SOGNO O SONDAGGIO? – ALT! STEFANO BONACCINI È AVANTI DI 5 PUNTI DI VANTAGGIO SULLA BORGONZONI. IL CANDIDATO DEL PD AL MOMENTO RACCOGLIE IL 45,4% DEI CONSENSI, MENTRE LA PASIONARIA LEGHISTA AL 40,6, NONOSTANTE LA LEGA SIA AMPIAMENTE PRIMO PARTITO – LA MELONI È SEMPRE PIÙ VICINA AL SORPASSO SUI GRILLINI…

-

Condividi questo articolo

Alessandro Camilli per www.blitzquotidiano.it

 

stefano bonaccini stefano bonaccini

Quasi 5 punti di vantaggio per Stefano Bonaccini, nonostante la Lega di Matteo Salvini sia di gran lunga il primo partito, e nonostante la discesa in campo del Movimento5Stelle. A poco meno di due mesi dalle elezioni che sceglieranno il prossimo presidente della regione Emilia-Romagna in programma il prossimo 26 gennaio Izi, istituto indipendente di ricerca guidato da Giacomo Spaini, fotografa le intenzioni di voto degli elettori.

 

SONDAGGI BONACCINI BORGONZONI EMILIA ROMAGNA SONDAGGI BONACCINI BORGONZONI EMILIA ROMAGNA

Una fotografia che vede il candidato del Pd e del centrosinistra Stefano Bonaccini (45.4%) in vantaggio sulla candidata del centrodestra Lucia Bergonzoni (40.6%). Dato importante e niente affatto scontato perché, come la mole di impegni elettorali dimostra, punta molto la Lega di Matteo Salvini su questo voto e poi per l’incognita 5Stelle.

lucia borgonzoni matteo salvini lucia borgonzoni matteo salvini

 

Il partito guidato da Luigi Di Maio ha scelto solo da poco attraverso una consultazione sulla piattaforma Rousseau di partecipare a questa tornata elettorale, e la presenza di un suo candidato era ipotizzabile “mangiasse” voti proprio al candidato dem.

 

stefano bonaccini stefania bondavalli 4 stefano bonaccini stefania bondavalli 4

Nonostante però il candidato grillino sia dato appena sotto il 10% (9.9%), in vantaggio rimane Bonaccini. Sul fronte partiti le intenzioni di voto indicano invece la Lega come primo partito anche in una regione tradizionalmente ‘rossa’ come l’Emilia- Romagna ad un passo dal 30% (29.8%). Secondi, a 5 punti percentuali di distanza, i dem dati al 24.7%. Staccati invece i 5Stelle al 10.9% al di sotto anche delle altre liste pro-Bonaccini accreditate dell’11%. Bene e molto, proprio per le caratteristiche della regione in questione, Fratelli d’Italia, con il partito di Giorgia Meloni non lontano dal 10% (9.4%) che quasi doppia Forza Italia (5.1%). Male invece le liste che appoggiano la Bergonzoni che non riescono a raccogliere più dell1.1%.

 

matteo salvini lucia borgonzoni 1 matteo salvini lucia borgonzoni 1 GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI COME ALEXANDRA GRANT E KEANU REEVES – BY LUGHINO GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI COME ALEXANDRA GRANT E KEANU REEVES – BY LUGHINO

Nota metodologica Popolazione di riferimento: popolazione residente in Emilia-Romagna avente diritto al voto. Campionamento stratificato proporzionale per provincia, sesso e classi di età. 1007 interviste condotte in modalità CATI/CAWI tra il 29/11/2019 e il 02/12/2019. Errore statistico del 3%. (Fonte: Izi).

il confronto tra stefano bonaccini e lucia borgonzoni a cartabianca il confronto tra stefano bonaccini e lucia borgonzoni a cartabianca GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI BY CARLI GIORGIA MELONI E MATTEO SALVINI BY CARLI TOTI MELONI SALVINI TOTI MELONI SALVINI stefano bonaccini 2 stefano bonaccini 2 STEFANO BONACCINI TOGLIE IL SIMBOLO DEL PD DAI MANIFESTI STEFANO BONACCINI TOGLIE IL SIMBOLO DEL PD DAI MANIFESTI stefano bonaccini 4 stefano bonaccini 4

 

Condividi questo articolo

politica

STURM UND TRUMP! IL PRESIDENTE USA PORTATO CON LA FAMIGLIA NEL BUNKER DURANTE LE MANIFESTAZIONI DAVANTI ALLA CASA BIANCA (ERA DALL’11 SETTEMBRE CHE IL BUNKER NON VENIVA UTILIZZATO) – AMERICA IN RIVOLTA DOPO L’OMICIDIO FLOYD. LE RIBELLIONI E LE VITTIME DEL CORONAVIRUS SONO E SARANNO ADDEBITATE A TRUMP. BIDEN VOLA: ORA HA 10 PUNTI DI VANTAGGIO NEI SONDAGGI (SENZA FAR NULLA…). PS: GLI SCONTRI SOCIALI POTREBBERO INCENDIARE ANCHE L’EUROPA, CAUSA POVERTÀ, CHE SI PREFIGURA DILAGANTE…

CRISTALLO IN FRANTUMI – GLI ITALIANI? VISTI DAGLI OCCHI RADICAL CHIC DELLE SARDINE E DALLA LEADER CALABRESE JASMINE CRISTALLO SONO UN POPOLO DI CIUCCI: “L’ITALIA È IL PAESE PIÙ IGNORANTE D’EUROPA E CHE SI PIAZZA IN DODICESIMA POSIZIONE A LIVELLO MONDIALE”, SCRIVE SCAGLIANDOSI CONTRO “GLI INTELLETTUALI INDIGNATI PER IL TONO ‘PATERNALISTICO’ DI CONTE DURANTE L’EMERGENZA SANITARIA” – DETTO DA QUELLI CHE AVEVA TWITTATO CHE ALDO MORO ERA STATO AMMAZZATO DALLA MAFIA…