CHIACCHIERE DA VAR - L'AMMINISTRATORE DELEGATO DELLA PREMIER LEAGUE HA ANNUNCIATO CHE VERRANNO RILASCIATI GLI AUDIO DELLE CONVERSAZIONI TRA ARBITRO E VAR - IL CAMBIAMENTO VERRÀ MESSO IN ATTO A PARTIRE DA QUESTA STAGIONE, MA LE REGISTRAZIONI VERRANNO DIFFUSE SOLO DOPO LA PARTITA E NON IN DIRETTA - L'ASCOLTO DELL'AUDIO È GIÀ PRASSI NEL MAJOR LEAGUE SOCCER AMERICANO…

-

Condividi questo articolo


Gabriele Marcotti per il Corriere dello Sport

 

arbitro al var 1 arbitro al var 1

La Premier League cambia e innova, almeno a livello di arbitri. Manca solo l'ufficialità ma l'accordo c'è: la Premier League rilascerà l'audio delle conversazioni tra arbitro e VAR, forse già da questa stagione. L'audio non verrà rilasciato in diretta, ma bensì nel post-partita. Lo ha confermato Richard Masters, amministratore delegato della Premier League, il quale ha dichiarato: «L'opinione diffusa è che rilasciare l'audio è una cosa positiva. C'è un desiderio da parte di tutti noi di essere più trasparenti e più aperti per quanto riguarda l'arbitraggio delle partite e, soprattutto, come gli arbitri arrivano a determinate decisioni. Dobbiamo ancora lavorare sui dettagli, ma l'intenzione è quella».

arbitro al var 2 arbitro al var 2

 

MLS

Non è una coincidenza che il rilascio dell'audio è già prassi nel Major League Soccer americano dove il capo degli arbitri è l'inglese Howard Webb, il quale sarebbe in procinto di tornare in Inghilterra per guidare i direttori di gara di Premier League. Il 51enne Webb è stato arbitro FIFA per nove anni e ha arbitrato in due mondiali: nel 2010 (quando ha diretto la finale tra Spagna e Olanda) e nel 2014.

arbitro al var 3 arbitro al var 3

 

È stato Webb a introdurre la prassi negli Stati Uniti. Dopo ogni turno gli arbitri rilasciano un video in cui spiegano le decisioni e le corredano con la conversazione sul campo tra arbitro e VAR. Ancora da decidere se verrà fatto qualcosa di analogo in Premier League - cioè una specie di moviola condotta dagli arbitri stessi - oppure se verranno semplicemente rilasciati gli audio.

VAR LIVERPOOL VAR LIVERPOOL

 

CAMBIO GENERAZIONALE

Negli ultimi anni gli arbitri di Premier League sono stati spesso criticati apertamente dagli addetti ai lavori e non è un coincidenza che l'attuale capo degli arbitri, Mike Riley, è in procinto di lasciare la poltrona a Webb. Una delle critiche mosse all'assoarbitri inglese era la mancanza di ricambio generazionale (anche perché non vi sono limiti d'età). Da questa stagione si cambia, perché hanno lasciato il fischietto i vari Martin Atkinson (51 anni), Mike Dean (54 anni), Kevin Friend (51 anni) e Jon Moss (51 anni).

 

var var

 Si spera che con il ritorno di Webb nel ruolo di capo degli arbitri aumenterà la qualità degli arbitraggi in Premier League e si abbasserà pure l'età media. E il rilascio degli audio-VAR è un passo in questa direzione. Non si escludono anche un maggior utilizzo di direttori di gara provenienti da altre federazioni. L'anno scorso infatti ha debuttato in Premier League l'australiano Jarred Gillett. Gillett, nonostante abbia appena 35 anni, è arbitro-FIFA dal 2013 e ha vinto più volte il premio come migliore arbitro dell'A-League, il massimo campionato australiano.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

BUTTI LA RETE (COMINCIAMO BENE...) – IL RESPONSABILE TELECOMUNICAZIONI DI FRATELLI D’ITALIA ALESSIO BUTTI SMENTISCE "IL FOGLIO" SULLA RETE UNICA - "SIAMO FORTEMENTE CONTRARI AL PIANO DI VENDITA DELLA RETE TIM. LA RETE UNICA DEVE RIMANERE IN CAPO A TIM. MA CON CONTROLLO E GESTIONE DI CDP" – CERASA (DIRETTORE DE "IL FOGLIO"): IL PIANO DI FRATELLI D’ITALIA E’ FAR COMPRARE OPEN FIBER A TIM E POI FAR COMPRARE TIM A CDP. MI PARE ISPIRATO AL MODELLO MADURO (NAZIONALIZZARE TUTTO)…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute