LA WAGNER E’ COME IL BLU: ORMAI SI PORTA SU TUTTO – NON SOLO VIENE TIRATA IN BALLO PER IL BOOM DI MIGRANTI SULLE NOSTRE COSTE E PER LE MINACCE A CROSETTO, ORA VIENE ACCUSATA DELL'ASSALTO ULTRÀ AI FEDAYN DELLA ROMA DEL 4 FEBBRAIO SCORSO FUORI DALLO STADIO OLIMPICO CON TANTO DI FURTO DELLO STRISCIONE - CINQUE UOMINI DI PRIGOZHIN (TUTTI SERBI) NELLA BANDA DEL BLITZ CONTRO GLI ULTRA’ GIALLOROSSI, CHE AVREBBERO PAGATO IL GEMELLAGGIO CON I CROATI DELLA DINAMO ZAGABRIA...

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo di Alessia Marani per “il Messaggero”

 

LO STRISCIONE DEI FEDAYN BRUCIATO NELLA CURVA DELLA STELLA ROSSA LO STRISCIONE DEI FEDAYN BRUCIATO NELLA CURVA DELLA STELLA ROSSA

La pista degli inquirenti è che all'assalto ultrà ai Fedayn della Roma del 4 febbraio scorso fuori dallo stadio Olimpico con tanto di botte e furto dello striscione, abbiano partecipato i mercenari serbi della Wagner combattenti in Ucraina e che abbiano sfruttato una licenza dal campo di battaglia per farsi letteralmente un giro in Italia con tappa nella Capitale e partecipare a ben altre guerriglie, quelle tra tifoserie calcistiche.

 

Le tracce ripercorse a ritroso dalla Digos italiana, infatti, portano fino a un'agenzia di viaggi del Donbass dove sono stati emessi e acquistati cinque biglietti aerei con destinazione il Bel Paese abbinati ad altrettanti nominativi tra quelli registrati negli alberghi di Milano e Bologna che hanno ospitato gli ultrà della Stella Rossa Belgrado arrivati (in tutta sordina) in Italia per assistere alle partite di basket.

 

Yevgeny Prigozhin Yevgeny Prigozhin

Una cinquantina di questi ha poi dirottato su Roma - altri avrebbero raggiunto gli amici gemellati del Napoli - per tendere la trappola ai Fedayn: vestiti di nero, con i volti coperti, guanti in lattice, armati di mazze, sassi e manganelli spagnoli, li hanno sorpresi e assaliti in piazza Mancini, il loro fortino, dopo il match con l'Empoli facendone finire due in ospedale con le teste spaccate. Come in una vera azione paramilitare. L'obiettivo? Rubare le sacche contenenti gli stendardi e lo striscione dello storico gruppo ultrà della Curva Sud giallorossa, l'unico con orientamento politico lontano da posizioni ultranazionaliste.

gli striscioni dei fedayn romanisti esposti allo stadio dagli ultras della stella rossa di belgrado gli striscioni dei fedayn romanisti esposti allo stadio dagli ultras della stella rossa di belgrado

 

La "pezza" con la scritta Fedayn è stata poi bruciata, calpestata e ridotta in cenere il 17 febbraio allo stadio Rajko Miti di Belgrado, durante la partita contro il Cukaricki. Poco più in là campeggiava lo striscione con la scritta in serbo: «Avete scelto la compagnia sbagliata», in riferimento al gemellaggio dei romanisti con i croati del Bad Blue Boys della Dinamo Zagabria.

 

Un gesto tra i più oltraggiosi nel mondo ultrà, paragonabile a quando l'esercito romano perdeva in battaglia l'aquila icona di Giove e simbolo dell'Impero. La convinzione iniziale che il furto fosse stato commissionato dagli ultrà del Napoli gemellati con quelli della Stella Rossa come vendetta dopo gli scontri dell'8 gennaio sulla A1 con i romanisti all'altezza dell'area di servizio di Badia al Pino (Arezzo), pare lasciare piuttosto il passo all'ipotesi che si sia trattata di una iniziativa esclusiva dei serbi, gli unici tra l'altro ad avere rivendicato il raid. Gli ultras della Stella Rossa, inoltre, avrebbero premeditato l'assalto con tanto di sopralluogo all'Olimpico il primo febbraio in occasione di Roma-Cremonese di Coppa Italia.

gli striscioni dei fedayn romanisti esposti allo stadio dagli ultras della stella rossa di belgrado gli striscioni dei fedayn romanisti esposti allo stadio dagli ultras della stella rossa di belgrado ASSALTO DEGLI ULTRAS DELLA STELLA ROSSA A ROMA ASSALTO DEGLI ULTRAS DELLA STELLA ROSSA A ROMA il video di evgeny prigozhin da bakhmut 6 il video di evgeny prigozhin da bakhmut 6 Evgeny Prigozhin in divisa militare Evgeny Prigozhin in divisa militare

 

gli striscioni dei fedayn romanisti esposti allo stadio dagli ultras della stella rossa di belgrado gli striscioni dei fedayn romanisti esposti allo stadio dagli ultras della stella rossa di belgrado YEVGENY PRIGOZHIN GUIDO CROSETTO - ILLUSTRAZIONE DAL FATTO QUOTIDIANO YEVGENY PRIGOZHIN GUIDO CROSETTO - ILLUSTRAZIONE DAL FATTO QUOTIDIANO STRISCIONE FEDAYN JUVENTUS ROMA STRISCIONE FEDAYN JUVENTUS ROMA ASSALTO DEGLI ULTRAS DELLA STELLA ROSSA A ROMA ASSALTO DEGLI ULTRAS DELLA STELLA ROSSA A ROMA gli striscioni de gruppo fedayn rubati dai tifosi serbi 1 gli striscioni de gruppo fedayn rubati dai tifosi serbi 1 gli striscioni de gruppo fedayn rubati dai tifosi serbi 2 gli striscioni de gruppo fedayn rubati dai tifosi serbi 2 gli striscioni dei fedayn romanisti esposti allo stadio dagli ultras della stella rossa di belgrado gli striscioni dei fedayn romanisti esposti allo stadio dagli ultras della stella rossa di belgrado

(...)

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI AQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)    

DAGOREPORT – L’INTELLIGENCE DI USA E IRAN HANNO UN PROBLEMA: NETANYAHU - L'OPERAZIONE “TERRORISTICA” CON CUI IL MOSSAD HA ELIMINATO IL GENERALE DELLE GUARDIE RIVOLUZIONARIE IRANIANE NELL'AMBASCIATA IRANIANA A DAMASCO E LA SUCCESSIVA TENSIONE CON TEHERAN NON È SPUNTATA PER CASO: È SERVITA AL PREMIER ISRAELIANO A "OSCURARE" TEMPORANEAMENTE LA MATTANZA NELLA STRISCIA DI GAZA, CHE TANTO HA DANNEGGIATO L'IMMAGINE DI ISRAELE IN MEZZO MONDO - NETANYAHU HA UN FUTURO POLITICO (ED EVITA LA GALERA) SOLO FINCHÉ LA GUERRA E LO STATO D'ALLARME PROSEGUONO...