BOLLETTIAMOCI - 72 MORTI E 270 NUOVI CASI, LA METÀ IN LOMBARDIA. IN CINQUE REGIONI, NELLE ULTIME 24 ORE, NON SI SONO REGISTRATI NUOVI CASI. 1297 NUOVI GUARITI, SEMPRE MENO PERSONE IN TERAPIA INTENSIVA

-

Condividi questo articolo

 

Da www.ilmessaggero.it

 

La Protezione civile ha diramato il bollettino legato ai casi di coronavirus in Italia, aggiornato alle ore 17 di oggi, 6 giugno. I contagiati complessivi dall'inizio dell'epidemia sono adesso 234.801 (ieri 234.531), dei quali 165.068 sono guariti e 33.846 sono deceduti. In questo momento le persone affette dal coronavirus in Italia sono 35.877.

 

coronavirus Italia coronavirus Italia

 

Rispetto a ieri, i casi totali sono aumentati di 270 (ieri di 518) pazienti di cui 142 in Lombardia; gli attualmente positivi sono diminuiti di 1.099 persone (differenza tra casi, morti e guariti del giorno); i guariti sono cresciuti di 1.297 unità; i deceduti di 72 (di cui 27 in Lombardia). Sono 293 (ieri 316) i malati in terapia intensiva, 23 in meno rispetto a ieri. Le persone in isolamento domiciliare sono 30.582 su 35.877. In cinque regioni, nelle ultime 24 ore, non si sono registrati nuovi casi.

 

In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 6 giugno, il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 234.801. Il numero totale di attualmente positivi è di 35.877. Sono 5.002 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 299 pazienti rispetto a ieri; 30.582 persone, pari all’85% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

 

fare i postini ai tempi del coronavirus fare i postini ai tempi del coronavirus

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 19.499 in Lombardia, 4.167 in Piemonte, 2.416 in Emilia-Romagna, 1.164 in Veneto, 785 in Toscana, 245 in Liguria, 2.697 nel Lazio, 1.195 nelle Marche, 738 in Campania, 758 in Puglia, 104 nella Provincia autonoma di Trento, 866 in Sicilia, 161 in Friuli Venezia Giulia, 653 in Abruzzo, 100 nella Provincia autonoma di Bolzano, 28 in Umbria, 60 in Sardegna, 12 in Valle d’Aosta, 91 in Calabria, 121 in Molise e 17 in Basilicata.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute