SANTANCHÈ ALL’ULTIMA SPIAGGIA – LA MINISTRA DEL TWIGA PROVA A USCIRE DALL’ANGOLO CON LA “RIFORMA DEL TURISMO”: UN PIANO CHE, PER ESSERE REALIZZATO, NECESSITA DI TEMPO. È UN MODO PER LA “PITONESSA” DI AFFERMARE CHE RIMARRÀ AL SUO POSTO, NONOSTANTE L’INDAGINE SUI CONTI DI “VISIBILIA” – INTANTO ARRIVA IL NUOVO SISTEMA DI MAPPATURA DEI BALNEARI MA IL TESTO È LO STESSO VARATO DAL GOVERNO DI MARIO DRAGHI. CHE DIRANNO LEGA E FORZA ITALIA, DA SEMPRE OSTILI?

-

Condividi questo articolo


daniela santanche' 5 daniela santanche' 5

Estratto dell’articolo di Rosaria Amato per www.repubblica.it

 

Arriva Siconbep, il nuovo sistema di mappatura digitale delle concessioni dei beni pubblici, spiagge comprese. Il decreto legislativo ha avuto ieri il via libera del Consiglio dei Ministri, dopo un lunghissimo iter che è partito da uno degli ultimi Cdm del governo Draghi, il 16 settembre dell’anno scorso. Un’operazione trasparenza, collegata alla mappatura delle spiagge che è stata avviata al Mit e che, secondo i balneari, dovrebbe dimostrare che le spiagge italiane non sono un bene scarso.

 

LA DRAGHETTA - MEME MELONI DRAGHI LA DRAGHETTA - MEME MELONI DRAGHI

Quel che è certo è che bisognerà aspettare un bel po’ prima di saperlo. Il decreto legislativo (attuativo dell’art.2 della legge per la Concorrenza del 2022) dopo il primo via libera ha avuto bisogno di diversi pareri positivi, che sono arrivati nei mesi successivi, l’ultimo è quello della Conferenza Unificata, il 30 novembre. Il termine per l’entrata in vigore del provvedimento era febbraio, ma il Milleproroghe lo ha fatto slittare al 27 luglio. E si attendono ancora anche gli esiti della mappatura delle spiagge del Mit.

 

Una tela di Penelope di rinvii e ritardi che per il momento […] sembra avere un solo obiettivo: spostare sempre più in là il momento in cui le concessioni esistenti verranno messe a gara e riassegnate come da tempo ci chiede Bruxelles.

 

GIORGIA MELONI ALL HOTEL VILLA DELLE PALME A SANTA MARINELLA GIORGIA MELONI ALL HOTEL VILLA DELLE PALME A SANTA MARINELLA

E infatti lo stesso Milleproroghe ha fatto slittare la validità delle concessioni balneari attuali fino al 31 dicembre 2024 e in caso di difficoltà da parte dei Comuni al 31 dicembre 2025. Mentre le gare andrebbero fatte subito, obietta Benedetto Della Vedova, deputato di Più Europa […]

 

Il timore degli ambientalisti è che anzi la mappatura serva, oltre che per lasciare le concessioni esistenti a chi le ha, a «cementificare le ultime spiagge libere», denuncia il co-portavoce di Europa Verde Angelo Bonelli, ricordando che un sistema di mappatura delle spiagge in concessione esiste già, ed è il Sid. Siconbep sarebbe quindi «un doppione inutile», o peggio ancora, un trucco per giustificare ulteriori assegnazioni.

 

[…] Persino i balneari però, tra banche dati e rinvii, mostrano segni di impazienza, tanto che all’ultima riunione del tavolo al Mit hanno presentato una loro documentazione per dimostrare che la risorsa spiagge «non solo non è scarsa, ma addirittura abbondante».

 

Il Cdm ha varato anche un pacchetto di misure che la ministra del Turismo Daniela Santanchè ha definito una «rivoluzione industriale del turismo», e che include la riforma delle guide turistiche, «attesa da dieci anni».

 

concessioni balneari concessioni balneari

Annuncio che sembra aver colto un po’ di sorpresa il governo e in particolare la premier Giorgia Meloni, soprattutto perché Santanchè parla di un piano «che verrà attuato in stretto rapporto con le Regioni». Un orizzonte lungo che la ministra si è autoassegnata, almeno nella strategia di comunicazione.

concessioni balneari concessioni balneari GIORGIA MELONI E ANDREA GIAMBRUNO ALL HOTEL VILLA DELLE PALME A SANTA MARINELLA GIORGIA MELONI E ANDREA GIAMBRUNO ALL HOTEL VILLA DELLE PALME A SANTA MARINELLA concessioni balneari concessioni balneari DIMITRI KUNZ E DANIELA SANTANCHE AL TWIGA NEL 2016 DIMITRI KUNZ E DANIELA SANTANCHE AL TWIGA NEL 2016

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

FLASH! – INDOMABILE URSULA: SPOSATA DAL 1986 CON IL MEDICO HEIKO VON DER LEYEN, FRA IL 1988 E IL 1999 HANNO SFORNATO SETTE FIGLI (TRA CUI DUE GEMELLE), PRIMA PRESIDENTE DONNA DELLA COMMISSIONE EUROPEA, A 66 ANNI LA COCCA PREFERITA DI ANGELA MERKEL È STATA INCORONATA DA FORBES LA DONNA PIÙ POTENTE DEL MONDO. BENE, A BRUXELLES SI MORMORA CHE IL FASCINO BIONDO E GELIDO DI URSULA AVREBBE INCANTATO IL 53ENNE EURODEPUTATO TEDESCO DAVID MCALLISTER, SUO COMPAGNO DI PARTITO (CDU) E PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE AFFARI ESTERI DEL PARLAMENTO EUROPEO…

FLASH! - CAMBI NELLA GUARDIA DI FINANZA: NINO MAGGIORE, ATTUALE COMANDANTE DEL COMANDO AEREO-NAVALE, SARÀ IL NUOVO COMANDANTE INTERREGIONALE SUD CON SEDE PALERMO.  AL SUO POSTO, ARRIVA FRANCESCO GRECO - PIERO BURLA DELLA GDF, CAPO DELL’UFFICIO CENTRALE PER LA SEGRETEZZA DEL DIS, È IN POLE POSITION PER FARE IL VICE DIRETTORE DEL DIS AL POSTO DI BRUNO VALENSISE. GLI ALTRI COMPETITOR SONO GIBILARO O CUNEO, SPONSORIZZATI DA ANDREA DE GENNARO. MENTRE BURLA È PORTATO DALLA BELLONI…

DAGOREPORT - CHE SUCCEDE SE IL 10 GIUGNO, APERTE LE URNE, IL DIVARIO TRA M5S E PD RISULTASSE MOLTO FORTE, O ADDIRITTURA ELLY SCHLEIN RIUSCISSE A DOPPIARE LA PERCENTUALE DEI 5STELLE? - I SOGNI DI GLORIA DI CONTE "LEADER DELLA SINISTRA” FINIREBBERO NEL CESTINO DELLE AMBIZIONI SBAGLIATE MA SOPRATTUTTO COMINCEREBBE LA GUERRA CIVILE NEL MOVIMENTO - CONTE HA CONTRO LA NOMENKLATURA CHE È STATA TAGLIATA FUORI DALLA NORMA DEL DOPPIO MANDATO: FICO, FRACCARO, BONAFEDE, BUFFAGNI, TAVERNA, RAGGI, DI BATTISTA, TUTTI MIRACOLATI CHE SI ERANO ABITUATI ALLA CUCCAGNA PARLAMENTARE DEI 15 MILA EURO AL MESE - ALL’OSTILITÀ DEI REDUCI E COMBATTENTI DEL GRILLISMO CON AUTO BLU, AGGIUNGERE LA FRONDA DEI PENTASTELLATI CHE NON HANNO PER NULLA DIGERITO L’AUTORITARISMO DI CONTE QUANDO HA SCELTO I SUOI FEDELISSIMI DA PIAZZARE IN LISTA PER LE EUROPEE, SENZA PASSARE DALLE SELEZIONI ONLINE E FACENDOLI VOTARE DAGLI ATTIVISTI IN UN ELENCO BLOCCATO... 

"NELLA CHIESA C'È TROPPA ARIA DI FROCIAGGINE" - IERI DAGOSPIA HA SANTIFICATO LA SANTA DOMENICA CON UNO SCOOP SU BERGOGLIO COATTO CHE OGGI IMPAZZA SU TUTTI I SITI (A PARTE ''REPUBBLICA'') - PAPALE PAPALE: I VESCOVI DEVONO SEMPRE   "METTERE FUORI DAI SEMINARI TUTTE LE CHECCHE, ANCHE QUELLE SOLO SEMI ORIENTATE"  - LO RIFERISCONO PARECCHI VESCOVI ITALIANI INTERVENUTI ALL’ASSEMBLEA GENERALE DELLA CEI, DOVE PAPA FRANCESCO HA RIBADITO PUBBLICAMENTE, MA A PORTE CHIUSE, LA SUA NOTA CONTRARIETÀ AD AMMETTERE AL SACERDOZIO CANDIDATI CON TENDENZE OMO - BERGOGLIO NON È NUOVO A UN LINGUAGGIO SBOCCATO. DURANTE LA RECENTE VISITA A VERONA, HA RACCONTATO UNA STORIELLA… - VIDEO