- - - SITUAZIONE TRAFFICO /1 (ORE 12.15) - A VERONA, TRAFFICO REGOLARE. LA MACCHINA TARGATA TO POTREBBE GIÀ AVER SUPERATO I 50 KM/H. - SITUAZIONE REGOLARE ANCHE A GENOVA. DOVE LA MACCHINA TARGATA DO, CHE MARCIA A UNA VELOCITÀ VARIABILE TRA 48 E 53 KM/H, POTREBBE ANCHE ARRIVARE A DESTINAZIONE GIÀ OGGI - TRAFFICO MOLTO INTENSO, INTENSISSIMO, A PALERMO: LA MACCHINA TARGATA OR VIAGGIA A UNA VELOCITÀ SUPERIORE RISPETTO A QUELLA DELLE AUTO QUELLE TARGATE FE E CO… -

Condividi questo articolo

www.tommasolabate.com

A Verona, traffico regolare. La macchina targata TO potrebbe già aver superato i 50 km/h.
Situazione regolare anche a Genova. Dove la macchina targata DO, che marcia a una velocità variabile tra 48 e 53 km/h, potrebbe anche arrivare a destinazione già oggi. Potrebbe.
Traffico molto intenso, intensissimo, a Palermo.

Nel capoluogo siciliano la macchina targata OR viaggia a una velocità superiore rispetto a quella delle auto quelle targate FE e CO. Lì si arriverà a destinazione tra due settimane, ovviamente. Ma pare che il titolare della macchinina targata OR abbia già prenotato uno dei due posti liberi in hotel. Rimane da vedere, nel caso, chi si - tra il conducente dell'autovettura targata FE e l'autista della macchinina targata CO - si aggiudicherà il secondo posto vacante.
Viaggiate informati.

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

L’INFORMAZIONE È SFATTA - URBANO CAIRO SI PORTA AVANTI COL LAVORO E PRENDE LA TESSERA NUMERO UNO DEL FUTURO PARTITO DI CONTE: “LA CRISI NON CI VOLEVA E CONTE FA BENE A CERCARE I RESPONSABILI. IO ANDREI AVANTI FINO A FINE LEGISLATURA” – VI SEMBRA NORMALE CHE L’EDITORE DEL PRIMO QUOTIDIANO ITALIANO E DELL’EMITTENTE LA7 SI SCHIERI IN MANIERA COSÌ SFACCIATA VERSO IL CAZZARO CON LA POCHETTE? IMMAGINATE ORA I NOTISTI DI POLITICA DI VIA SOLFERINO E I CONDUTTORE DE LA7 QUANDO DOVRANNO SPARARE CRITICHE A CONTE…

SE ZINGA VIENE INDAGATO, NON VALE - NELLE STESSE ORE IN CUI DI MAIO DICHIARAVA LA ROTTURA DEI RAPPORTI CON L'UDC PER L'AVVISO DI GARANZIA AL SEGRETARIO (DIMISSIONARIO), LORENZO CESA, ANCHE ZINGARETTI FINIVA IN UNA INCHIESTA GIUDIZIARIA - SULLA GRATICOLA PER LE NOMINE ASL, ANCHE L'ASSESSORE ALLA SALUTE DEL LAZIO, ALESSIO D'AMATO E ALMENO ALTRI SETTE BIG DELLA SANITÀ LAZIALE - SALVINI: “I GUAI DEL LEADER PD COMPLICANO IL RECLUTAMENTO DI VOLTAGABBANA O PER IL MOVIMENTO 5 STELLE I POLITICI INDAGATI NON SONO PIÙ UN PROBLEMA?”

MENTRE CONTE VA A CACCIA DI SCILIPOTI E RAZZI, L’ITALIA VA A PUTTANE - SEBBENE LA PROSPETTIVA DI ELEZIONI SIA “IMPROBABILE”, IL GOVERNO “INDEBOLITO DALLA RECENTE CRISI” HA DI FRONTE A SÉ ‘’SFIDE POLITICHE SPAVENTOSE’’, SENTENZIA MOODY'S - E SULL'ITALIA SI RIAFFACCIA COSÌ LO SPETTRO DEL DECLASSAMENTO E I MERCATI ACCUSANO SUBITO IL COLPO CON LO SPREAD CHE TOCCA QUOTA 126 PUNTI (AI MASSIMI DA NOVEMBRE), IL RENDIMENTO DEI BTP DECENNALI CHE TOCCA LO 0,75% E LA BORSA DI MILANO CHE PERDE L' 1,52%

UN GOVERNO APPESO A UN UOMO DI BONAFEDE - LA RESA DEL CONTE È RINVIATA A MERCOLEDÌ QUANDO SI VOTA SULLA RELAZIONE DELLO STATO DELLA GIUSTIZIA DI BONAFEDE: IL GUARDASIGILLI INCARNA IL GIUSTIZIALISMO DEI 5 STELLE CHE STA SUL GROPPONE A METÀ PARLAMENTO E ORA PROPRIO LUI CHE HA PORTATO LA VOLPE CON LA POCHETTE AI PENTASTELLATI RISCHIA DI AFFOSSARLO – SUL GUARDASIGILLI IL GOVERNO AVEVA GIÀ VACILLATO A FEBBRAIO, MA ADESSO AVERLO TRA LE BALLE DIVENTA UN OSTACOLO ALLA RICERCA DEI RESPONSABILI…