IL PROCURATORE PIU' SQUALO DI TUTTI: LA MAMMA – LA JUVENTUS VUOLE VENDERE ADRIEN RABIOT PER DARE L'ASSALTO A PAREDES. MA LA TRATTATIVA PER IL PASSAGGIO DEL FRANCESE AL MANCHESTER UNITED, CHE SEMBRAVA COSA FATTA, È FERMA PER LE RICHIESTE ECONOMICHE DELLA TREMENDA MAMMA-MANAGER DEL CENTROCAMPISTA, RICHIESTE DEFINITE DAL CLUB INGLESE “OSCENE” – E ORA ALLEGRI CHE FARA?  

-

Condividi questo articolo


Giovanni Albanese per www.gazzetta.it

 

veronique rabiot veronique rabiot

La trattativa tra il Manchester United e l’entourage di Adrien Rabiot non si evolve, l’ultimo aggiornamento potrebbe così rappresentare un punto di non ritorno: almeno per adesso i Red Devils valutano strade alternative, mentre il centrocampista - contrariamente a quanto immaginava - dovrebbe ripresentarsi regolarmente alla Continassa alla ripresa degli allenamenti prevista per domani.

 

La questione è prettamente economica: dopo il confronto in presenza di venerdì scorso a Torino con il direttore John Murtough, le parti si erano concesse qualche giorno di riflessione; gli inglesi si auguravano un avvicinamento nei contatti previsti per ieri, ma così invece non è stato. E anche Allegri deve ora gestire il caso.

 

La situazione di Rabiot non è la stessa di Arthur. Mentre il brasiliano ha caratteristiche che non si sposano per niente col calcio di Allegri, il francese potrebbe comunque ritagliarsi il suo spazio nella Juve che sta nascendo. Ha un altro anno di contratto, guadagna molto (7 milioni) e non è certo tra i più amati dai tifosi bianconeri. Però nel suo ruolo, da interno di centrocampo più che da mezzala d’inserimento, potrebbe comunque ruotare tra i titolari del reparto, sia in una mediana a due sia tre, con Pogba a destra in sua presenza.

 

rabiot juve inter rabiot juve inter

La cessione, insomma, sarebbe solo frutto di una doppia opportunità sul mercato: realizzare una plusvalenza (dal momento che è arrivato a parametro zero) e sfruttare l’incastro per andare all’assalto di Paredes, ovvero quel regista di centrocampo che Allegri ha indicato alla dirigenza come priorità. Per questo Adrien è da ritenere un elemento della rosa potenzialmente funzionale ma non intoccabile.

 

adrien e veronique rabiot adrien e veronique rabiot

La distanza tra la proposta dei Red Devils e Rabiot non è esagerata ma diventa considerevole su uno dei paletti posti dalla mamma-agente Veronique: la parte di salario garantita. Perché il club propone 8 milioni comprensivi di bonus (base di 6 e mezzo, con parte variabile non impossibile), mentre la richiesta è di 9 garantiti, più un bonus da un milione legato alla qualificazione alla prossima Champions League.

 

Il Manchester ritiene inoltre spropositata la richiesta sulla commissione, quantificabile in un’annualità richiesta in più (cioè 9-10 milioni) per un calciatore che andrebbero comunque a pagare alla Juventus per 17-18 milioni base, più altri bonus per giungere a una ventina totali.

 

la mamma di rabiot 1 la mamma di rabiot 1

Ci sarebbe anche una diversa visione sulla destinazione tra Adrien e mamma Veronique: lui, ancora più dopo i colloqui con Ten Hag, gradirebbe molto il contesto United, vedendosi bene in Premier League; lei, invece, avrebbe qualche dubbio in più (e per questo alzerebbe le pretese) sulla scelta di un club che non giocherà la massima competizione europea. Il Manchester, che ha già fatto un rilancio ridistribuendo i bonus, non è disposto ad andare oltre: i dialoghi, almeno per ora, si fermano qui.

juve samp rabiot juve samp rabiot rabiot e la mamma veronique rabiot e la mamma veronique pogba rabiot pogba rabiot

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

“ORA IL COVID È PARAGONABILE ALL'INFLUENZA" - MATTEO BASSETTI: “DUE ANNI FA NON AVEVAMO IN CIRCOLAZIONE UN ANTICORPO. OGGI È CAMBIATO IL GRADO DI PROTEZIONE DELLA COLLETTIVITÀ: IL 100% DELLA POPOLAZIONE È ORMAI PROTETTO, O DALLA VACCINAZIONE, O DALLA MALATTIA OPPURE DA ENTRAMBE LE COSE. DOBBIAMO PROTEGGERE SOLO LE CATEGORIE PIÙ A RISCHIO. SOLO AI FRAGILI E AGLI ANZIANI RACCOMANDATO L'USO DELLA MASCHERINA, SUI TRASPORTI E ANCHE AL SUPERMERCATO” - IO MINISTRO? NON MI HA CHIAMATO. SE LO FARÀ, VEDREMO…”