QUANDO CI SEI, FAMMI UN FISCO - IL GOVERNO STUDIA UN RINVIO DEL TAX DAY CON UN AIUTO PARTICOLARE ALLE PARTITE IVA - IL NUOVO SCOSTAMENTO DI BILANCIO PERMETTE DI FAR SLITTARE IMPOSTE PER 4,8 MILIARDI - POTREBBERO ANDARE OLTRE FINE ANNO IL BLOCCO DEI PIGNORAMENTI E L’INVIO DELLE CARTELLE

-

Condividi questo articolo

Roberto Petrini per “la Repubblica”

 

gualtieri gualtieri

Occhi puntati sulla maxi proroga del Tax Day del 30 novembre per 4,5 milioni di partite Iva chiamate a versare l' Irpef e a presentare la dichiarazione dei redditi. Dopo l'approvazione, la notte scorsa, dell' integrazione al decreto Ristori Bis, di fatto un Ristori Tre, e soprattutto della richiesta di aumento del deficit per quest' anno per 8 miliardi, si attende la prossima settimana un nuovo decreto Ristori Quattro. La natura sarà prevalentemente fiscale, anche per contare sul voto delle opposizioni sullo scostamento previsto per il 26 novembre, in particolare di Forza Italia, che chiede un "semestre bianco" del Fisco.

 

Rinvii per 4,8 miliardi In totale le risorse per il rinvio delle tasse dovrebbero ammontare a 4,8 miliardi. Il pressing riguarda soprattutto la scadenza del 30 novembre (che è sabato e che di fatto si sposta a lunedì 2 dicembre): in quella occasione scade il secondo acconto con i conseguenti pagamenti dell' Irpef di quest' anno cui si aggiungono Ires e Irap.

LA RIVOLTA DELLE PARTITE IVA LA RIVOLTA DELLE PARTITE IVA

 

Per alcune categorie specifiche di contribuenti queste scadenze sono già state spostate all' aprile del prossimo anno con precedenti decreti: si tratta dei forfettari (sotto i 5 milioni) soggetti agli Isa (i vecchi studi di settore) con calo di fatturato del 30 per cento; rinvio concesso anche a tutti i codici Ateco delle zone arancioni o rosse (bar, ristoranti, cinema ecc.). Si tratta di una situazione frammentata che molti chiedono di sanare riallineando le scadenze in modo omogeneo.

 

Si prevede dunque che tutti i contribuenti sotto i 50 milioni di ricavi, al di là della zona di appartenenza, e che abbiamo registrato una perdita del fatturato del 33 o del 50 per cento (la soglia è ancora oggetto di valutazione), possano spostare il pagamento all' aprile del prossimo anno o scegliere la rateizzazione.

 

RITENUTE IRPEF IN BUSTA PAGA

partite iva 1 partite iva 1

Si parla anche del rinvio dei versamenti contributivi e delle ritenute Irpef sulle buste paga del 16 dicembre e dell' Iva del 27 dicembre, sempre per aziende e settori in crisi. Allo studio anche il rinvio al 10 dicembre, della data di presentazione delle denunce dei redditi telematiche 2020 prevista per i 30 novembre. Sulla proroga insistono i commercialisti e le piccole imprese della Fapi anche per allineare la scadenza con quella del modello 770 delle imprese già fissata al 10 dicembre.

 

ROTTAMAZIONE E PACE FISCALE

Aperta anche la questione del pagamento delle rate della pace fiscale, rottamazione più "saldo e stralcio" delle cartelle: i rinvii dei mesi passati hanno fissato la data ultima per i pagamenti al 10 dicembre. Anche in questo caso la crisi rende plausibile un intervento che peraltro è stato sollecitato dalla viceministra dell' Economia Laura Castelli.

 

PARTITE IVA PARTITE IVA

BLOCCO DEI PIGNORAMENTI

Più in sordina il tema del blocco dell' invio delle cartelle e dei pagamenti, di quelle che hanno raggiunto il destinatario, degli accertamenti, dei pignoramenti e fermi amministrativi che attualmente è fissato al 31 dicembre di quest' anno dal decreto del mese scorso. È possibile che un emendamento alla legge di Bilancio proorghi ulteriormente il termine. Si torna infine a parlare di riforma fiscale e a battere i pugni sul tavolo è Maurizio Postal (Commercialisti) in audizione al Senato: «Le risorse sono poche e inconsistenti si continua a divaricare tra autonomi e pensionati».

 

Condividi questo articolo

politica

NATALE SOTTO COPERTA - CON IL NUOVO DPCM, GLI SPOSTAMENTI FRA REGIONI SARANNO VIETATI DAL 21 DICEMBRE AL 6 GENNAIO (MA SARÀ SEMPRE POSSIBILE ANDARE DOVE SI HA LA RESIDENZA O IL DOMICILIO) - NO ANCHE AI MOVIMENTI TRA COMUNI IL 25 E 26 DICEMBRE E 1 GENNAIO - DURANTE LE FESTE, NON PIÙ DI DIECI PERSONE A TAVOLA - COPRIFUOCO ALLE 22 ANCHE A CAPODANNO - I NEGOZI POTRANNO RIMANERE APERTI FINO ALLE 21 - LE RESTRIZIONI CHE ENTRERANNO IN VIGORE DA DOMANI E RIMARRANNO IN VIGORE NEI PROSSIMI 50 GIORNI

GROSSO GUAIO A PALAZZO CHIGI! LA MINISTRA LAMORGESE SMENTISCE LA VERSIONE DEL GOVERNO E INVECE DI METTERE UNA TOPPA SUL CASO DELLA SCORTA DI CONTE, APRE UNA VORAGINE - NON SOLO DICE CHE NON C'È NESSUNA RELAZIONE DI SERVIZIO (FATTA TRAPELARE DA CASALINO AI GIORNALI), HA CONFERMATO CHE GLI AGENTI SONO INTERVENUTI SOLO PER SALVARE LA COMPAGNA DEL PREMIER DALLE DOMANDE DELLA IENA FILIPPO ROMA - LA PROPRIETARIA DEL PLAZA ERA "CHIARAMENTE TURBATA". MA NEL VIDEO DI DAGOSPIA NON LO ERA AFFATTO, SOLO INTERESSATA A NASCONDERE IL SUO BORSONE DA PALESTRA. CHE L'AGENTE PROMETTE DI RECUPERARE PERSONALMENTE, MANCO FOSSE UN FATTORINO - MA DAVVERO IL LAVORO DELLA SCORTA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO È QUESTO? - VIDEO

ALT! AVETE PRESENTE IL LIBRO DI AMMIRAZIONE PER SALVINI PIENO SOLO DI PAGINE VUOTE? È UN'IDEA COPIATA DA LUCA JOSI, CHE NEL 1991 COI GIOVANI SOCIALISTI SCRISSE (PER MODO DI DIRE) ''TUTTO QUELLO CHE L'ITALIA PUÒ GUADAGNARE DALLE LEGHE'', UNA ''GALOPPATA INDOMITA LUNGO IL CAMMINO DELL'IGNORANZA CHE AVANZA. IL PRIMO VERO E PROPRIO LIBRO BIANCO SUL LEGA-PENSIERO, UN PENSIERO SENZA LEGA''. PRETENDIAMO CHE ALEX GREEN DEVOLVA I 6,99 € DEL SUO VOLUME ALLA COS (CASA DEGLI ORFANI SOCIALISTI)