OBAMA O TRUMP, LA CINA SE NE SBATTE, E INSTALLA ARMI, ARTIGLIERIA E SISTEMI DI CONTRAEREA NELLE ISOLE ARTIFICIALI DEL MAR CINESE MERIDIONALE, UN MESSAGGIO DI GUERRA A CHI PENSA DI FERMARE L'ESPANSIONE DI PECHINO. ''COSTRUIRE SISTEMI DI DIFESA NELLE SPRATLY È NOSTRO DIRITTO''

Condividi questo articolo


 

isole spratly armate isole spratly armate

(ANSA) - La Cina avrebbe installato pezzi di artiglieria pesante da contraerea e sistemi di difesa su tutte e sette le isole artificiali costruite nel mar Cinese meridionale: lo riferisce il Center for Strategic and International Studies, think tank Usa, in base allo studio delle immagini satellitari più recenti.

 

isole spratly armate isole spratly armate

Uno scenario più simile alla "militarizzazione" vera della regione, malgrado le rassicurazioni fornite lo scorso anno e in senso opposto dal presidente Xi Jinping. "Queste armi e le installazioni militari mostrano che Pechino è seriamente alle prese con la difesa delle isole artificali in caso di 'contingenza armata' nel mar Cinese meridionale", si legge nel rapporto. "Tra l'altro, sarebbero l'ultima linea di difesa contro i missili lanciati dagli Usa o da altri su queste basi aeree destinate a essere operative molto presto".

isole spratly armate isole spratly armate

 

Secondo il think tank Usa, sugli isolotti di Fiery Cross, Mischief e Subi, nelle Spratly, sono state rilevate costruzioni identiche a forma esagonale da giugno e da luglio: "adesso sembra che le strutture siano un'evoluzione di fortificazioni militari già realizzate in forma più piccola sugli isolotti di Gaven, Hughes, Johnson e Cuarteron". La Cina ha nei mesi scorsi costruito piste aeree e sistemi radar alle Spratly, in una mossa che ha raccolto la condanna non degli altri Paesi dell'area (Vietnam e Filippine in testa) che hanno dispute territoriali con Pechino e di Usa e Giappone per il tentativo di cambiare lo status quo regionale con la forza.

isole spratly armate isole spratly armate

 

 Il portavoce del Dipartimento di Stato americano John Kirby ha evitato commenti sul rapporto, definito "una questione da intelligence. Dovreste consultare - ha aggiunto - il governo cinese per sapere cosa queste immagini possano significare o non significare. Noi abbiamo costantemente invitato la Cina e gli altri Paesi a impegnarsi in una pacifica soluzione delle dispute evitando ulteriori rivendicazioni territoriali, costruzioni, nuovi impianti e la militarizzazione".

isole spratly nansha isole spratly nansha la costruzione di un isola spratly da un atollo disabitato la costruzione di un isola spratly da un atollo disabitato OBAMA XI JINPING 2 OBAMA XI JINPING 2 la costruzione di un isola spratly da un atollo disabitato la costruzione di un isola spratly da un atollo disabitato OBAMA XI JINPING OBAMA XI JINPING isole spratly prima e dopo isole spratly prima e dopo la costruzione di un isola spratly da un atollo disabitato la costruzione di un isola spratly da un atollo disabitato

 

Condividi questo articolo

politica

CON IL FIATO SUL COLLE – IL QUIRINALE NON VUOLE ESSERE TIRATO PER LA GIACCHETTA NEL GIOCO DEI PARTITI E NON PUÒ AVERE UN RUOLO ATTIVO NELLA SCELTA DEI MINISTRI. L'ESECUTIVO DI CENTRODESTRA NON SARÀ UN "GOVERNO DEL PRESIDENTE" E IL RUOLO DEL CAPO DELLO STATO SARÀ DIVERSO RISPETTO A QUELLO AVUTO CON IL GABINETTO DRAGHI. POI, CERTO QUANDO LE SELEZIONI SARANNO COMPLETATE, IL CAPO DELLO STATO AVRÀ IL DOVERE DI ESPRIMERE LE SUE VALUTAZIONI. L’ATTENZIONE DI MATTARELLA E’ FOCALIZZATA SU 4-5 MINISTERI CHIAVE…

PANETTA E TULIPANI – SECONDO “DOMANI” GIORGIA MELONI AVREBBE INCASSATO UN OK DI MASSIMA DA FABIO PANETTA, IL MEMBRO DEL BOARD DELLA BCE, A DIVENTARE NUOVO MINISTRO DELL’ECONOMIA – A QUESTO PUNTO LA DRAGHETTA HA DECISO DI BRUCIARE I TEMPI E “D’ACCORDO CON IL QUIRINALE” FARÀ DI TUTTO PER OTTENERE LA FIDUCIA DEL SUO GOVERNO GIÀ IL 18 OTTOBRE – MA RESTANO ANCORA MOLTI NODI DA SCIOGLIERE, A PARTIRE DA SALVINI, A CUI DONNA GIORGIA HA PROPOSTO IL MISE E IL LAVORO PER FARLO DESISTERE DALL'OSSESSIONE DI TORNARE AL VIMINALE...

VIENI AVANTI, BAFFINO! D'ALEMA, CHE HA VOTATO CONTE MA HA RIEMPITO LE LISTE DEM DI SUOI FEDELISSIMI, RISCHIA DI VINCERE IL CONGRESSO PD COME REGISTA OCCULTO DEL CAMPO LARGO E DELL’ALLEANZA TRA DEM E 5 STELLE – “IL RIFORMISMO È UNA PAROLA TALMENTE AMBIGUA DA ESSERE DIVENTATA IMPRONUNCIABILE” - "GIUSEPPI" È L'UNICO CHE ANCORA CHIEDE CONSIGLIO AL "LIDER MAXIMO" E SI FA INDIRIZZARE DA LUI SULLE SCELTE FONDAMENTALI: DALL'ADESIONE ALLA VIA DELLA SETA ALLA NOMINA DI DOMENICO ARCURI, DAI RIFORNIMENTI DI MASCHERINE E RESPIRATORI CINESI FINO ALLA LINEA PRO-PUTIN MASCHERATA DA PACIFISMO...