1 SGARBI: ‘SONO FELICE DI AVERE UN PREMIER GAY, HO SCOPERTO CHE DI MAIO È FIDANZATO’
2. VIDEO: IN DIRETTA A ‘QUELLI CHE…DOPO IL TG’, IL VECCHIO SGARBONE PARLA DEL LEADER 5 STELLE: ‘SO CHE HA DEI SENTIMENTI NOBILI PER VINCENZO SPADAFORA, SONO CONTENTO. ESSERE OMOSESSUALE È UN ELEMENTO IN PIÙ. ANZI, PARE SIA BISESSUALE, ANCHE MEGLIO!’

Condividi questo articolo

 

 

 

Vittorio Sgarbi: ''Sono felice che Di Maio sia gay e felice con Spadafora''

Da www.blitzquotidiano.it

spadafora di maio spadafora di maio

 

 

“In realtà mi dispiace aver aggredito questo giovane, che tra l’altro è anche tenero e ha dei sentimenti così nobili. Recentemente ho scoperto che ha un fidanzato, Vincenzo Spadafora. Sono felice finalmente di avere un premier gay, così sereno e affettuoso e sorridente”. Sono le parole di Vittorio Sgarbi in tv, su Rai Due, nel corso del programma ‘Quelli che dopo il tg’ condotto da Luca e Paolo e Mia Ceran (qui il video).

 

 

di maio festa pomigliano di maio festa pomigliano

Il parlamentare di Forza Italia ha scelto di attaccare il capo politico del M5S con rivelazioni, non confermate, sulla vita privata.

 

Sgarbi ha precisato di non aver indicato Di Maio come gay con accezione negativa. “È elogiativo, io credo che essere omosessuale sia un elemento in più. Non mi pare che ci sia da vergognarsi di nulla. Abbiamo leggi che tutelano le coppie gay”.

 

Una giustificazione non richiesta, visto l’evidente intento di provocare un danno di immagine al capo politico del M5S, che l’ha letteralmente umiliato nel collegio uninominale di Acerra. Un attacco fatto probabilmente per recuperare con il gossip l’elettorato conservatore, perso sopratutto al Sud anche dal centrodestra verso il M5S.

vincenzo spadafora marco mengoni vincenzo spadafora marco mengoni

 

Sgarbi a ‘Quelli che dopo il tg’ ha anche detto di non essersi pentito di insulti e parolacce rivolte a Di Maio nel corso della campagna elettorale: “Faccio teatro, domani inauguro il mio Michelangelo al Teatro Olimpico a Roma, e quindi recito spesso. Il mio modello è Carmelo Bene, il mio riferimento era Pasolini. Quello che faccio non è realtà ma una grande finzione”. E ancora: “Se mi diverto al cesso, la cosa non può essere intesa se non come teatro, spettacolo, finzione. Se poi questi (gli esponenti M5S, ndr) passano dal ‘vaffanculo’ di Grillo, dal turpiloquio, alla castità verbale io non so cosa fare. Chi vede ‘120 giornate si Sodoma’ o legge i capitoli di ‘Petrolio’ vede delle cose tali che in confronto io sembro un’educanda”.

VITTORIO SGARBI E LUIGI DI MAIO VITTORIO SGARBI E LUIGI DI MAIO

 

vincenzo spadafora vincenzo spadafora sgarbi casa museo ro sgarbi casa museo ro vincenzo spadafora maria elena boschi vincenzo spadafora maria elena boschi vincenzo spadafora mattarella vincenzo spadafora mattarella vincenzo spadafora pietro grasso vincenzo spadafora pietro grasso vincenzo spadafora papa francesco bergoglio vincenzo spadafora papa francesco bergoglio vincenzo spadafora ivan cotroneo vincenzo spadafora ivan cotroneo

 

 

Condividi questo articolo

politica

L’INFORMAZIONE È SFATTA - URBANO CAIRO SI PORTA AVANTI COL LAVORO E PRENDE LA TESSERA NUMERO UNO DEL FUTURO PARTITO DI CONTE: “LA CRISI NON CI VOLEVA E CONTE FA BENE A CERCARE I RESPONSABILI. IO ANDREI AVANTI FINO A FINE LEGISLATURA” – VI SEMBRA NORMALE CHE L’EDITORE DEL PRIMO QUOTIDIANO ITALIANO E DELL’EMITTENTE LA7 SI SCHIERI IN MANIERA COSÌ SFACCIATA VERSO IL CAZZARO CON LA POCHETTE? IMMAGINATE ORA I NOTISTI DI POLITICA DI VIA SOLFERINO E I CONDUTTORE DE LA7 QUANDO DOVRANNO SPARARE CRITICHE A CONTE…

SE ZINGA VIENE INDAGATO, NON VALE - NELLE STESSE ORE IN CUI DI MAIO DICHIARAVA LA ROTTURA DEI RAPPORTI CON L'UDC PER L'AVVISO DI GARANZIA AL SEGRETARIO (DIMISSIONARIO), LORENZO CESA, ANCHE ZINGARETTI FINIVA IN UNA INCHIESTA GIUDIZIARIA - SULLA GRATICOLA PER LE NOMINE ASL, ANCHE L'ASSESSORE ALLA SALUTE DEL LAZIO, ALESSIO D'AMATO E ALMENO ALTRI SETTE BIG DELLA SANITÀ LAZIALE - SALVINI: “I GUAI DEL LEADER PD COMPLICANO IL RECLUTAMENTO DI VOLTAGABBANA O PER IL MOVIMENTO 5 STELLE I POLITICI INDAGATI NON SONO PIÙ UN PROBLEMA?”

MENTRE CONTE VA A CACCIA DI SCILIPOTI E RAZZI, L’ITALIA VA A PUTTANE - SEBBENE LA PROSPETTIVA DI ELEZIONI SIA “IMPROBABILE”, IL GOVERNO “INDEBOLITO DALLA RECENTE CRISI” HA DI FRONTE A SÉ ‘’SFIDE POLITICHE SPAVENTOSE’’, SENTENZIA MOODY'S - E SULL'ITALIA SI RIAFFACCIA COSÌ LO SPETTRO DEL DECLASSAMENTO E I MERCATI ACCUSANO SUBITO IL COLPO CON LO SPREAD CHE TOCCA QUOTA 126 PUNTI (AI MASSIMI DA NOVEMBRE), IL RENDIMENTO DEI BTP DECENNALI CHE TOCCA LO 0,75% E LA BORSA DI MILANO CHE PERDE L' 1,52%

UN GOVERNO APPESO A UN UOMO DI BONAFEDE - LA RESA DEL CONTE È RINVIATA A MERCOLEDÌ QUANDO SI VOTA SULLA RELAZIONE DELLO STATO DELLA GIUSTIZIA DI BONAFEDE: IL GUARDASIGILLI INCARNA IL GIUSTIZIALISMO DEI 5 STELLE CHE STA SUL GROPPONE A METÀ PARLAMENTO E ORA PROPRIO LUI CHE HA PORTATO LA VOLPE CON LA POCHETTE AI PENTASTELLATI RISCHIA DI AFFOSSARLO – SUL GUARDASIGILLI IL GOVERNO AVEVA GIÀ VACILLATO A FEBBRAIO, MA ADESSO AVERLO TRA LE BALLE DIVENTA UN OSTACOLO ALLA RICERCA DEI RESPONSABILI…