DARESTE MAI LE PASSWORD DEI VOSTRI SOCIAL AL VOSTRO  PARTNER? SAPPIATE CHE OSIMHEN HA CONSEGNATO LE SUE AL NAPOLI. NEL CONTRATTO IL CENTRAVANTI S'È IMPEGNATO A FORNIRE LE CHIAVI D'ACCESSO DEI PROPRI PROFILI, CEDENDO AL CLUB IL DIRITTO DI ACCEDERVI. QUALUNQUE DICHIARAZIONE DEVE ESSERE APPROVATA DAL CLUB CHE HA ANCHE IL DIRITTO DI APRIRE PROFILI O SITI A NOME SUO (E OVVIAMENTE DI PRENDERSENE I RICAVI). MA STATE TRANQUILLI: NULLA SI FA PER NIENTE…

-

Condividi questo articolo


Matteo Pinci per www.repubblica.it

 

osimhen napoli udinese osimhen napoli udinese

Consegnereste mai le password dei vostri social network a vostro marito o a vostra moglie? Riuscite a immaginare un matrimonio in cui il coniuge, per indossare la fede al dito, pretende di scrivere per voi sulle vostre pagine personali? È quello che è successo a Victor Osimhen, che nel 2020 s'è legato al Napoli finché social non li separi. Nelle quarantacinque pagine di contratto, c'è anche questo: il centravanti nigeriano, al momento della firma, s'è impegnato a fornire le chiavi d'accesso dei propri profili social, cedendo al club il diritto di accedervi.

 

Da quel giorno, nessun aspetto della vita pubblica del giocatore gli appartiene più: qualunque dichiarazione deve essere approvata dal club, ma il Napoli ha anche il diritto di aprire profili o siti a nome di Osimhen. E ovviamente di prendersene i ricavi, se mai ce ne fossero.

 

osimhen napoli udinese osimhen napoli udinese

Gli accessi ai social network

Tecnicamente, si tratta della "cessione in favore del club di tutti i diritti promo pubblicitari spettanti al calciatore". E riguarda, come viene ricordato più e più volte, immagine, nome, volto firma e voce del calciatore. Il Napoli diventa così "l'unica entità legittimata nell'incasso di qualsiasi somma dovuta al calciatore... e proveniente da qualunque fonte, compresa la nazionale della Nigeria". Sì, anche i proventi degli spot per cui Osimhen dovesse posare per il suo Paese.

 

Tutto questo quanto vale? Per l'esattezza, 900 mila euro lordi, che al netto valevano 609.921 mila euro il primo anno e da questa stagione 691.518 per ogni anno. In cambio, però, Osimhen ha l'obbligo a partecipare "se e quando richiesto dal club, a tutte le iniziative connesse all'utilizzo dei diritti d'immagine". Qualunque modalità, piattaforma, contenuto, anche quelli non ancora noti (è scritto proprio così).

osimhen napoli udinese osimhen napoli udinese

 

In pratica, De Laurentiis potrà vendere cene con Osimhen nel metaverso e poi magari scrivere a suo nome sui suoi social quanto si sia divertito con gli ospiti virtuali. O magari commercializzare messaggi vocali o presenze digitali del giocatore su un qualsiasi portale appena inventato nei prossimi tre anni da un ingegnere informatico in qualunque parte del pianeta. Sì, perché la validità del contratto è estesa a "tutto il mondo, ivi compreso il territorio nigeriano". Meglio specificare.

 

Le scarpe Nike

osimhen in verona napoli 2 osimhen in verona napoli 2

C'è di più. Quando si è presentato a Napoli, Osimhen aveva un grosso problema: un accordo commerciale con Nike, il fornitore delle sue scarpe, fino al 2023, che di fatto ha diritto all'uso della sua immagine per alcune iniziative. Nel contratto col club azzurro, allora, Victor si è dovuto impegnare a non rinnovare con Nike. Tutto questo se, alla scadenza, sarà ancora un giocatore del Napoli: in caso di cessione, sarà libero anche di scegliere la scarpa che vuole.

 

Al contrario, infrangere l'impegno assunto col club e prolungare comunque il contratto con Nike gli costerebbe carissimo: il doppio di quanto ha incassato per cedere i diritti d'immagine, ossia 1,8 milioni lordi. Sì, perché il contratto prevede anche delle penali: se l'accordo fosse stracciato per "fatto o colpa del calciatore", Osimhen dovrebbe al Napoli i 900 mila euro lordi.

osimhen osimhen

 

Niente affatto marginale è il codice comportamentale. E infatti il contratto spiega che il calciatore firmandolo ha preso atto che "comportamenti scorretti o non regolamentari sanzionati o meno pregiudicherebbero la possibilità del club di sfruttare appieno i diritti di immagine". In pratica: deve fare il bravo, altrimenti quei 900 mila euro all'anno investiti perderebbero di valore

 

L'ingaggio e i premi

In ogni caso, ha anche di cui poter sorridere il numero 9 azzurro. Il suo contratto prevede una retribuzione fissa di 4 milioni di euro fino al 30 giugno 2022. Per le prossime due stagioni invece guadagnerà 4,25 milioni netti e 4,5 nell'ultima. In più, al 10 febbraio 2021 ha incassato un corrispettivo una tantum di 672.736 euro. A tutto questo bisogna aggiungere i bonus: nella prima stagione non ne ha incassati.

osimhen osimhen

 

In questa beneficerà certamente dei 260.300 euro per l'accesso alla fase a gironi della Champions League. Se poi raggiungesse quota 20 gol potrebbe incassare altri 130.150 euro, altrettanti a quota 25 e ancora la stessa cifra raggiunta quota 30. Numeri lontanissimi, oggi, ma potrà riprovarci l'anno prossimo nel Napoli. Sempre che un social, o il Manchester United, non li separi.

napoli barcellona osimhen napoli barcellona osimhen fallo da rigore su osimhen fallo da rigore su osimhen

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL CINEMA DEI GIUSTI – LA VERA STORIA DI “GOLA PROFONDA” A 50 ANNI DALLA SUA USCITA NEI CINEMA D’AMERICA - LINDA LOVELACE RIVELO’ UNA CAPACITÀ FUORI DAL COMUNE, DA MANGIATRICE DI SPADE, PER IL RAPPORTO ORALE. COME RACCONTA LO STESSO GERARD DAMIANO: “LINDA MI HA SBALORDITO QUANDO HA COMINCIATO A SUCCHIARE HARRY, FACENDO IL SUO TRUCCO DA GOLA PROFONDA. HARRY ERA SERIAMENTE BEN DOTATO DI NATURA. MA NON AVEVO MAI VISTO QUALCUNO CHE INGOIASSE UN PISELLO COSÌ IN PROFONDITÀ” – IL FILM FU GIRATO COI SOLDI DI UNA FAMIGLIA MAFIOSA E INCASSERÀ QUALCOSA COME (FORSE) 100 MILIONI DI DOLLARI…

politica

business

MILLERI, OGGI E DOMANI – SARÀ L’AMMINISTRATORE DELEGATO DI ESSILUX, FRANCESCO MILLERI, IL GARANTE DELLA CONTINUITÀ NELL’IMPERO DI DEL VECCHIO: DIVENTERÀ ANCHE PRESIDENTE DEL COLOSSO DELLE LENTI – LO SCHEMA DELLA SUCCESSIONE ERA STATO PREPARATO PER TEMPO DAL PAPERONE DI AGORDO: IERI È STATO COOPTATO NEL CDA DI ESSILOR-LUXOTTICA ANCHE MARIO NOTARI – LA HOLDING DELFIN È BLINDATA DAI DISSIDI TRA I FIGLI DI DEL VECCHIO, CHE HANNO CIASCUNO IL 12,5%:  PER LA VENDITA A UN SOCIO ESTERNO SERVE L’88% DEL CAPITALE, PRATICAMENTE L’UNANIMITÀ – I NODI MEDIOBANCA E GENERALI

cronache

“LA BOCCASSINI ERA BEN DENTRO IL SISTEMA DI POTERE DELLA MAGISTRATURA” – ILDA “LA ROSSA” PARLA DEL CASO PALAMARA COME SE FOSSE STATA ESTRANEA AL CORRENTISMO, VANTANDOSI DI NON AVER MAI STRETTO LA MANO AL CAPO DELL’ANM, E QUELLO SI INCAZZA: “LEI È L'EMBLEMA DI UN PUBBLICO MINISTERO NON GARANTISTA E NON EQUILIBRATO NEI GIUDIZI, PERVASO DA ACREDINE A VOLTE PERSONALE. LE HANNO CONSENTITO DI FARE IL PROCESSO RUBY E DI AVERE LA COPERTURA DELL’ANM DA ME PRESIEDUA. SONO FIERO DI NON AVERLE MAI STRETTO LA MANO…”

sport

cafonal

CAFONALINO PALLONARO - SI STAVA MEGLIO QUANDO C'ERA MATARRESE? L'EX PRESIDENTE DELLA SERIE A E DELLA FIGC HA PRESENTATO AL SALONE D'ONORE DEL CONI IL SUO LIBRO "E ADESSO PARLO IO": "SONO RATTRISTATO NEL CONSTATARE IL MOMENTO CRITICO CHE STA VIVENDO IL CALCIO ITALIANO. NON VOGLIO FARE PROCESSI, MA VI SIETE INCATTIVITI" - AD ASCOLTARLO C'ERANO I PRESIDENTI DELLA LAZIO, CLAUDIO LOTITO, E DELLA LEGA DI A, LORENZO CASINI. PRESENTI ANCHE GABRIELE GRAVINA, LUCA PANCALLI, VITO COZZOLI, GIANCARLO ABETE E FRANCESCO GHIRELLI, OLTRE AL PADRONE DI CASA GIOVANNI MALAGÒ E… - FOTO

viaggi

salute

CHI SONO I RICOVERATI IN TERAPIA INTENSIVA DELLA NUOVA ONDATA DI COVID? HANNO IN MEDIA PIÙ DI 75 ANNI, NOVE VOLTE SU DIECI SONO VACCINATI CON ALMENO DUE DOSI E OTTO SU DIECI SONO RICOVERATI IN INTENSIVA PER “ALTRO” – I PAZIENTI CON POLMONITE SONO MOLTO RARI E LA GRANDE MAGGIORANZA ARRIVA PER ALTRE PATOLOGIE CHE COMPROMETTONO LE FUNZIONI VITALI, COME ICTUS, IPERTENSIONE POLMONARE, INSUFFICIENZA CARDIACA O TRAUMI E INTERVENTI: IN CERTI CASI IL VIRUS FAVORISCE GLI SCOMPENSI E…