TU SIA BENEDETTA (PILATO): ORO E RECORD NEI 50 RANA A 14 ANNI! CARRARO D'ARGENTO COMPLETA LA DOPPIETTA - GIÀ 6 MEDAGLIE PER L'ITALIA AGLI EUROPEI IN VASCA CORTA DI GLASGOW – BENNY, LA BABY D’ORO DEL NUOTO: "CERCHERÒ DI NON PIANGERE. OGGI RISPETTO AI MONDIALI ERO PIÙ TESA, COME SE DOVESSI DIMOSTRARE QUALCOSA A QUALCUNO…” - 4 I BRONZI NEL MEDAGLIERE: SORRIDONO ANCHE SCOZZOLI NEI 50 RANA, CUSINATO NEI 400 MISTI, DETTI NEI 400 STILE E...

-

Condividi questo articolo

Stefano Arcobelli per gazzetta.it

 

benedetta pilato benedetta pilato

Gli Europei di vasca corta, tornati un anno e mezzo dopo a Glasgow diventano subito azzurri. Benedetta Pilato trionfa nei 50 rana di cui è argento mondiale in vasca lunga in 29”32, record italiano migliorato da 29”41 nonché record mondiale juniores. La quattordicenne tarantina batte Martina Carraro, bronzo mondiale nei 100 rana, qui argento in 29”60, bronzo all’irlandese Mona McSharryin 29”87. Per la pugliese è anche il 7° tempo della storia.

 

Dice Benny: “Sono super contenta. Volevo fare bene. Volevo ringraziare tutti, sono scoppiata a piangere appena sono arrivata qui. Cercherò di non piangere. Oggi rispetto a Gwangju ero più tesa, come se dovessi dimostrare qualcosa a qualcuno, però mi sono resa conto che in realtà devo continuare a fare questo sport come divertimento e quindi basta adesso la vedo con più tranquillità”.

 

Prima era maturato il bronzo nei 400 misti di Ilaria Cusinato, che aveva conquistato l’argento in vasca lunga. La padovana era stata seconda sino all’ultima vasca ma negli ultimi metri a stile libero l’ungherese Jakabos ha superato la veneta, sul podio ancora di bronzo (ma prima volta nei 400, due anni fa era stata sul podio nei 200) in 4’29”13. La lady di ferro Katinka Hosszu trionfa in 4’25”10 sulla Jakabos in 4’28”76.

benedetta pilato benedetta pilato

 

E nei 400 stile libero è bronzo anche Gabriele Detti, che perde di vista il lituano Danas Rapsys, battuto ai Mondiali in estate sempre col bronzo il palio: il lituano è autore di uno stratosferico 3’33”20 (terzo tempo della storia), a beffare il livornese dalla corsia numero 8 per 11 centesimi è il britannico Thomas Dean mentre Gabri tocca in 3’38”06 (1’47”72) lasciando sotto il podio Matteo Ciampi 3’38”96 (1’48”76).

 

Crolla il record italiano di 11 anni fa di Elena Gemo nei 100 dorso, quando c’erano i supercostumi. Quel 57”35 è oscurato in semifinale da Margherita Panziera autrice di 56”57, terzo tempo complessivo delle semifinali dietro il 55”17 (record dei campionati) dell’olandese Kira Toussaint e della russa Maria Kameneva in 56”57; in finale col settimo tempo Sara Scalia in 57”51. Margherita ha conquistato l’oro nei 200 dorso un anno fa in vasca proprio in questa vasca.

 

benedetta pilato benedetta pilato

La prima finale vede il trionfo nei 200 dorso del polacco Kawecki in 1’49”26 sul tedesco Diener (Ger) 1’50”05 e il britannico Greenbank 1’50”09, 7° Lorenzo Mora 1’51”69 che per qualificarsi aveva fatto meglio in 1’50”45 (record italiano).

 

Fabio Scozzoli è poi di bronzo nei 50 rana maschili: il romagnolo è ex aequo con l’olandese Kamming in 25”84 ma perde di 11 centesimi il record europeo dal russo Morozov, autore di 25”51; l’argento è del turco Sakci in 25”82. Infine matura il bronzo della staffetta veloce 4x50 sl dietro la Russia di Morozov (1’22”92) e la Polonia (1’23”74): l’Italia totalizza 1’24”50 con questo quartetto: Federico Bocchia 21”41, Marco Orsi 21”13, Giovanni Izzo 21”32, Alessandro Miressi 20”64). per 32 centesimi lasciata sotto il podio la Gran Bretagna di Duncan Scott (20”52).

benedetta pilato benedetta pilato benedetta pilato benedetta pilato benedetta pilato benedetta pilato pilato 1 pilato 1 pilato 3 pilato 3 pilato 5 pilato 5 pilato 89 pilato 89 pilato raggi barelli pilato raggi barelli

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute