Significa che, allo stato attuale delle intenzioni di voto il suo schieramento arriva quarto, dopo Pd, Pdl più Lega e Grillo. Casini si riprenderà subito la sua liberta', ovviamente giocando in proprio e non per il profeta, Fini avrà percentuali tali da tutelare appena il condominio Tulliani a Val Cannuta. E meno male che l'apporto di Montezemolo, dalle Maldive, e' stato entusiastico.

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

MOVIMENTO “MARI-STELLI” - IL PORTAVOCE DI LUIGI DI MAIO, PEPPE MARICI, CHE DOMENICA SPOSA LA VICE-MINISTRA ALL’ECONOMIA LAURA CASTELLI, SI CONFIDA CON TELESE: “IL NOSTRO È UNA SORTA DI ‘AMORE A CINQUE STELLE’, MA NON È UN FILM DEI VANZINA” - “PER VEDERCI DI PIÙ ABBIAMO DOVUTO OCCUPARCI DI INTERNAZIONALIZZARE IL MADE IN ITALY ALLA FARNESINA. LAURA È UNA GRANDE CUOCA. È LA REGINA DELLO SVUOTAFRIGO. QUALSIASI COSA TROVI NE TRAE UN GRANDE PIATTO. HO DOVUTO FARE UN SERIO ACCORDO POLITICO CON LEI. PUÒ STARE ANCHE FINO ALLE TRE SUL DIVANO, A STUDIARE UN DOSSIER, MA IL LETTO È SACRO. QUANDO VIENE A DORMIRE…”