IRINA FUNESTA - AL ROLAND GARROS, POLEMICHE PER LA TENNISTA ROMENA IRINA BEGU, CHE DURANTE IL MATCH CON LA RUSSA ALEXANDROVA, HA LANCIATO LA RACCHETTA, CHE POI È RIMBALZATA SUGLI SPALTI E HA COLPITO UN BAMBINO IN FACCIA - IL DIRETTORE DI GARA HA DECISO DI NON SQUALIFICARLA, FACENDO IMBESTIALIRE L'AVVERSARIA, CHE ALLORA HA… - VIDEO

- -

 

-

Condividi questo articolo


Da www.ilnapolista.it

 

irina begu irina begu

Prima o poi doveva succedere, anche solo per un calcolo delle probabilità. Le racchette, scagliate con violenza a terra, rimbalzano. E stavolta hanno colpito un bambino in faccia. E’ successo al Roland Garros, durante il match tra la russa Alexandrova e Irina Begu, scatenando un mezzo putiferio.

 

La rumena, nervosa come spesso accade ai tennisti quando giocano male e perdono ha lanciato verso la sua panca, un gesto di stizza nemmeno troppo violento. La racchetta è rimbalzata ed è finita in tribuna colpendo un bambino, che è scoppiato a piangere.

il bambino colpito dalla racchetta di irina begu il bambino colpito dalla racchetta di irina begu

 

Il supervisor, chiamato ad intervenire, ha deciso di non squalificare Begu, se l’è cavata con un warning. Il bambino stava bene ma era solo impaurito. L’avversaria è andata su tutte le furie perché si aspettava la squalifica e così il pubblico.

 

Alexandrova ha a sua volta cominciato a polemizzare con l’arbitro, ha subito un break e ha a sua volta lanciato una pallina fuori dal campo: “Posso farlo anche io, giusto?“ ha provocato. Warning anche per lei. La russa ha infine perso il match.

 

irina begu irina begu

Begu alla fine si è scusata con il bambino prendendolo in braccio e gli ha regalato un selfie.

 

In una situazione del genere Novak Djokovic fu espulso dagli US Open nel 2020: colpì con una pallata un giudice di linea.

irina begu irina begu il bambino colpito dalla racchetta di irina begu il bambino colpito dalla racchetta di irina begu irina begu lancia la racchetta irina begu lancia la racchetta irina begu irina begu

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute