LA JUVE GIOCA MEGLIO SENZA CR7? IN QUATTRO PARTITE SENZA IL PORTOGHESE I BIANCONERI SEGNANO DI PIU’ (2,5 GOL IN MEDIA A PARTITA CONTRO 1,9) E SUBISCONO MENO (0,75 CONTRO 0,95) MA LA MEDIA PUNTI E’ LA STESSA – IN ASSENZA DI RONALDO, HIGUAIN E DYBALA SI MUOVONO ALL’UNISONO – IL FATTORE MATUIDI, ORMAI MEDIANO PERSONALE DI CR7…

-

Condividi questo articolo

CLAUDIO SAVELLI per Libero Quotidiano

 

CR7 CR7

Quattro partite non sono una grande base statistica, ma bastano per suggerire un dubbio: la Juventus gioca meglio senza Ronaldo? Ad occhio, sì. Ma il partito pro-Cristiano avrà buone ragioni per obiettare, anche perché la media punti è la stessa: 2,5 a partita. Epperò segna di più (2,5 gol in media a partita contro 1,9) e subisce meno (0,75 contro 0,95).

 

Bisognerebbe allargare il campione per avere un paragone oggettivo, ma l' impressione è che senza Ronaldo, Dybala e Higuain ballino, letteralmente. Si muovono all' unisono, a ritmo, con un' intesa naturale.

 

I duetti visti contro l' Udinese sono un indizio concreto, seppur agevolati dall' inconsistenza della difesa friulana. Dybala e Higuain si cercano e si trovano, e quando c' è Ronaldo ciò non accade perché uno dei due non è in campo, oppure accade meno perché entrambi sono costretti ad un lavoro difensivo più dispendioso per garantire equilibrio.

higuain higuain

 

Ma se anche fosse che la Juve senza Ronaldo gioca meglio, non sarebbe di certo un problema, semmai è una soluzione in più.

 

Primo perché se la squadra non dipende dal miglior giocatore della rosa, vuol dire che è autosufficiente. In altre parole, è sana. Secondo, l' assenza del portoghese consente a Sarri di avvicinare la squadra al suo credo: c' è più ritmo, soprattutto dalla trequarti in poi, perché Ronaldo tende a toccare il pallone più volte di Dybala e Higuain e inevitabilmente rallenta il flusso.

 

E poi si incarica di molte responsabilità al tiro, accentra su di sé le conclusioni, mentre senza di lui quel peso è diviso su più giocatori. E siccome gli altri non sono gli ultimi arrivati, le responsabilità incentivano il coinvolgimento. Se in alcune occasioni la squadra gioca in funzione di Ronaldo perché sa che quest' ultimo semplifica la vita a tutti, in sua assenza è costretta a cavarsela da sola. E per da sola s' intende insieme, di squadra. Come Sarri vuole.

higuain dybala higuain dybala

 

Cristiano, poi, non si prodiga nel lavoro di copertura, infatti il tecnico per proteggerlo schiera quasi sempre Matuidi alle sue spalle. Ma il francese non è il centrocampista dei sogni di Sarri per via delle sue caratteristiche. Così la Juve mantiene solidità, ma perde in velocità di palleggio. Certo, Ronaldo è meglio averlo che non averlo, e nessuno dice il contrario, ma il fatto che la Juve possa farne a meno e mantenere le stesse prestazioni, se non fare addirittura meglio, è un lusso. Un altro, oltre allo stesso Cristiano.

CR7 CR7 dybala cr7 dybala cr7 cr7 ping pong cr7 ping pong cr7 cr7 cr7 dybala cr7 dybala CR7 CR7 cr7 dybala cr7 dybala cr7 cr7 roma juve cr7 roma juve cr7

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

IL CORONAVIRUS È IL NOSTRO "CIGNO NERO"? – I RISCHI REALI PER L’ECONOMIA ITALIANA SCATENATI DAL PANICO PER L’EPIDEMIA SONO INCALCOLABILI. LA LOMBARDIA DA SOLA VALE IL 22% DEL PIL E NON È PENSABILE DI TENERLA BLOCCATA A LUNGO – SENZA CONSIDERARE LA MANIFATTURA, IL TURISMO E IL LUSSO, DOVE L’APPORTO CINESE È FONDAMENTALE - GLI ECONOMISTI DANNO PER SCONTATO CHE ANCHE IL PRIMO TRIMESTRE DEL 2020 SARÀ NEGATIVO, IL CHE SIGNIFICA RECESSIONE TECNICA E UNA PROIEZIONE DEL -1% PER TUTTO L’ANNO...

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

CODOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA EPIDEMIA - FONTANA S'INCAZZA PERCHÉ CONTE HA LAVATO I PANNI SPORCHI IN PUBBLICO E PER COLPIRE I GOVERNATORI LEGHISTI, MA È VERO NELL'OSPEDALE SONO STATI FATTI MOLTI ERRORI. LO RACCONTA UNO CHE C'ERA: ''È SBAGLIATO DIRE CHE QUELLA NOTTE È ANDATO TUTTO BENE PERCHÉ NON È LA VERITÀ. MA ERA UN'EMERGENZA MAI VISTA E NON VALE ACCUSARE CON IL SENNO DEL POI''. LA RICOSTRUZIONE MINUTO PER MINUTO, CHE HA PORTATO IL ''PAZIENTE 1'' A CONTAGIARE IL PERSONALE MEDICO