PARIGI FOLIES: TIFOSI IN MASSA FUORI DALLO STADIO ALLA FACCIA DELLA PANDEMIA CORONAVIRUS – IL PSG SI SBARAZZA DEL BORUSSIA E VOLA AI QUARTI (L’ULTIMA VOLTA ERA STATO NEL 2015-2016) - LA DECISIONE DI FAR DISPUTARE A PORTE CHIUSE LA PARTITA NON HA FERMATO I TIFOSI PARIGINI CHE SI SONO IRRESPONSABILMENTE AMMASSATI FUORI DAL PARCO DEI PRINCIPI – IMMAGINI DELIRANTI - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

 

Da video.gazzetta.it

psg borussia psg borussia

La decisione di far disputare a porte chiuse la partita di Champions League tra Psg e Borussia Dortmund non ha fermato i tifosi francesi che si sono riuniti in massa nei pressi del Parco dei Principi, nonostante l'emergenza coronavirus

 

 

 

PSG-BORUSSIA

Elmar Bergonzini per gazzetta.it

Astuzia e opportunismo. Non esattamente le sue caratteristiche principali. Neymar trascina il Psg ai quarti di finale della Champions League segnando il gol che permette ai francesi di sbloccare, al 28', la partita contro il Borussia Dortmund. Dopo aver perso 2-1 l'andata, il Psg si impone per 2-0 al ritorno (in gol anche Bernat nel recupero del primo tempo).

 

psg borussia psg borussia

Nel finale espulso Emre Can per uno spintone a Neymar. Da lì parte una rissa che porterà al giallo di Di Maria (a quel punto in panchina dopo esser stato sostituito) che, diffidato, salterà la prossima partita. I parigini non raggiungevano i quarti di finale dal 2015-16, quando vennero poi eliminati dal Manchester City.

LA GARA

Visto l'influenza che lo ha colpito, Tuchel lascia inizialmente fuori Mbappé (poi inserito nella ripresa) e schiera Cavani e Sarabia con Neymar e Di Maria larghi. Favre, privo di capitan Reus, si affida invece ad Haaland, con Sancho e Hazard sugli esterni. Il Psg impone subito il proprio ritmo alla partita, facendo possesso palla e tenendo alto il baricentro. La prima vera occasione la crea però il Borussia Dortmund: Hakimi affonda sulla destra e mette il pallone sul secondo palo dove Haaland è però in leggero ritardo. Dalla fascia opposta è Guerreiro a rimettere la palla in mezzo dove Sancho colpisce al volo non inquadrando la porta.

psg borussia psg borussia

 

Il Psg si spaventa e alza improvvisamente il ritmo: al 26' viene lanciato in profondità Cavani che costringe Burki alla parata in angolo. Al 28' il vantaggio dei parigini: su angolo di Di Maria è Hakimi a perdere la marcatura di Neymar che, di testa in tuffo, batte Burki da dentro l'area piccola. Subito prima della pausa il Psg raddoppia: Neymar innesca Di Maria che scarica su Sarabia, largo a destra, bravo a servire Bernat di prima che non deve far altro che spingere la palla in porta.

 

Il Dortmund ha problemi in fase di impostazione (opaco Witsel, male anche Hummels) e il Psg ne approfitta per mettere ancora paura a Burki: al 53' è Di Maria, su punizione, a costringere ancora alla parata il portiere giallonero. Il Dortmund sembra non crederci, tanto da non sfruttare nemmeno le uscite incerte di Keylor Navas, come quando, al 65', né Zagadou né Haaland si dimostrano reattivi. Dopo i cambi di Tuchel (mette dentro Reyna, Brandt e Gotze), il Dortmund prova a schiacciare il Psg, ma crea solo al'77', quando, su tiro di Brandt dal limite, Navas si salva in angolo.

 

 

psg borussia psg borussia

Per il resto i francesi sono bravi a giocare col cronometro e a sfruttare l'incomprensibile nervosismo del Dortmund che, negli ultimi due anni, troppo spesso si è rivelato fragile psicologicamente nei momenti chiave della stagione. Passa il Psg, meritando perché superiore tecnicamente e perché si dimostra più affamato. In attesa di capire chi sfiderà ai quarti e quando si giocherà.

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute