1. SERRACCHIANI: ‘’SÌ SONO ANDATA A ‘’BALLARÒ’’ CON UN VOLO DI STATO, CHE MALE C'È?” 2. DOPO LA BOLDRINI, ECCO UN’ALTRA SINISTRATA VOLANTE, LA PRESIDENTE DEL FRIULI: VIAGGIO DA TRIESTE A ROMA A BORDO DELL’AEREO-BLU DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO LETTA, PER SEDERSI SU UNA POLTRONCINA DEL SALOTTO TV DI GIOVANNI FLORIS 3. A COGLIERE LA RENZIANA VOLANTE È STATO IL CONSIGLIERE GRILLINO CRISTIAN SERGO 4. SE LADY MONTECITORIO QUALCHE ATTENUANTE ISTITUZIONALE CE L’HA, PERCHÉ LA SUA PRESENZA IN SUDAFRICA, PER QUANTO NON NECESSARIA NÉ SOLLECITATA, POTREBBE PASSARE PER SOSTITUTIVA DI QUELLA DI NAPOLITANO (AHINOI, LAURA È PUR SEMPRE LA TERZA CARICA DELLO STATO), LA SERRACCHIANI INVECE ERA PRESENTE A ‘’BALLARÒ’’ COME RAPPRESENTANTE DEL PD E NON COME PRESIDENTE DELLA REGIONE FRIULI

Condividi questo articolo

1. VIDEO: SERRACCHIANI A BALLARÒ IL 26 NOVEMBRE 2013
Da ‘youtube.com'

2. VIDEO: SERRACCHIANI A BALLARÒ IL 26 NOVEMBRE 2013 - SCONTRO CON LA POLVERINI
Da ‘youtube.com'

3. VIDEO: SERRACCHIANI A BALLARÒ IL 26 NOVEMBRE 2013 - SCONTRO CON CASINI
Da ‘youtube.com'

 

Ignazio Stagno per "Libero"

Serracchiani DeboraSerracchiani DeboraDebora SerracchianiDebora Serracchiani

«Sì sono andata a Ballarò con un volo di Stato, che male c'è?» Debora Serracchiani, la renziana presidente del Friuli Venezia Giulia, lo scorso 26 novembre a Trieste è salita a bordo dell'aereo-blu della Presidenza del Consiglio, destinazione Roma per sedersi su una poltroncina del salotto tv di Giovanni Floris. A cogliere la Serracchiani con le mani nella marmellata è stato il consigliere grillino Cristian Sergo.

Il pentastellato ha notato l'ubiquità della governatrice che a pomeriggio inoltrato presenziava a Trieste a un vertice internazionale col premier Enrico Letta, ma tre ore dopo, con tanto dimake upe trucco in viso, era già davanti alle telecamere di Rai3 in via Teulada a Roma. A ricostruire gli spostamenti della Serracchiani, c'è un'interro - gazione in Consiglio Regionale.

Giovanni FlorisGiovanni Floris

«La presidente alle ore 17.10 - si legge nel documento - era ancora a Trieste. Poco meno di quattro ore dopo, la Serracchiani si trovava già a Roma negli studi di Rai3 per partecipare alla trasmissione Ballarò in qualità di rappresentante del Pd. Mai di governatrice del Friuli Venezia Giulia».

I fatti sono chiari. Con le spalle al muro la Serracchiani non ha potuto far altro che ammettere: «Il 26 novembre scorso, seguendo una prassi consueta gestita dal Cerimoniale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, per il viaggio d'andata sono stata ospite del presidente Letta, con il quale ho proseguito i colloqui iniziati a Trieste. Del mio ritorno in Regione invece si è occupata la redazione di Ballarò». Insomma, si scopre che il «metodo- Boldrini» era stato testato pochi giorni prima dalla Serracchiani.

DEBORA SERRACCHIANIDEBORA SERRACCHIANI

Ma se in fondo - proprio in fondo in fondo - Lady Montecitorio qualche attenuante ce l'ha, perché la sua presenza in Sudafrica, per quanto non necessaria né sollecitata, potrebbe passare per sostitutiva di quella di Napolitano (ahinoi, Laura è pur sempre la terza carica dello Stato) e lo scandalo verte soprattutto sulla presenza del giovane (rispetto a lei) fidanzato e del nutrito codazzo, la Serracchiani invece non ha attenuanti. In questo caso infatti il volo di Stato di Letta è stato utilizzato dalla governatrice per farsi gli affari propri quasi fosse un taxi gratuito; o meglio pagato da altri (ovviamente noi). La governatrice infatti era presente a Ballarò come rappresentante del Pd e non come presidente della Regione Friuli.

lettaletta

Durante la serata, da Floris si è parlato soprattutto delle primarie del Pd che sarebbero poi arrivate l'8 dicembre con la vittoria di Renzi. Debora era a Ballarò proprio per dare voce all'anima renziana del Nazareno. Ma la Serracchiani ribadisce : «Chemalec'è ad accettare un passaggio su un volo della presidenza del Consiglio? È tutto in regola. È una prassi normale».

Laura Boldrini ai funerali di MandelaLaura Boldrini ai funerali di Mandela

Nulla di male, peccato però che per tirare acqua al mulino del Pd in diretta tv ha sfruttato l'aereo blu di Letta. D'altronde sembrerebbe proprio che per i compagni di schieramento l'aereo blu del premier sia spesso a disposizione. Basta trovarsi nei paraggi; e avere magari l'accortezza di non caricare flirt e di non scordarsi la tessera del Pd o di Sel; ve la chiedono all'imbarco.

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

politica

PERCHÉ IL GOVERNO HA RETTO NONOSTANTE LA CRISI DA CORONAVIRUS - BECCHI E ZIBORDI: ''IL GROSSO DEGLI ELETTORI VIVE IN UN LIMBO TRA SUSSIDI, CASSA INTEGRAZIONE, BLOCCO DI LICENZIAMENTI, TASSE, SANZIONI E PROCESSI. DIPENDENTI PUBBLICI E PRIVATI HANNO GIOVATO DEI 100 MILIARDI DI EXTRA-DEFICIT CREATO DAL NULLA. GLI UNICI A SOFFRIRE DAVVERO SONO AUTONOMI E IMPRENDITORI CHE PERÒ SONO UNA MINORANZA NELLE URNE. MA A UN CERTO PUNTO I NODI DI UN'EMERGENZA GONFIATA (LA MORTALITÀ È QUASI INSIGNIFICANTE) VERRANNO AL PETTINE. E ALLORA…''