NAPOLI E ROMA: UNITI NEL NOME DI DIEGO - BRUNO CONTI IN GINOCCHIO DAVANTI AL MURALES DI MARADONA: IL DIRIGENTE GIALLOROSSO AI QUARTIERI SPAGNOLI HA DEPOSTO I FIORI DAVANTI ALL’IMMAGINE DEL PIBE E SI È INGINOCCHIATO A PREGARE PER LUI- ANCHE L’EX PRESIDENTE DEL NAPOLI FERLAINO OMAGGIA DIEGO IN LACRIME - "NON HO AVUTO IL TEMPO PER DIRGLI CHE GLI HO VOLUTO VERAMENTE BENE…” – VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Andrea Pugliese per gazzetta.it

 

 

conti maradona conti maradona

Nel cuore di Napoli, con il cuore in mano. Perché Bruno Conti e Maradona si volevano bene davvero e perché il calcio sa andare oltre ogni confine. Anche quelli del cuore, appunto. Così il dirigente della Roma oggi, poco prima delle 14, si è recato ai Quartieri Spagnoli di Napoli per recare omaggio proprio a Maradona, davanti al murale a lui dedicato.

 

 

Il dirigente della Roma si è recato ai Quartieri Spagnoli di Napoli per recare omaggio proprio a Maradona, davanti al murale a lui dedicato. Bruno Conti è arrivato con una corona di fiori dove era disegnato un gigantesco numero dieci, ha deposto i fiori davanti all’immagine di Diego e si è inginocchiato a pregare per la scomparsa della leggenda argentina.

 

conti maradona conti maradona

 

 

Conti è arrivato con una corona di fiori dove c'era disegnato un gigantesco numero dieci, ha deposto i fiori davanti all’immagine di Diego e si è inginocchiato a pregare per la scomparsa della leggenda argentina. Un momento toccante, con tanto tifosi del Napoli ad omaggiare Conti ed a intonare cori per Maradona. Stasera c’è Napoli-Roma, ma quella è tutta un'altra storia. Nel frattempo nella scia di maglie depositate davanti all'immagine di Maradona ce n’è solo una "intrusa": è quella giallorossa di Francesco Totti, un altro romanista che con Diego aveva un rapporto speciale. Perché l'amicizia e i sentimenti restano. Sempre e comunque. Proprio come tra Conti e Maradona.

 

 

FERLAINO

Mimmo Malfitano per gazzetta.it

 

conti maradona conti maradona

È arrivato in tarda mattinata, come un tifoso qualunque. S'è presentato ai Quartieri, in Largo degli artisti, in via Emanuele De Deo, dove sul frontale di un palazzo c'è il murales di Diego Maradona, disegnato 25 anni fa, ma restaurato tre anni fa. Corrado Ferlaino, il presidente del settennato dell'ex Pibe de Oro a Napoli, ha voluto rendere omaggio al protagonista dei due scudetti e della coppa Uefa, conquistati tra la fine degli anni '80 e l'inizio dei '90. L'ingegnere è apparso parecchio commosso, non è riuscito a trattenere le lacrime dinanzi alle testimonianze che un'intera città ha voluto lasciare accanto all'immagine dell'ex fuoriclasse argentino.

 

Il dirigente della Roma si è recato ai Quartieri Spagnoli di Napoli per recare omaggio proprio a Maradona, davanti al murale a lui dedicato. Bruno Conti è arrivato con una corona di fiori dove era disegnato un gigantesco numero dieci, ha deposto i fiori davanti all’immagine di Diego e si è inginocchiato a pregare per la scomparsa della leggenda argentina.

ferlaino maradona ferlaino maradona

 

 

RACCOGLIMENTO

Ferlaino si è trattenuto in raccoglimento, in quegli attimi avrà rivissuto nella sua mente i tanti momenti condivisi con Diego, le soddisfazioni e le situazioni di tensione, che non sono mancate tra i due durante tutto il periodo napoletano di Maradona. "Non ho avuto il tempo per dirgli che gli ho voluto veramente bene", aveva detto l'ex presidente del Napoli, commentando la scomparsa di Diego. E stamattina le lacrime e la commozione gli hanno impedito di parlare, di raccontare le emozioni di quei sette anni. Ferlaino ha ricevuto anche l'applauso dei tanti tifosi che continuano a sfilare, ormai, da quattro giorni nel luogo che è diventato un vero e proprio luogo di culto per tutti i napoletani.

maradona bruno conti maradona bruno conti maradona bruno conti maradona bruno conti maradona conti 19 maradona conti 19 conti maradona conti maradona

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

UNICREDIT, UNICAOS - TOH, VUOI VEDERE CHE PIERCARLETTO PADOAN, NON ANCORA PRESIDENTE IN CARICA DI UNICREDIT, RISCHIA UNA BRUTTA SCONFITTA? LA CANDIDATURA CHE STA PRENDENDO VELOCITÀ IN QUESTE ORE, PER OCCUPARE IL POSTO DEL DIMISSIONARIO MUSTIER, È QUELLA DI ANDREA ORCEL CHE È SUPPORTATA PRINCIPALMENTE DA DEL VECCHIO, CARIVERONA E CASSA RISPARMIO TORINO. SÌ, PROPRIO I TRE AZIONISTI DI UNICREDIT CHE SI SONO MESSI DI TRAVERSO ALLA FUSIONE CON MONTE DEI PASCHI DI SIENA, CHE E' IL MOTIVO PER CUI IL PD AVEVA SPEDITO A PIAZZA GAE AULENTI PADOAN…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

L’ITALIA ALLA GUERRA DEL VACCINO – LA TAKIS È SALITA ALL’ATTENZIONE DEI MEDIA PERCHÉ STA LAVORANDO ALLA REALIZZAZIONE DI UN VACCINO ANTICOVID DI TIPO GENETICO E CIOÈ QUELLO CHE È PIÙ PROIETTATO AL FUTURO E PIÙ PROMETTENTE DAL PUNTO DI VISTA DELL’OBIETTIVO DELLA MEDICINA PERSONALIZZATA. MA MENTRE PER LA ITALO-SVIZZERA REITHERA SI ORGANIZZA UNA CAMPAGNA MEDIATICA PAZZESCA E SI REGALANO TANTI MILIONI, PERCHÉ L’ITALIANISSIMA TAKIS NON VEDE IL BECCO DI UN QUATTRINO E RESTA NELL’ANONIMATO?