HIGUAIN D’ORO PER SARRI – CONTE: “SONO DI UN’ALTRA CATEGORIA” – SCONCERTI: "LA DIFFERENZA TRA INTER E JUVENTUS È STATO IL CENTRAVANTI: LUKAKU È SCOMPARSO DAVANTI A HIGUAIN. È LUI IL PRIMO PROBLEMA REALE DELL'INTER - PIACE ANCHE QUESTO SARRI CARTESIANO, NON PIÙ VIZIATO DALLE PROPRIE IDEE, MA SOLO ALLA RICERCA DI UNA JUVE CHE HA FORSE TROVATO…" - VIDEO

Condividi questo articolo

 

Mario Sconcerti per il Corriere della Sera

 

HIGUAIN HIGUAIN

La differenza tra Inter e Juventus è stato il centravanti: Lautaro ha pareggiato Dybala, ma Lukaku è scomparso davanti a Higuain. Lukaku è forse il primo problema reale dell' Inter. È dentro la partita, ma non sa mai che fare, non pesa nonostante tutto quello che porta in campo. È stata una partita molto bella, una delle più intense degli ultimi anni, fra due squadre diverse, una che costruisce e l' altra che va avanti con tutto quello che può.

 

Avrebbe potuto esserci qualunque risultato, è corretto che abbia vinto la Juve per quell' effetto freddo del centravanti diverso. La Juve torna in testa, l' Inter conferma le impressioni di settembre, sarà il suo avversario. Si avvicina l' Atalanta ormai pronta per provare l' ultima grande avventura. L' Inter esce dalla settimana dura con due sconfitte di misura, a dimostrazione che le manca qualcosa.

 

HIGUAIN 7 HIGUAIN 7

Non avrà mai la qualità della Juve, ma ha tutto il resto. Ha chiuso per molti minuti la Juve appena fuori la sua area e l' ha messa in difficoltà anche solo col movimento e le spallate. Una squadra sorprendente per come moltiplica il gioco dal niente. Ha un piccolo fuoriclasse, Lautaro, ne ha un altro che stavolta è mancato per più di metà partita (Sensi), ha l' idea e il motore di una grande squadra. Le manca Lukaku.

 

Mancano la sua lotta, i suoi gol, i suoi spazi aperti. La Juve ha tutto, anche un allenatore che sta cambiandosi. Sarri adesso diventa tattico, mette Bernardeschi su Brozovic quasi a uomo, Dybala e Ronaldo larghi, il resto sono triangoli lunghi in velocità solo per giocatori fini. Ho avuto l' impressione di una Juve migliore ma messa spesso in difficoltà dalla furia dell' Inter.

inter juventus inter juventus

 

Non ho visto una differenza finale, sono due squadre che dovranno giocare i loro punti con avversari inferiori. Tranne l' Atalanta, che è un attacco alla pigrizia di tutti, non c' è mai voglia di prenderne atto. Quando sarà capita, avrà meno applausi perché farà paura davvero. Ma Inter e Juve chiudono la parte estiva praticamente alla pari.

 

L' Inter con qualche riflessione, la Juve in crescendo. Piace anche questo Sarri cartesiano, non più viziato dalle proprie idee, ma solo alla ricerca di una Juve che ha forse trovato.

 

lukaku ronaldo conte sarri lukaku ronaldo conte sarri sarri conte sarri conte

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute