LA FAVOLA IN GIALLO DI GIULIO CICCONE – EPICA IMPRESA DELL’ABRUZZESE CHE SUL MURO SPACCA-GAMBE DEL TOUR ALLA PLANCHE DES BELLES FILLES ARRIVA SECONDO E CONQUISTA LA MAGLIA DI LEADER CON 6” SU ALAPHILIPPE - NIBALI PERDE 51SECONDI - BARTOLETTI CELEBRA IL CICLISTA RIVELAZIONE DEL GIRO: “DUE ANNI FA SEMBRAVA CHE LO AVESSE FERMATO UN PROBLEMA AL CUORE: ORA È NATA UNA STELLA” - VIDEO

-

Condividi questo articolo

Luca Gialanella per gazzetta.it

 

 

giulio ciccone giulio ciccone

Giulio Ciccone in cima al Tour. L’abruzzese della Trek-Segafredo, vincitore al Giro della tappa del Mortirolo a Ponte di Legno, si veste con la maglia del primato in cima alla Planche des Belles Filles, km 170, sette Gpm e arrivo in salita sul Muro del 24%, già pista da sci, in sterrato, dopo 7 km di ascesa con pendenza media dell’8,7%. Ha 6” su Julian Alaphilippe e 32” su Dylan Teuns, il belga della Bahrain-Merida vincitore della tappa proprio davanti a Ciccone.

 

Sulle pendenze più dure di tutto il Tour, una delle più alte di sempre nella storia della Grande Boucle, l’Italia pianta la bandiera tricolore con Ciccone, rivelazione del Giro con la maglia azzurra della montagna. L’ultimo italiano in maglia gialla era stato Fabio Aru a Peyragudes, sui Pirenei, il 13 luglio 2017: il sardo l’aveva tenuta per due giorni. Era la quarta volta del Tour a La Planche des Belles Filles dopo i trionfi di Froome 2012, Nibali 2014 e Aru 2017, e ancora una volta la salita dei Vosgi si veste di tricolore.

giulio ciccone giulio ciccone

 

 

Abruzzese di Chieti, 24 anni, Ciccone è professionista dal 2016. Con la Bardiani-Csf della famiglia Reverberi ha corso per tre stagioni vincendo la tappa di Sestola al Giro 2016. Dal 2019 è alla Trek-Segafredo, dove è arrivato il salto di qualità. Subito il successo sul Mont Faron, salita iconica della Francia al Giro di Provenza, davanti a Pinot e Bardet, e poi l’exploit al Giro d’Italia: subito in azzurro in cima al Santuario di San Luca, sempre all’attacco, fino all’apoteosi nella tappa del Mortirolo. Suo anche il Trofeo Bonacossa per l’impresa più bella della corsa rosa.

 

 

E’ NATA UNA STELLA

giulio ciccone giulio ciccone

Dal profilo Facebook di Marino Bartoletti

 

Ridi Giulio, ridi. Ridi con noi e per noi. Giulio Ciccone, abruzzese, rivelazione del Giro d'italia, arrivando secondo nella sesta, durissima tappa del Tour de France é la nuova maglia gialla! Due anni fa sembrava che lo avesse fermato un problema al cuore: ora è nata una stella!

 

giulio ciccone giulio ciccone

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute