L’ALPA DEL GIORNO DOPO – MALAGÒ INGAGGIA L’AVVOCATO, MAESTRO DEL PREMIER CONTE. UFFICIALMENTE PER UN PARERE SULLA RIFORMA CHE HA INTRODOTTO IL LIMITE DI 3 MANDATI PER LE CARICHE SPORTIVE – MA I BUONI UFFICI DI ALPA POTREBBERO SERVIRE ANCHE PER UN CONTATTO CON "L'AVVOCATO DEL POPOLO"...

-

Condividi questo articolo

Estratto dell’articolo di Lorenzo Vendemiale per “il Fatto Quotidiano”

 

giovanni malagò foto mezzelani gmt021 giovanni malagò foto mezzelani gmt021

Circolo Canottieri Aniene, 11 marzo 2018: al bar (registrati dai carabinieri per l' inchiesta dello stadio della Roma), Giovanni Malagò parla con il costruttore Luca Parnasi e gli spiega che "i 5 stelle dovranno per forza ammorbidirsi se vanno al governo".

 

malago e giorgetti foto mezzelani 6 malago e giorgetti foto mezzelani 6

Quanto si sbagliava: in pochi mesi la maggioranza gialloverde ha già mantenuto la promessa di smantellare il suo impero, con la riforma del Coni inserita nella manovra appena approvata. Al Foro Italico ancora si chiedono come intercettare l' universo grillino con cui proprio non funziona il metodo Malagò, fatto di cene all' Aniene e amici degli amici nei salotti romani. Nessuna sponda nella Lega (i rapporti col sottosegretario Giorgetti si sono logorati dopo le accuse di "fascismo"), col M5s neanche a parlarne (il responsabile Simone Valente non ci sente).

GUIDO ALPA GUIDO ALPA

 

L' unico con cui ancora non è stato fatto un tentativo è il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. E chissà che a favorire il contatto non possa essere una conoscenza comune: il professor Guido Alpa, insigne avvocato, maestro del premier, ora pure consulente Coni. Prima di Natale, in piena trattativa sulla riforma, la giunta del Comitato ha ratificato "l' incarico di acquisire un parere sull' interpretazione e l' applicazione della Legge n.8/2018".

 

giuseppe conte antonello venditti al canottieri roma 5 giuseppe conte antonello venditti al canottieri roma 5

Si tratta dell' altra riforma (voluta dall' ex ministro Luca Lotti), che ha introdotto il limite di 3 mandati per le cariche sportive (regalando così la possibilità di un' ulteriore rielezione a Malagò, a quota due). Con un anno di ritardo, dopo che la legge è stata chiarita anche dal Collegio di garanzia e ha già sortito i suoi effetti (in Figc ne sanno qualcosa), il Coni ha deciso di chiedere un altro studio. Mistero sul compenso: assegnato per "delibera presidenziale" (direttamente da Malagò), è alla voce "contenzioso legale"; verrà quantificato alla fine.

guido alpa guido alpa

 

(…) viene il dubbio che a Malagò il consiglio di Alpa serva più sulla nuova che sulla vecchia riforma. La norma approvata in manovra prevede di svuotare di soldi e potere il Coni, con la creazione di una nuova società chiamata Sport e salute spa e gestita direttamente da Palazzo Chigi, a cui affidare il 90% dei contributi statali (compresi i fondi alle Federazioni).

 

(…) Può andare a regime fra pochi mesi o nel 2020 (come chiede il Coni), essere un terremoto o una piccola scossa. La trattativa è tutt' altro che chiusa: Malagò ha convocato il 16 gennaio gli stati generali dello sport. Ancora non si è arrende, ma difficilmente troverà la sponda che cerca fra i gialloverdi. Forse aveva semplicemente ragione Montezemolo, quando un paio d' anni fa di fronte alla freddezza di Alessandro Di Battista, che in aeroporto preferiva parlare al telefono con la sua compagna che con Giovannino, lo trascinava via sconsolato: "Rassegnati, loro non sono amici nostri".

 

Condividi questo articolo

politica

“LA SCISSIONE DI RENZI? MOTIVI PERSONALI E NON POLITICI" - COME DAGO-ANTICIPATO PARLA ORLANDO ALLA PRIMA DIREZIONE DEL PARTITO DOPO L'ADDIO DELL'EX PREMIER - TRA UNA “MOBILITAZIONE STRAORDINARIA” E UN “VIATICO PREZIOSO” IL VICE DI ZINGA AFFONDA IL COLPO: “RENZI UN PO’ VITTIMISTA. OGNI TENTAZIONE DI INDEBOLIRE O DI INTERROMPERE L’ESPERIENZA DI GOVERNO TROVEREBBE NEL PAESE UNA REAZIONE DURISSIMA” – LA POLLASTRINI MEJO DELLA CARRA’: “E’ STATA UN’ESTATE DA CAPOGIRO” (IMBARAZZO IN CUPERLO)