DJOKOVIC POTREBBE AVERE UN’ALLENATRICE DOPO IL DIVORZIO DA IVANISEVIC: DUE EX CAMPIONESSE (MAURESMO O CONCHITA MARTINEZ) O LA MADRE DI MURRAY - MENTRE SI ALLENA CON L’EX COMPAGNO DI DOPPIO NENAD ZIMONJIC, IL NUMERO 1 DEL MONDO E’ ALLA RICERCA DI UN NUOVO ALLENATORE - JUDY MURRAY, MADRE DI ANDY STORICO RIVALE DI NOLE, È UNA COACH MOLTO STIMATA NEL CIRCUITO, HA CAPITANATO LA SQUADRA DI FED CUP DELLA GRAN BRETAGNA DAL 2011 AL 2016: IL SUO ARRUOLAMENTO NELLA SQUADRA DI DJOKOVIC SAREBBE UN COLPACCIO A LIVELLO MEDIATICO…

-

Condividi questo articolo


Estratti da fanpage.it

 

nole djokovic nole djokovic

Da un paio di giorni Novak Djokovic si sta allenando a Monte Carlo assieme a Nenad Zimonjic, ex capitano di Coppa Davis (per due volte) della Serbia, ma soprattutto grande amico ed ex partner di doppio dell'attuale numero uno al mondo. Djokovic è alla ricerca di un nuovo allenatore dopo il divorzio a sorpresa da Goran Ivanisevic, la soluzione Zimonjic è la più semplice, ma non è detto che sarà il 47enne di Belgrado a seguire stabilmente da qua in avanti Novak. Secondo i media serbi, ci sarebbero infatti tre altri nomi di papabili nuovi coach: due ex campionesse e la madre di un altro numero uno, Andy Murray.

 

 

Quello che è certo è che Djokovic – che a maggio compirà 37 anni – non ha ancora deciso non solo il nome del nuovo allenatore, ma anche se ce ne sarà uno. Del resto, con la sua esperienza intanto può gestirsi da solo. Più che un allenatore, negli ultimi giorni in patria si parla di un'allenatrice, con tre nomi caldi: in primis le due ex giocatrici di vertice Amelie Mauresmo e Conchita Martinez (che sono state rispettivamente numero 1 e 2 al mondo). 44 anni la prima, 51 la seconda, entrambe dopo aver appeso la racchetta al chiodo hanno intrapreso la strada del coaching al livello più alto.

 

 

amelie mauresmo djokovic amelie mauresmo djokovic

La spagnola è stata eletta WTA Coach of the Year del 2021 per il suo lavoro con la connazionale Garbine Muguruza, portata al numero uno mondiale, ed è stata anche capitana della squadra iberica sia di Davis che di Fed Cup. La francese a sua volta è stata allenatrice per due anni di Andy Murray, tra il 2014 e il 2016, capitana della propria nazionale di Fed Cup e dal 2022 è la direttrice del Roland Garros. Come si vede, si tratta di profili altissimi, ma soprattutto di due persone che potrebbero rapportarsi ‘alla pari' – visto il curriculum al livello più alto – con un campione come Djokovic spesso mai tenero col suo angolo, soprattutto negli ultimi tempi, coincisi col crollo dei risultati.

 

 

amelie mauresmo djokovic amelie mauresmo djokovic

Se la Mauresmo ha allenato Murray, curiosamente proprio la madre di quest'ultimo, la 64enne Judy, è il terzo nome che circola in Serbia come possibile allenatrice di Djokovic. Una pista davvero sorprendente, se si considera che suo figlio Andy – vicino al ritiro dopo l'ultimo grave infortunio – è stato per molti anni un accanito rivale del serbo per il primo posto del ranking e la vittoria negli Slam. Judy Murray è una coach molto stimata nel circuito, ha capitanato la squadra di Fed Cup della Gran Bretagna dal 2011 al 2016: il suo arruolamento nella squadra di Djokovic sarebbe sicuramente un colpo molto forte a livello mediatico.

andy judy murray andy judy murray

 

(...)

La soluzione Zimonjic peraltro è caldeggiata dallo stesso Ivanisevic, che si è espresso così sulla questione nelle ultime ore: "È la persona giusta per lui, conosce molto bene Novak e ha grande competenza tennistica. In questo momento Novak non ha bisogno di una persona nuova, dopo dieci giorni impazzirebbe. Lui sa già tutto quello che deve fare, ma l'approccio di Zimonjic potrebbe aiutarlo, si conoscono benissimo". Nel frattempo Djokovic si allena con Rune al Monte Carlo Country Club: entrambi sono in cerca di riscatto.

 

DJOKOVIC GORAN IVANISEVIC DJOKOVIC GORAN IVANISEVIC nardi djokovic nardi djokovic novak djokovic novak djokovic andy murray foto dallavecchia gmt 373 andy murray foto dallavecchia gmt 373 DJOKOVIC GORAN IVANISEVIC DJOKOVIC GORAN IVANISEVIC

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ALLA VIGILIA DEL DERBY CHE FORSE CONSEGNERÀ ALL’INTER LA SECONDA STELLA IN FACCIA AI TIFOSI DEL MILAN, GIUSEPPE MAROTTA METTE A SEGNO UN ALTRO COLPO: OTTIENE DA PIMCO UN FINANZIAMENTO DA 400 MILIONI PER RIPAGARE IL DEBITO CON OAKTREE, DANDO FIATO AL SUO AZIONISTA-FANTOCCIO ZHANG – INVECE GERRY CARDINALE VINCE LO SCUDETTO DEL BILANCIO, CHE IN UNA NAZIONE DOVE COMANDANO I FURBETTI, SA TANTO DELLA COPPA DEL NONNO – OGGI AL “SOLE 24 ORE”, CARDINALE RIPETE DI NON AVER BISOGNO DI SOCI PER IL MILAN. INTANTO HA FATTO SCADERE L’ESCLUSIVA CON GLI ARABI DI PIF, CHE AVREBBERO PORTATO 550 MILIONI E ANTONIO CONTE IN OMAGGIO…

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI ACQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)