IL MOVIMENTO CINQUE STELLE SI È FINALMENTE BIODEGRADATO – NEI SONDAGGI IL PARTITO DI CONTE HA BRUCIATO DUE PUNTI PERCENTUALI IN DUE MESI: ANCHE IL GRADIMENTO PERSONALE DI PEPPINIELLO APPULO È IN FORTE CALO. MA DI MAIO NON RIDE: SECONDO PAGNONCELLI, IL SUO PARTITO È AL 2,3% (PER “WINPOLL” AL 4,7%), ANCHE SE È TROPPO PRESTO PER DARE UN GIUDIZIO. E COMUNQUE, “INSIEME PER IL FUTURO” VALE GIÀ PIÙ DI “ITALIA VIVA”

-

Condividi questo articolo


Domenico Di Sanzo per “il Giornale”

 

gianroberto casaleggio e beppe grillo gianroberto casaleggio e beppe grillo

I numeri sembrano dare ragione a quanti, all'interno del M5s, auspicano l'autodistruzione del Movimento fondato da Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio. La profezia del Garante sul partito biodegradabile si sta avverando sotto i colpi della scissione di Luigi Di Maio. L'ultimo sondaggio di Ipsos di Nando Pagnoncelli, pubblicato ieri dal Corriere della Sera, sta lì a dimostrarlo. La rilevazione certifica il crollo verticale dei Cinque Stelle guidati da Giuseppe Conte, ma registra una prima prestazione non esaltante anche per Insieme per il Futuro. Il dato più eclatante è la flessione dei grillini.

 

BEPPE GRILLO - GIUSEPPE CONTE - LUIGI DI MAIO - BY MACONDO BEPPE GRILLO - GIUSEPPE CONTE - LUIGI DI MAIO - BY MACONDO

Rispetto all'ultimo sondaggio del 25 maggio i pentastellati perdono l'1,6% dei consensi. Un risultato più che deludente, se sommato al -1,3% totalizzato tra la fine di aprile e la fine di maggio. Quasi due punti bruciati in due mesi. E non va meglio per quanto riguarda il gradimento personale del leader Conte. Tra la fine di maggio e la fine di giugno l'avvocato ha perso un punto percentuale (dal 32% al 31%).

 

Ma colpisce il crollo delle preferenze anno su anno. Conte il 27 maggio 2021 aveva il 51% del gradimento. Ora ha venti punti in meno, il 12,1% L'altro capitolo del big bang dei consensi stellati è su Di Maio. Insieme per il Futuro è quotato al debutto al 2,3%. Una performance in controtendenza rispetto al sondaggio Winpoll- Il Sole 24 Ore di una settimana fa, che accreditava Ipf al 4,7%. Ma bisogna dire che alcuni esperti sostengono che una nuova formazione politica per essere sondata con affidabilità ha bisogno di almeno un mese di tempo di decantazione. Di Maio va meglio però nell'indice di gradimento, con il 24% di giudizi positivi, sei punti sotto Conte e un solo punto dietro Salvini.

 

GRADIMENTO LEADER E GOVERNO - SONDAGGIO IPSOS-CORRIERE DELLA SERA - 2 LUGLIO 2022 GRADIMENTO LEADER E GOVERNO - SONDAGGIO IPSOS-CORRIERE DELLA SERA - 2 LUGLIO 2022

I numeri del crollo si inseriscono in un contesto caotico più che mai. Con il Movimento che è diviso di nuovo tra governisti e neo-ortodossi contiani. Tra i parlamentari semplici, soprattutto al Senato, prevale la spinta per l'uscita dal governo. Ma la pattuglia dei governativi annovera esponenti di primo piano come il ministro dei Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà e la ministra delle Politiche Giovanili Fabiana Dadone. Tra i governisti anche il capogruppo alla Camera Davide Crippa, vicino a Grillo.

Intanto Conte si prepara a incontrare domani il premier Mario Draghi.

 

GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO

Prima del faccia a faccia ha convocato un Consiglio Nazionale del M5s. Probabilmente l'organo di vertice degli stellati darà mandato all'ex premier di trattare con Draghi sui provvedimenti bandiera del Movimento. Dal Superbonus al reddito di cittadinanza, fino al no al termovalorizzatore a Roma, con incursioni sulla guerra in Ucraina. I contiani spingono anche per un voto online sulla permanenza al governo, idea rilanciata dall'assessore regionale del Lazio e personaggio storico del grillismo Roberta Lombardi in un'intervista a Repubblica.

GRILLO CASALEGGIO CONTE BY OSHO GRILLO CASALEGGIO CONTE BY OSHO

 

Una consultazione che, stando alle voci interne, aprirebbe la strada a un'uscita dall'esecutivo.

 

Nel mosaico del M5s un tassello importante è Grillo. Il Garante è irritato con Conte per l'affaire De Masi e sta pensando di tornare a teatro con un nuovo show. Volontà confermata all'Adnkronos dal suo impresario Aldo Marangoni: «Beppe vuole tornare in scena entro l'anno». E il sociologo De Masi si difende dalle accuse di fughe di notizie: «Non ho tradito Grillo, amicizia finita? Pazienza». Nel frattempo cresce il numero dei grillini che non escludono che il fondatore possa riprendersi il simbolo e congelare il M5s.

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

“CALENDA MI SEMBRA UN BIPOLARE CON DISTURBO DI PERSONALITÀ. È ‘BULLO DA SOLO’” - DAGO FA LA MESSA IN PIEGA AI POLITICI: “LETTA HA TANTI DIFETTI: NON HA CAPITO CHE BISOGNA PARLARE PER SLOGAN - RENZI HA IL CARATTERE DI UN PROVINCIALE FRUSTRATO, CHE VORREBBE FARSI ACCETTARE, NON CI RIESCE E FA LO SPACCONE - CONTE? NON SI È RESO CONTO CHE GRILLO GLI STA RESETTANDO IL M5S E ASPETTA CHE PASSI IL SUO CADAVERE - SALVINI E BERLUSCONI? NESSUNO DETESTA GIORGIA MELONI COME LORO. QUESTI NON HANNO CAPITO CHE L’ITALIA È UN PAESE A SOVRANITÀ LIMITATA. TUTTO SI DECIDE A BRUXELLES O A WASHINGTON. SE LAGARDE SMETTE DI COMPRARE BOT ITALIANI, FINIAMO CON IL SEDERE PER TERRA - LE ELEZIONI ITALIANE SARANNO OSSERVATE DALL’INTELLIGENCE DI TUTTO IL MONDO"

AGENTI DELL'FBI HANNO FATTO VISITA NELLA RESIDENZA DI TRUMP IN FLORIDA GIA’ LO SCORSO APRILE. SECONDO LA “CNN” IN QUELL'OCCASIONE INCONTRARONO DUE AVVOCATI DEL TYCOON –L’ARCINEMICA NANCY PELOSI GONGOLA VELENOSA: “NESSUNO È AL DI SOPRA DELLA LEGGE, NEANCHE UN EX PRESIDENTE” – IL FIGLIO ERIC: “SONO STATO IO AD AVVERTIRE MIO PADRE SUL RAID. ERANO UNA TRENTINA, FORSE DI PIÙ. NON VOGLIONO CHE MIO PADRE VINCA ANCORA NEL 2024” – A QUESTO PUNTO THE DONALD RISCHIA DI NON POTERSI RICANDIDARE PERCHE’…

DI BATTISTA SCOPRE LE CARTE: “NON MI CANDIDO PERCHÉ TANTI NON MI VOGLIONO, DA GRILLO A FICO - CONTE E' STATO IL PIU' CORRETTO E ONESTO CON ME - POLITICAMENTE OGGI NON MI FIDO DI BEPPE GRILLO CHE FA DA PADRE PADRONE E IO SOTTO DI LUI NON CI STO - MI HANNO IMPEDITO DI FARE IL CAPO POLITICO DEL M5S EVITANDO DI VOTARE, QUANDO NON HANNO NEPPURE VOLUTO PUBBLICARE I VOTI DEGLI STATI GENERALI PERCHÉ IO AVEVO PRESO IL TRIPLO DEI VOTI DI DI MAIO - C'E' CHI SI INFILA IN SEDE PD PER ELEMOSINARE UN SEGGIO, NON SONO COME LORO - CREERÒ UN’ASSOCIAZIONE PER FARE POLITICA DA FUORI…” - IL VIDEO SFOGO DI DI BATTISTA

E’ STATA LA MANO DI GRILLO - LEGGENDO L’INTERVISTA DI CASALINO AL “CORRIERE” SI IMMAGINA CHE LA SUA MANCATA CANDIDATURA SIA FRUTTO DI UN GESTO DI RESPONSABILITÀ: “HO CAPITO CHE LA MIA PRESENZA IN LISTA AVREBBE SCATENATO POLEMICHE E L'ULTIMA COSA CHE VOGLIO È ARRECARE UN DANNO AL MOVIMENTO O A CONTE” - IN REALTÀ LO STOP A CASALINO, CHE DA ANNI SOGNA DI POGGIARE LE SUE NATICHE SULLO SCRANNO DI SENATORE, È ARRIVATO DA BEPPE GRILLO, CHE SI E’ VENDICATO CON CONTE PER IL TRATTAMENTO RISERVATO ALLA SUA COCCA VIRGINIA RAGGI - IL VIDEO CON IL "CHE GUEVARA DI ROMA NORD" SPIEGA LA MANCATA CANDIDATURA